Ultime recensioni

sabato 29 settembre 2018

[Recensione] MEMENTO - Laura Pellegrini

Vi siete mai trovati i fronte a qualcosa di così intenso, magnetico e spiazzante da non avere parole per descriverlo?
È successo alla nostra Marty con MEMENTO di Laura Pellegrini.
Ecco a voi la sua recensione!

Genere: Dark Romance
Casa editrice: Self Publishing
Data di Uscita: Luglio 2018
Prezzo: € 2.99

Sinossi: Berlino, novembre 1989
Un bambino della Germania dell’Est vede cadere davanti ai propri occhi il muro che divide la città, lo stesso giorno in cui assisterà alla caduta della propria famiglia.

Costanza, febbraio 1994
Un intero quartiere viene dato alle fiamme. Un uomo ha dato vita alla propria vendetta uccidendo ogni singola persona, tranne una. La colonna di fumo nero si staglia su di un cielo azzurro mentre gli occhi chiari di una bambina piangono lacrime inconsolabili.

Berlino, oggi.
Un fucile di precisione, il tetto di un palazzo, una falce di luna che galleggia nel cielo scuro. E’ notte e fa freddo. Dikran Petrosyan, per tutti Eis, è un sicario, è la mano stessa della morte e non sbaglia mai. Ma ciò che Dikran non sa è che è un uomo braccato. Qualcuno vuole la sua vita, lo stesso qualcuno che vuole vendetta.

Una partita a carte giocata con la morte stessa. Nessun amico, solo nemici e due anime perse che si incontrano tra un passato e un presente che si mescolano in un unico destino.
Può un uomo solo rovesciare le sorti dell’intera Europa? Può il desiderio di vendetta essere superiore a quello dell’amore?

Memento, il nuovo romanzo di Laura Pellegrini.
Si consiglia la lettura a un pubblico adulto e consapevole a causa di scene forti.
Leggi sempre con la testa.




Siamo entrambi perdenti in questa lotta
Che invece di allontanarci ci avvicina, 
invece di separarci ci unisce.
PAZZI, SIAMO QUESTO.
SIAMO FOLLI.

Da quando è iniziata la mia avventura su questo blog, questa è la primissima volta in cui ho aspettato così tanto tempo per recensire un libro…Vi chiedo scusa ma quando a Luglio ho finito di leggere MEMENTO di Laura Pellegrini, la mia reazione è stata esattamente questa: Oh mio Dio!!! Ma non in senso negativo, tutto il contrario. 

Vi siete mai trovati di fronte a qualcosa di così intenso, magnetico e spiazzante da non avere parole per descriverlo? A me questo è successo… Due personaggi che sono degli anti-eroe, che mi hanno affascinata, che mi hanno preso per mano e mi hanno condotto lungo un viaggio tormentato, difficile, dall’odio, dalla vendetta, dal loro inferno personale siamo passati all’amore paradisiaco. 
Dikran, chiamato Eis ghiaccio, è un killer praticamente da sempre, la sua una scelta obbligata: per tutta la vita è stato un leone che ha braccato le sue prede e infine le ha uccise. 
Ora ha quarant’anni e porta addosso tutti i segni della sua tormentata vita, e si trova dall’altra parte della barricata: è vittima, braccato da qualcuno e qualcosa di oscuro ed è costretto a nascondersi.

E arriva lei, Gabriella, Imperia, l’anti-eroina per eccellenza, che ha un corpo mozzafiato, che ammalia chiunque incontra nel suo cammino, che mentre uccide degli uomini canta la filastrocca giro, giro tondo, che ha più scheletri nell’armadio che io vestiti, e bang amore a prima vista.

Sì, perché Laura è riuscita dove le altre hanno fallito, o in poche sono riuscite. Ha creato una protagonista che mi ha letteralmente e completamente fatta innamorare di lei. Contradditoria come solo noi donne possiamo essere, ferita nell’animo e nel corpo, manipolatrice, subdola e sadica, ma che ricerca la stessa cosa che tutte noi ricerchiamo: l’amore, quello paziente, quello che accarezza il cuore e il corpo.

Non c’è nulla di questo libro che non mi sia piaciuto… Lo stile diretto e accattivante, l’alternanza dei punti di vista dei protagonisti, i flash back… ogni singola parola, ogni dialogo, hanno reso questo quadro praticamente perfetto. 

La caratterizzazione psicologica dei protagonisti è magistrale. I sentimenti provati talmente tanti, diversi, contradditori, che ho pensato di essere sotto l’effetto di un incantesimo. Incantesimo creato da Laura che ci prende per mano e ci conduce direttamente all’Inferno per poi salire fino al Paradiso.

Quindi grazie, perché ogni volta sei una conferma. Grazie per Dikran, ma grazie soprattutto per Imperia, mi hai conquistata letteralmente!! E scusa se ci ho messo così tanto a mettere nero su bianco tutte le emozioni provate.

Che dire impertinenti, non fatevi assolutamente sfuggire questo capolavoro e posso garantirvi che non ve ne pentirete!!!



1 commento:

  1. La trama di questo romanzo è davvero avvincente. La tua intensa recensione trasmette emozioni e desta curiosità. Mi piacerebbe conoscere i protagonisti di "Memento" :)

    RispondiElimina