Ultime recensioni

martedì 4 giugno 2019

[Recensione] TUTTO IL MARE È NEI TUOI OCCHI - SIlvia Ciompi

Buongiorno Impertinenti, 
Dopo il successo di "Tutto il buio nei miei giorni", Alessia vi parla di TUTTO IL MARE È NEI TUOI OCCHI di Silvia Ciompi, in uscita oggi grazie a Sperling & Kupfer. 

Genere: New Adult
Casa editrice: Sperling & Kupfer
Data di Uscita: 4 Giugno 2019
Prezzo: € 17.90 - Ebook € 9.99

Sinossi: Ci sono persone che vedi una volta e ti lasciano subito il segno, come se ti firmassero la pelle con il loro nome e si mischiassero alle tue molecole. Bolognini Mirko, detto Bolo, è una di quelle. Con i suoi tatuaggi sbiaditi, i ricci scombinati e il sorriso più strafottente dell'universo, è entrato nella vita di Gheghe senza avvisare, un pomeriggio d'inverno, mentre fuori il cielo grigio minacciava pioggia, e da lì non è più andato via. E Gheghe non si è nemmeno resa conto di quello che stava succedendo, troppo presa a viverla, la vita, per avere paura. Nessuno dei due aveva mai pensato che amare qualcuno potesse essere così. Così bello, così vero, così pieno di risate, di baci e così doloroso. Anche adesso che sono passati mesi dal loro addio, ogni volta che i loro sguardi s'incrociano è un cortocircuito. Come se nulla fosse cambiato e toccarsi fosse ancora inevitabile. Entrambi sanno di essere troppo diversi per stare insieme: lui fedele da sempre soltanto alla curva dello stadio, perché è lì che ha imparato a camminare, a correre, a guidare il tifo e a prendersi a pugni; lei ai suoi libri, perché è lì che ha iniziato a sognare. Ma l'amore non si può controllare, arriva dritto come un colpo ben assestato che non ti aspetti. Un amore inatteso e travolgente, che sa mordere la vita, come solo a vent'anni si può fare.


Serie
#2. TUTTO IL MARE È NEI TUOI OCCHI


«Non eravamo nulla, io e lei, ma eravamo la cosa meno vicina al nulla che avessi avuto in vita mia.»

Tenetevi forte.
A quasi un anno di distanza dal suo romanzo d'esordio, Silvia Ciompi ritorna con TUTTO IL MARE È NEI TUOI OCCHI e ci riporta nel mondo degli ultras, di Teschio e Camille e di tutti quei personaggi che abbiamo imparato ad amare (alla follia, per quanto mi riguarda).

Lo so a chi state pensando.
Lo so, lo so.
Bolognini Mirko, meglio conosciuto come Bolo, il migliore amico di Teschio. Il ragazzo con il sorriso furbo e i ricci castani che ci aveva già rapito il cuore ne TUTTO IL BUIO DEI MIEI GIORNI. E non solo a noi.
Margherita, detta Gheghe, è appena uscita dalla clinica ed è pronta a iniziare una nuova vita. Sì, una nuova vita, perché dopo i due anni che ha passato in ospedale a causa di un incidente stradale, dopo aver visto Camille scegliere nonostante tutto Teschio e aver lasciato i suoi amici al Santa Cecilia, si ritrova in una realtà totalmente differente. I suoi sono divorziati, può camminare solo con l'aiuto di una stampella ed è catapultata in un mondo senza Bolo.
Scopriamo fin da subito infatti che dopo un loro iniziale avvicinamento in ospedale, mentre lui e i suoi amici andavano a trovare Camille, si sono allontanati e si sono detti addio.
Bolo, dal canto suo, cerca di essere quello di sempre. Gli amici, la famiglia, le partite, gli ultras, le feste, le ragazze... ma la sua mente è sempre rivolta in un modo o nell'altro a Gheghe, alla ragazza del cioccolato che in qualche modo lo ha affascinato.
E già dalle prima pagine ti chiedi che cosa sia successo, perché lo capisci subito che questi due si amano e solo un cieco potrebbe non vederlo.
La decisione di Gheghe di andare a trovare Camille, la sua macchina nuova che si rompe e il messaggio di aiuto a Bolo daranno inizio a pagine piene di emozioni e domande e riposte devastanti.

Come Camille e Teschio, Gheghe e Bolo sono due personaggi complicati, rotti in qualche modo dalla vita, schiacciati, ma che hanno avuto la forza di rialzarsi e continuare a lottare. Sono pieni di rancore, pieni di odio, ma anche pieni di amore. E si amano, nonostante le differenze, nonostante i loro mondi siano distanti, collidano, in un modo così forte e così disperato da far male.

Ovviamente, la vita si metterà in mezzo e allora avrete voglia di lanciare il libro contro il muro per le scelte che continueranno a prendere. E vi verrà voglia di urlare, ma continuate a leggere. Ne vale la pena.

Se con il primo romanzo mi aveva conquistata, TUTTO IL MARE È NEI TUOI OCCHI ha confermato il mio amore per questa scrittrice. Il suo stile duro, realistico, ma anche poetico rende le parole così forti da imprimersi dentro di te.

La scelta poi di dividere la storia tra presente e passato, di narrare sia dal punto di vista di Bolo che di Gheghe, ti tiene incollato al libro per tutto il tempo. Non riesci a chiuderlo fino a quando non leggi la parola EPILOGO, e anche allora vorresti che continuasse.

Questo libro è da leggere!
Assolutamente!
Preparate una playlist con le canzoni di Vasco e dei The giornalisti, un pacchetto di fazzoletti e immergetevi nel mondo di Gheghe e di Bolo. Non ve ne pentirete.

«[…] Hai detto che le nostre vite non sono cambiate, ma la mia dopo di te non è più uguale. Ci provo a farla ritornare come prima, ma ancora non ci riesco.
E mi dispiace di aver scarabocchiato tutto il tuo libro, ma tanto la matita, se vuoi, si cancella.»





 .

Nessun commento:

Posta un commento