Ultime recensioni

lunedì 20 maggio 2019

[Recensione] DI TUTTE LE VIRTÙ - Virginia Dellamore

Dopo avervi presentato la nuova promettente casa editrice, More Stories, oggi Francy vi parla del loro primo romanzo disponibile su Amazon: DI TUTTE LE VIRTÙ di Virginia Dellamore (num de plume di Amabile Giusti)

Genere: Romance Storico
Casa editrice: More Stories 
Data di Uscita: 22 Aprile 2019 
Prezzo: € 12.63 - Ebook 2.99

Sinossi: Prudence Darcy non fa onore al proprio nome: è ribelle, caparbia, impulsiva e desiderosa di vivere intensamente. La madre fa di tutto per tenere a freno le sue stravaganze e ha imposto a lei e alla figlia maggiore, la dolce e bellissima Hope, di conquistare due facoltosi partiti e di fare due matrimoni eccellenti. Ma Prudence è anticonformista anche in questo: ben lontana dal temere la povertà e il disprezzo sociale, non desidera sposarsi per interesse e, anzi, non desidera sposarsi proprio. Il matrimonio, ne è certa, la priverebbe della libertà di cui ha bisogno più della stessa aria.
È con spirito spericolato, dunque, che Prudence si appresta ad affrontare la sua prima Stagione a Londra. Vuole divertirsi il più possibile, vedere luoghi nuovi e conoscere gente interessante, prima di tornare alla quiete del suo piccolo villaggio nel Derbyshire. Durante una festa in maschera ai Vauxhall Gardens, la sua fame di avventura pare trovare pane per i propri denti. Lì, infatti, incontra un uomo affascinante che la incuriosisce molto. Subito avverte una profonda affinità fra di loro: entrambi giovani, entrambi squattrinati, entrambi bisognosi di evadere da una vita di regole e rinunce. Se Prudence credesse al colpo di fulmine e non fosse scettica riguardo all’amore in generale, penserebbe quasi di aver perso la testa per il misterioso sconosciuto dagli occhi blu di cui conosce il nome, Lawrence, e poco altro. Ma Lawrence non è chi le ha detto di essere. Non si chiama neppure Lawrence, e non intende rivelare a nessuno la sua vera identità: quella di Lord Terence Auckland, un duca tutt’altro che povero, con molti ragionevoli motivi per voler mantenere l’anonimato.

Sullo sfondo di una Londra Regency allegra e gaudente, durante una primavera contraddistinta da imprevisti ora divertenti ora pericolosi, la storia di un legame inaspettato e inaspettatamente forte fra due anime più simili di quanto avrebbero mai immaginato.
Potrà, però, un’amicizia nata da una bugia trasformarsi in amore?


Non è il primo romanzo che leggo di Virginia Dellamore, alias Amabile Giusti, e visto che ho sempre adorato i suoi romance storici, ero molto curiosa. Poi quando ho scoperto che questo libro sarebbe uscito pubblicato da una nuova casa editrice (More Stories), fondata da donne e incentrata sulle letture rosa, non potevo non buttarmi subito nella lettura! 

DI TUTTE LE VIRTÙ è un romanzo appassionante, divertente e romantico. La Dellamore, come anche negli altri suoi Regency, ha una scrittura fluida e scorrevole che ti trascina nella lettura e ti catapulta nella storia. Il testo è ricco di dialoghi a volte davvero divertenti, che rendono la narrazione fresca e mai pesante.

Prudence Faith Temperance Darcy, detta Prue, al contrario del suo nome è una ragazza audace e coraggiosa che non riesce proprio a integrarsi con i costumi di una società che per la sua spontaneità la ritiene inadeguata. Prue proviene da una famiglia titolata che però non ha più denaro, dilapidato dal padre. La madre, per ripagare i debiti lasciati dal marito, decide di passare la stagione a Londra con l’intento di far sposare la bellissima e dolce figlia maggiore, Hope, a un duca.
Lord Terence Auckland è il duca più ricco di Inghilterra e, spinto da sua nonna e da un profondo senso di responsabilità, è deciso a passare la stagione a Londra per cercare una moglie che possa dargli un erede. 
Prue, una sera, in barba alle convenzioni, decide di avventurarsi al ballo in maschera ai Vauxhall Gardens dove per caso incontra Terence che la salva da un malintenzionato. Terence però, stanco della riverenza che gli dedicano tutti dopo aver saputo il suo titolo, decide di mentire sul suo nome e dire a Prue di chiamarsi Lowrence, come suo cugino, impertinente libertino.
Da qui si susseguiranno una serie di equivoci e imprevisti che ci porteranno a un dolcissimo lieto fine.

Ho adorato i due protagonisti, Prudence e Terence, così caratterialmente diversi ma che si completano perfettamente. 
Prue che al contrario del suo nome non è per niente prudente, è una giovane stravagante, forte, solare e altruista. Non si può non amare la sua spontaneità, che ti strappa sempre una risata, la sua forza e il suo coraggio. 
Terence non è il classico duca libertino che leggiamo nei romanzi storici e forse per questo l’ho amato ancora di più. È un ragazzo con la testa sulle spalle, ha un profondo senso del dovere e cerca di compiacere sua nonna, l’unica persona che per lui conta. Il suo personaggio è quello che durante il racconto è cresciuto di più prendendo maggiormente coscienza di se stesso. Mi è piaciuto molto come si sia fatto trascinare nelle situazioni più assurde da Prue, uscendone sempre come l’eroe, e come alla fine ha lottato per prendersi la sua felicità.

Bravissima Dellamore-Guisti! Ancora una volta hai saputo regalarmi momenti divertenti e dolci in una storia fatta tutta per sognare.


Nessun commento:

Posta un commento