Ultime recensioni

mercoledì 5 giugno 2019

[Recensione] L'ALBERO DEI DESIDERI - Linda Kent

Ciao amiche Impertinenti.
Oggi vi parliamo di L'ALBERO DEI DESIDERI di Linda Kent. Un romanzo ricco di storia e romanticismo.



Genere: Romance Storico 
Casa editrice:  I Romanzi Mondadori 
Data di Uscita: 5 Gennaio 2019 
Prezzo: Ebook € 2.99

Sinossi: Grant Cameron, direttore della Selby Overseas di Calcutta, è un uomo di successo, stimato da tutti e corteggiato dalle lady inglesi, ma non dimentica il passato che dalla Scozia lo ha condotto in India, né la gratitudine che lo lega a lord Selby. Pertanto, non può rifiutare l'incarico di vegliare sulla giovane figlia dell'amico, anche se i sentimenti che la bellissima Sashi gli suscita nel cuore sono profondi e intensi. Audace, sensibile e intelligente, Sashi rappresenta il suo sogno proibito, conteso da un rivale affascinante e dalla magica atmosfera indiana che circonda la ragazza, rendendola semplicemente irresistibile. Un sogno al quale Grant non è più disposto a rinunciare, neanche a costo della vita.

Due cuori uniti da un unico desiderio


Serie
#2. L’ALBERO DEI DESIDERI


Linda Kent con L’ALBERO DEI DESIDERI torna a confermarsi un’autrice esperta della cui penna è facile innamorarsi. Ancora una volta ci regala, infatti, un piccolo gioiello, ricco di storia, romanticismo e amore.



L’ALBERO DEI DESIDERI è collegato al romanzo “Gelsomino Indiano” pubblicato nel 2018 e, anche se entrambi sono autoconclusivi, leggerli consecutivamente riesce a farti capire meglio la storia e comprendere più a fondo i vari personaggi. Linda Kent per me ha la capacità straordinaria di farti entrare immediatamente nel periodo storico che racconta e, ogni volta che termini di leggere un suo libro, ti rendi conto di sapere qualcosa di più del passato.



Sashi Selby, figlia di lord Rupert Selby (protagonista di Gelsomino Indiano), che nel precedente romanzo era una bambina vivace ma profondamente riservata, è diventata una giovane donna forte e indipendente. Con la sua famiglia si è trasferita a Calcutta, in India, dove il padre possiede una sede della sua azienda tessile. Sin da piccola, ha dimostrato uno spiccato senso estetico e una capacità innata nella scelta di stoffe e sete per confezionare abiti e sari. Per soddisfare la sua sete d’indipendenza, chiede al padre di lavorare nella sua azienda, anche se questo va contro tutte le convenzioni della società inglese in India. Il padre decide di affiancarla al suo braccio destro e amico, Grant Cameron. Tra i due inizialmente non c’è molta simpatia, anzi Grant è molto diffidente, ma con il passare del tempo i due si conoscono meglio e iniziano ad apprezzare le qualità l’uno dell’altra.



Devo ammettere che l’India non mi ha mai attirata come luogo da visitare e la cultura, così lontana dalla nostra, non mi è mai particolarmente piaciuta. Quindi, quando ho iniziato il romanzo e ho capito che era tutto ambientato in India, ero un po' scettica. Invece, la scrittura fluida e coinvolgente della Kent è riuscita ad affascinarmi e a farmi immergere nella lettura.

Sashi è una ragazza forte e indipendente, che dietro la sua bellezza nasconde un’intelligenza e una caparbietà eccezionali. Già mi era piaciuta tanto nel precedente romanzo, ma qua ritrovarla come una donna energica e combattiva me l’ha fatta amare. Le sue insicurezze dovute alle sue origini sono profonde ma adoro la sua caparbietà e la sua bontà.

Grant è un uomo affascinante, all’apparenza freddo, ma caratterizzato da un profondo senso di lealtà. Ha un passato difficile, essendo stato disconosciuto dal padre, ma ho apprezzato la sua bontà celata e la sua devozione verso Sashi.

Non mancano, durante la lettura, momenti di suspance che mi fanno apprezzare maggiormente i momenti romantici rendendoli ancora più teneri.



Che dirvi di più se non di leggere questo romanzo per immergervi tra gli odori e le superstizioni di una Calcutta tutta da scoprire, che fa da palcoscenico a una storia d’amore passionale e romantica.



 .

Nessun commento:

Posta un commento