sabato 26 maggio 2018

[Recensione] KING - Jenny Anastan

Buongiorno e buon sabato care amiche lettrici,
oggi Maria vi parlerà dell'ultimo romance pubblicato dalla bravissima Jenny Anastan, lo Sport Romance KING.


Genere: Sport Romance
Casa editrice: Self Publishing
Data di Uscita: 15 Aprile 2018
Prezzo: € 10.39 - Ebook € 2.99


Sinossi: Assist. Tiro. Goal. Palla al centro. 
La vita di Alexander King è tutta qui, perlomeno adesso. Il suo mondo è andato in frantumi da poco tempo e, nonostante il successo, vive ogni giorno con un unico obiettivo: essere un bravo papà e giocare al meglio delle proprie possibilità. Non può, non deve lasciare spazio a nessun altro sentimento. Eppure, il destino non sempre tiene conto dei buoni propositi. Thea, la nuova e bizzarra tata di Sophie, scatena in King uno sconvolgimento destabilizzante, tanto da incrinare del tutto le sue certezze. 
Ma è possibile ricominciare a sperare? 
Alexander è pronto a fidarsi di nuovo? 
E se il passato tornasse, presentando conti troppo alti? 
Novanta minuti di gioco a volte sono sufficienti per portare a casa una partita, ma spesso si rischia tutto ai rigori. E quelli fanno male, un male terribile se non si è preparati.




Che bello quando sei una lettrice accanita e scopri una nuova autrice che sa come farti emozionare. È il caso del mio primo incontro con Jenny Anastan, scrittrice che ha già all'attivo numerosi romanzi ma che io, ahimè, non conoscevo.
Premetto che oltre la lettura, tra le mie passioni, rientra il calcio e quindi, quando ho visto che usciva un romance con cui potevo integrarle, beh non c'ho visto più e mi sono catapultata a prenderlo. Scelta azzeccatissima perché King si è rilevata una lettura piacevole, leggera e frizzante. Ma anche se non amate questo sport, e non sapete la differenza tra una punizione e un calcio di rigore, nessun problema, potrete leggerlo lo stesso perché è l'amore il vero tema.

Thea e King sono due protagonisti tosti, entrambi scottati da relazioni passate che, inevitabilmente, hanno lasciato il segno, cicatrici che segnano la fiducia verso nuovi rapporti, che li inficiano di paura.
Si incontrano tramite un amico in comune e tra loro si instaura, fin da subito, un rapporto che va oltre il contratto di lavoro che hanno stipulato. Nonostante, infatti, Thea non abbia le caratteristiche che di solito lo attraggono in una donna, King non può negare che quella ragazza, schietta e dalle forme morbide, lo attiri oltre l'inspiegabile. La passione è tangibile nei loro incontri, lo scambio di battute stuzzicante e provocatorio. È inevitabile che il fuoco divampi spazzando via i buoni propositi di mantenersi a distanza, di rispettare quei confini delimitati nella testa ma che il cuore fatica ad accettare.

Solo sesso, nulla di più, sarà questo il mantra con cui proseguiranno a conoscersi e a condividere momenti anche fuori dal letto, ignorando quel sentimento che pian piano, in sordina, cresce all'interno di entrambi.
Ma il destino è malandrino e allora può capitare che il passato ritorni, che bussi alla porta e pretenda di essere ascoltato, magari perdonato e, per quanto siano forti i nostri protagonisti, per quanto siano tentati di lasciarlo lì sull'uscio, nel limbo dell'incertezza, non possono evitare di girare la maniglia e vedere cos'ha loro da dire e in che modo può condizionare le loro vite.

Ho apprezzato tantissimo il modo in cui l'autrice parla di un tema di cui, purtroppo, si legge e si ascolta sempre meno. Mi riferisco all'Aids, a quella malattia che miete vittime ancora oggi, con dati allarmanti nonostante i media non ne parlino più (ogni ora diciotto bambini sono colpiti da HIV), mi è piaciuta la scelta dello stile con cui la Anastan ne ha fatto menzione, senza essere pesante o melodrammatica ma cogliendo, credo, l'aspetto principale del problema, ossia la superficialità con cui spesso, giovani e non, affrontano la vita sessuale, sotto quel mero pensiero che èa me non succederà mai.

KING è una bella storia d'amore e di vita, una lettura fresca, vivace ma importante che può allietare un vostro pomeriggio piovoso o magari che potete portare in spiaggia se siete tra le fortunate che stanno approfittando del primo sole, un romanzo che di sicuro non vi annoierà e che vi lascerà con un forte senso di aspettativa, com'è successo a me, per la prossima storia, quella tra Gwen e Tommy, che speriamo l'autrice ci sforni al più presto.


Nessun commento:

Posta un commento