Ultime recensioni

lunedì 17 settembre 2018

[Recensione] IL DESTINO A PORTATA DI APP - Eleonora Mandese

Marty questa estate si è imbattuta in Il destino a portata di app di Eleonora Mandese, e le ci voleva proprio una lettura frizzante e divertente come questa! 
Ecco la recensione de Il destino a portata di app di Eleonora Mandese

Genere: Commedia romantica
Casa editrice: Self Publishing
Data di Uscita: Novembre 2017
Prezzo: Ebook € 1.99

Sinossi: Jessica Bonomi è una studentessa fuorisede a Milano. Ossessionata dallo shopping compulsivo e costantemente alla ricerca di soldi che non ha, studia ogni giorno un metodo nuovo per contrarre debiti e allontanare il più possibile l’idea del futuro. Ad un passo dalla laurea non supera il suo ultimo esame e, piuttosto che ammettere di essere un fallimento, progetta di architettare una falsa festa di laurea mentre prova a cercare lavoro. Dopo migliaia di curricula inviati a vuoto e nessun tipo di riscontro, un uomo con dei buffi mocassini color noce si accorge di lei e le lascia il suo biglietto da visita. Adriano Quercetti è il fondatore di Foodster, un’applicazione che promette di partire dallo schermo per far ritornare la gente alla vita reale. Jessica non rappresenta soltanto una novità, ma è qualcosa di diverso che è pronto a scontrarsi con i fantasmi del suo passato riaccendendo in lui ciò che pensava di aver definitivamente perso... Cosa potrebbe succedere se ambizioni e sentimenti si mescolassero, minacciando di cambiare ciò in cui si è sempre creduto? 



Primi di Agosto, caldo torrido, quel caldo che non ti permette di fare nulla e ti toglie tutte le forze… Metteteci anche il trasloco e la mia voglia di leggere era quasi nulla!! Che eresia per me che respiro libri dalla tenera età di nove anni. E così avevo bisogno di un po’ di freschezza e non solo quella del condizionatore. Volevo un libro che mi permettesse di evadere: e così mi sono imbattuta nel libro di Eleonora Madese, Il destino a portata di App.

La trama sembrava abbastanza banale e avevo paura di leggere quei tipici romanzetti che lasciano spesso il tempo che trovano. E invece mi sono ricreduta… Lei, Jessica, studia scienze della comunicazione (la mia laurea :D), siciliana, ma vive a Milano. Ha una GRANDE difetto… è malata per lo shopping, online o in negozio, lei deve assolutamente comprare, ne va della sua stessa vita. È piena di debiti, non passa il suo ultimo esame prima della laurea, mente ai genitori, ed è alla ricerca di un lavoro.

E poi un giorno si scontra letteralmente con Adriano Quercetti, in toto la sua nemesi: indossa dei mocassini imbarazzanti, non ha il gusto nel vestire, e ha creato Foodster, un’applicazione che ha l’ambizione di portare le persone dallo schermo alla vita reale. Lui le chiede aiuto per far sì che l’app venga finanziata.

La cosa bella di questa libro è quello che ci sta dietro, il messaggio. Nella società moderna siamo tutti sempre di corsa, non abbiamo tempo e non ci fermiamo mai un secondo. La nostra vita si basa oramai prevalentemente sui social network: alzi la mano chi non ha un profilo su Facebook, Instagram, o Twitter? Siete mai saliti su un tram? Che domande immagino di sì… la gente è completamente assorta sui propri telefonini, non ci si guarda più in faccia. Si hanno milioni di amici virtuali che di noi sanno solo quello che mostriamo virtualmente.

E Jessica e Adriano sono completamente gli opposti… e a loro succede ciò che l’applicazione si pone come obiettivo: avvicinare persone che apparentemente sembrano non avere niente in comune.
Pur essendo un romanzo rosa, leggero e frizzante, grazie allo stile, mi è piaciuto per il messaggio che ha dietro: la paura di non piacere, di essere inadeguati ad una società che corre sempre, e la continua lotta che ognuno di noi combatte per apparire al meglio sempre e comunque. I due personaggi mi sono entrambi piaciuti, Jessica per le sue ansie e insicurezze, e Adriano per la sua forza nel lottare in qualcosa in cui crede, per essere un insolito “bello” dei libri a cui siamo abituate!!

Se avete voglia di leggere qualcosa di leggero ma non banale dovete assolutamente leggerlo!



Nessun commento:

Posta un commento