Ultime recensioni

martedì 28 maggio 2019

[Recensione] UN RICORDO TI PARLERÀ DI NOI - Colleen Hoover

Care lettrici, ecco una lettura consigliatissima: UN RICORDO TI PARLERÀ DI NOI di Colleen Hoover, edito Sperling & Kupfer.

Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Sperling & Kupfer
Data di Uscita: 9 Aprile 2019
Prezzo: € 9.90 - Ebook € 6.99

Sinossi: La storia tra Quinn e Graham è stata una vertigine di emozioni fin dal loro primo rocambolesco incontro. Si sono conosciuti nel giorno peggiore della loro vita, e da allora non si sono più lasciati. Oggi, però, quell'amore perfetto è minacciato dalle mille imperfezioni del loro matrimonio. Gli errori, i segreti e gli inevitabili contraccolpi della vita, accumulatisi nel corso degli anni, li stanno distruggendo. E allontanando. Non è facile individuare chi abbia più colpe. Ed entrambi sono bravi nel fingere che nulla sia cambiato. D'altronde, è duro ammettere che si è arrivati al capolinea quando l'amore c'è ancora. Si tende a credere che un matrimonio finisca solo quando la rabbia e il disprezzo prendono il posto della felicità. Ma Quinn e Graham non sono arrabbiati l'uno con l'altra. Semplicemente non sono più gli stessi di un tempo, stentano a riconoscere nell'altro la persona di cui si sono innamorati e il loro rapporto è pericolosamente vicino a un punto di non ritorno. A un passo dal vuoto, tuttavia, il ricordo di chi erano e una promessa racchiusa in una scatola di lettere custodita da tempo potrebbe salvare il loro amore, e loro stessi. Perché, a volte, l'amore ha soltanto bisogno di ritrovare la strada di casa. 

Già autrice bestseller del New York Times, Colleen Hoover torna in libreria con un romanzo emozionante e viscerale che arriva dritto al cuore. Ai vertici delle classifiche americane, Un ricordo ti parlerà di noi ci rammenta tutte le difficoltà che amare comporta, e gli sforzi necessari per tenere in vita un amore, giorno dopo giorno, e impedire che la vita intorno a noi prenda il sopravvento.


UN'AUTRICE DI SUCCESSO.
E UNA STORIA CHE ARRIVA DRITTA AL CUORE,
CON AUTENTICITÀ E FRANCHEZZA.
DA LEGGERE E DA CONSIGLIARE. 

Di questa bravissima autrice ho letto storie di amori giovani, a volte problematici, ma con quest’ultimo romanzo mi è sembrato di leggere la vita di tante persone innamorate, sposate ma inevitabilmente sull’orlo del baratro quando bisogna affrontare problemi che minano la serenità di una coppia.

La storia è quella di Quinn e Graham e la loro amicizia nasce in modo alquanto romanzato. E questo ci sta tutto: il romanzo è un’opera frutto della fantasia di un autore che può ispirarsi alla realtà, ma in ogni caso crea delle situazioni inverosimili. Quella di Quinn e Graham è alquanto inverosimile. 

Insomma, abbiamo due giovani ragazzi, vittime di un tradimento che potrebbero prendere al volo l’occasione e ripagare i loro partners fedigrafi e invece no. Si prendono tutto il loro tempo per continuare la loro vita dopo essere stati obbligati a cambiare pagina e un giorno si ritrovano, si conoscono, si piacciono e si innamorano.

Quinn e Graham si amano sinceramente, e la loro storia è un balsamo per il cuore. Sono belli, intelligenti, giovani e sono una vera coppia. Ma l’autrice interviene a creare un terremoto nella loro vita. I protagonisti devano affrontare e superare un ostacolo molto grande, devono rivedere i termini della loro vita insieme.
Quando si vive in coppia bisogna comunicare, ballare insieme e come dice Quinn a volte la danza si interrompe. La donna percepisce che il loro matrimonio “… si è affievolito…” a causa di un’assenza che diventa per lei come un terzo incomodo a cui bisogna dar conto di tutte le proprie azioni. Ma in un matrimonio si è in due. Quello che fa uno influisce sull’altro. Il silenzio può essere corrosivo e avere delle conseguenze devastanti. 

Questo romanzo è la narrazione di questo affievolimento raccontato dalla voce narrante di Quinn, che ci racconta il presente e il passato della sua vita, della dicotomia tra un passato pieno di aspettative e di speranze e di un presente che ha completamente cancellato i suoi sogni. Quinn si chiude in se stessa, soffre più di Graham che invece trova, a modo suo, un modo per sfogare questo affievolimento che anche lui percepisce. 

All’inizio pensavo che questo romanzo poteva avere una seconda vita con la narrazione del punto di vista del marito, ma quasi alla fine, l’autrice ci racconta in poche pagine il punto di vista di Graham, che per quanto possa essere giustamente criticato per la sua debolezza, dall’altro si dimostra essere un marito gentile, premuroso, disponibile e, soprattutto, innamorato della donna che ha sposato. Ed è qui che ammetto di aver versato non poche lacrime. 

Il romanzo è narrato in prima persona ed è così possibile calarsi nei panni di Quinn e vivere con lei la sua gioia, il suo dolore, la sua devastazione. Nel suo dolore la donna è pronta a sacrificarsi per dare a Graham una speranza che altrimenti non avrebbe…

“Si innamorerebbe, potrebbe avere un bambino e riuscirebbe a rientrare nel cerchio della vita a cui l’ho strappato”.

A favore delle coppie che vivono momenti di incertezza della loro unione, la Hoover propone una verità a cui, sinceramente, non ho mai fatto caso:

“Il segreto della longevità della nostra unione è che non ci siamo mai arresi contemporaneamente”

Quanto è vera questa frase! 
Una citazione che dovremmo tenere a mente. 
Sempre!

Il romanzo si legge facilmente, la scrittura è scorrevole e semplice. I personaggi secondari sono elementi di supporto soprattutto per Quinn. La trama sottopone all’attenzione del lettore una questione così delicata ed è narrata come se stessimo leggendo il diario dell’autrice, tanto che più di una volta mi sono chiesta se Colleen Hoover si è ispirata a un evento autobiografico o ha trascritto le sensazioni, le emozioni che qualcuno le ha raccontato. Penso che bisogna avere una grande sensibilità per scrivere questo romanzo e se un lettore è stato capace di immedesimarsi nella protagonista come ho fatto io, credo che le capacità narrative dell’autrice debbano ricevere un grande plauso. 
Fortemente consigliato!


Nessun commento:

Posta un commento