Ultime recensioni

venerdì 22 giugno 2018

[Review Party] PER IL MIO AMORE, WHISKEY - Kandi Steiner



Buongiorno amiche lettrici.
Oggi ospitiamo il Review Party dedicato a PER IL MIO AMORE, WHISKEY di Kandi Steiner.
Xania lo ha letto e recensito per noi! ♥



Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Always Publishing
Data di Uscita: 7 Giugno 2018
Prezzo: € 13.90 - Ebook € 5.99

Sinossi: Dieci anni d’amore, di perdita, di amicizia, di cuori infranti e di emozioni da gustare fino all’ultima goccia.

Dal primo momento in cui incontra Jamie, Breck sa che la sua vita non sarà più la stessa.
Quel ragazzo dagli occhi ambrati diventerà il suo Whiskey, una irrinunciabile dipendenza.
Mese dopo mese, anno dopo anno, errore dopo errore, la loro amicizia si fa sempre più complicata, e la loro attrazione sempre più inarrestabile.
Ma cosa fare quando il tempo e le circostanze sembrano essere sempre avverse? Quanto duramente e quanto a lungo una donna può lottare per riappropriarsi del cuore dell’uomo che da sempre le appartiene?

Una storia cruda, appassionata e straziante, in cui il destino giocherà a tirare i fili del vero amore, in un turbinio di emozioni. travolgenti.

Ci vuole più coraggio ad ammettere di amare qualcuno e di voler lottare per lui, che a lasciarlo andare per soffrire di meno.


Quando penso a questo romanzo, la prima cosa che viene in mente è il motto Carpe Diem...

PER IL MIO AMORE, WHISKEY è un romance scritto da Kandi Steiner edito Always Publishing. Romanzo leggero e godibile fa vivere al lettore gli alti e bassi di una storia d’amore che ricorda una dipendenza dal sapore alcolico che ti entra nel sangue e ti intossica, anche se nella realtà, stai cercando di raggiungere tutt’altra direzione. 

I protagonisti sono B (ossia Breck) e Jamie. Breck rimane colpita da questo bel ragazzo fin dal primo incontro, ma il destino vorrà che il loro rapporto sia prima di tutto un’amicizia che poi sfocerà in un’altalena di combinazioni, tutte dettate da Breck e dalla sua insicurezza, dalla sua testardaggine, dalla sua vita che non le ha regalato molti momenti tristi. Breck non ha molta fiducia nel destino e si sforza di voler far svolgere gli eventi come le dice la mente mentre il suo cuore reclama un uomo che, quando si rende disponibile, lei lo allontana cadendo in un pozzo di tristezza. Non ho mai letto di tanto autolesionismo che mi porta a provare non poca compassione per questa ragazza e mi auguro vivamente che tanta caparbietà non diventino atteggiamenti reali in nessuna perché porta con sé tanta amarezza.

Jamie è questo ragazzo dagli occhi color whiskey che piace a tutti. Non è un santo, ma quando apre il suo cuore lo fa senza guardarsi indietro. Lui rincorre il suo destino, lo vuole abbracciare, lui c’è ma qualcosa lo devia dal raggiungimento della felicità. Il comportamento di questo ragazzo, le sue parole, le sue azioni sono perfettamente descritte dall’autrice come causa di dipendenza, come quella che lo può essere dall’alcool, perché un uomo così giovane (neanche trentenne!) che è così fedele e devoto non lo si trova altrove.

Il romanzo è scritto in linguaggio semplice, la trama offre alti e bassi in grandi quantità, in poche parole non ci si annoia. La lettura presenta spunti di riflessione sul significato della famiglia, del ‘treno che passa una sola volta nella vita’, della ricerca della felicità, dell’abuso di alcool, ma anche dell’ostinazione.

Trovo che in alcuni punti ci sia un po’ troppo melodramma, non trovo le scene passionali eccessive o torbide, e condivido una rabbia estrema nei confronti della protagonista e di una ricerca di autolesionismo

‘… una ferita che mi ero inflitta da sola...’

che mi spiego solo perché B è immatura e nel caso specifico perché la storia familiare di B è tristissima.

Ecco un altro paperboy che ci rimarrà nel cuore. Godetevelo!



Nessun commento:

Posta un commento