Ultime recensioni

domenica 25 novembre 2018

[Recensione] NON E' DETTO CHE MI MANCHI - Bianca Marconero

Buongiorno amiche Impertinenti, oggi vi parliamo dell'ultimo romanzo di Bianca Marconero, una delle nostre autrici italiane preferite. NON E' DETTO CHE MI MANCHI ci ha incantato con la sua storia dolce e frizzante e sono convinta che farà innamorare anche voi.

Genere: Romance Contemporaneo 
Casa editrice: Newton Compton 
Data di Uscita: 19 Luglio 2018 
Prezzo: €7.43 - Ebook 1.99

Sinossi: Fosco è un giovane programmatore con tre grandi passioni: i videogiochi, il parkour e la sua ragazza Gaia. Per sbarcare il lunario collabora con una rivista specializzata. Dopo anni di convivenza, Gaia esige da lui un gesto maturo. Per non deluderla, Fosco pensa di candidarsi per una promozione, sebbene questo significhi aumentare le ore di lavoro e abbandonare definitivamente il videogioco che sta progettando da anni. Mentre lui è alle prese con i suoi dubbi, tutta la redazione è in fermento per l'arrivo di Emilia, una modella star dei social, che collaborerà con la rivista per qualche tempo. Per Fosco la comparsa della popolarissima influencer non è altro che l'ennesima scocciatura, ma una serie di coincidenze inattese porterà i due ad avvicinarsi e a scoprire un'affinità sorprendente... Chi avrebbe mai potuto immaginare che mondi tanto diversi potessero comunicare e capirsi? Più passa il tempo e più Emilia dimostra di essere l'unica persona che sappia vedere Fosco per quello che è davvero, mentre Fosco, superando i propri pregiudizi, riesce a cogliere la vera natura di Emilia. E, per la prima volta nella loro vita, i sogni non sembrano più tanto stupidi, ma straordinariamente realizzabili.




Come al solito ogni volta che termino un libro della Marconero sono piena di mille emozioni che non so mai se riuscirò a esprimere in una recensione. Esistono tante parole per descrivere un libro che ti cattura pagina dopo pagina, che ti fa ridere e stringere il cuore nello stesso tempo e che ti fa credere che un lieto fine ci sia per tutti, ma è difficile metterle nero su bianco.

NON E’ DETTO CHE MI MANCHI è un romanzo che mi ha lasciata piena di speranze e amore. È la storia di due persone all’apparenza molto diverse ma che nel profondo si somigliano e si comprendono. Mi piace pensare che per descrivere bene questo libro si possano utilizzare tre parole che iniziano per “S”: Sentimenti, Sogni e Speranze.

Pietro Foscarini, detto Fosco, è un programmatore informatico venticinquenne, redattore per una rivista di videogame di Milano.  Ha come sogno nel cassetto quello di creare un suo videogioco ma pensa che sia solo questo: un sogno. Ha una ragazza, Gaia, che ama ma che non gli dà le certezze che lui vorrebbe.
Un giorno, nel palazzo in cui lavora Fosco, arriva la bellissima modella Emilia Levoskova. Emilia, volto noto del web, è il sogno segreto di ogni uomo e per tre mesi lavorerà per una rubrica a “Lollipop” settimanale che si trova nello stesso stabile del giornale di Fosco.
Il primo incontro tra i due non è dei migliori e inizialmente, anche se molto attratti l’uno dall’altra, i due non si sono molto simpatici. Le cose, però, cambiano in fretta e le circostanze li porteranno a conoscersi meglio e a confrontarsi con i loro sentimenti.

Fosco ed Emilia sono due protagonisti complessi che scoprono loro stessi stando insieme. Capiscono che per realizzare i propri sogni, si ha bisogno di una persona accanto che creda in noi prima di noi stessi.
Fosco è un ragazzo dolce, anzi dolcissimo, che non si può non amare. A volte, molto spesso, l’avrei preso volentieri a schiaffi anche solo per svegliarlo e fargli capire la stupidaggine che stava compiendo. È profondamente insicuro e questa sua insicurezza lo porta a prendere delle decisioni davvero cretine che rischiano sul serio di compromettere la sua futura felicità.  Ho amato il suo lato nerd e le sue bellissime magliette da “sfigato”.
Emilia è un personaggio che ho amato dall’inizio alla fine. Anche lei ha delle profonde insicurezze, dovute al modo in cui è stata cresciuta, ma è anche una ragazza forte e determinata. Non si lascia abbattere mai e di fronte alle difficoltà, anche le più piccole, prende in mano la situazione e si rimbocca le maniche per risolvere i problemi.  
Mi sono piaciuti tantissimo i personaggi secondari di Alice e Alessandro che sono sicura insieme faranno fuoco e fiamme.

L’unica piccola pecca di questo romanzo per me è il finale che avrei approfondito maggiormente. Emilia e Fosco sono due protagonisti splendidi che avrebbero meritato un finale da favola. Questo, però, non ha svalutato la bellezza del romanzo che rimane bellissimo.

I romanzi di Bianca Marconero vanno letti sempre e comunque perché regalano mille emozioni e ti lasciano con la sensazione di volerne sempre di più.

PS: Credo di essere una delle poche a cui piace leggere i ringraziamenti alla fine di un romanzo. Per me una storia non è finita fino a quando non ho letto le persone che hanno supportato e sopportato un’autrice mentre scriveva. Devo dire che queste sono diverse dalle classiche e mi hanno colpita molto. Mi hanno fatto adorare il romanzo ancora di più e mi hanno confermato che per scrivere storie così belle e piene d’amore ci vuole una persona splendida e profonda.


Nessun commento:

Posta un commento