martedì 26 giugno 2018

[Recensione] PERCHÉ LA NOTTE APPARTIENE A NOI - Amabile Giusti

Oggi Martina ci parla di un romanzo che l'ha incantata, una storia d’amore ricca di pathos e sensualitá, di pericolo, di legami con la propria terra e con il passato…
Vi lascio alla recensione di PERCHÉ LA NOTTE APPARTIENE A NOI di Amabile Giusti.

Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Amazon Publishing
Data di Uscita: 22 Maggio 2018
Prezzo: € 9.99 - Ebook € 3.99


Sinossi: La luce dell’aurora e il gelido buio dell’Alaska: sono Mira e Kade

L’inverno in Alaska è spietato: lo sa bene la giovane Mira Kendall che non si è mai allontanata da Noweetna, un villaggio di trecento anime. Per affrontare il buio perenne di quelle latitudini, la ragazza si è creata un piccolo mondo interiore ricco di luce: legge tantissimo, colleziona fiocchi di neve e sogna di vivere un grande amore romantico.
L’arrivo di Kade scuote ogni suo equilibrio. Lui è un trentenne tanto bello quanto inquietante: ha i capelli lunghi, un occhio verde e uno nero, strani tatuaggi perfino sul viso e sulle mani, e un pessimo carattere. Non socializza con nessuno, vive da solo su una vecchia barca arenata e nasconde di sicuro un terribile segreto.
Impossibile per loro non incontrarsi, così com’è impossibile per Mira non trovarsi combattuta fra due emozioni opposte. Una parte di sé disapprova Kade per i suoi modi sgarbati, e l’altra è irresistibilmente attratta dal suo fascino feroce e dal mistero che lo avvolge.
Lentamente, l’iniziale reciproca antipatia si trasforma in un sentimento inatteso, tanto profondo da travolgerli entrambi. Ma Kade ha troppe cose da nascondere. Quando il suo passato torna a minacciarlo, diventa necessario fare una scelta dolorosa che potrebbe separarli per sempre.

Una storia passionale e sensuale sullo sfondo di una terra selvaggia, fra due anime più affini del previsto, dapprima ostili, dubbiose, rabbiose, e poi follemente bisognose, gelose e affamate d’amore.



Leggere per me è un po’ come respirare, non riesco nemmeno a immaginare la mia vita senza i libri, che sono il mio porto sicuro, il mezzo per evadere dalla realtà. Sono una lettrice che segue la pancia, il cuore e le emozioni. 

Ve la ricordate la mia recensione super negativa di “Vieni a vedere perché”?? Bene archiviatela, e leggete questa. 
Cara la mia Amabile ho sempre sostenuto che sei una bravissima scrittrice, che metti passione e sentimento nel tuo lavoro e nelle tue storie e con questo tuo ultimo lavoro mi hai davvero incantata.

PERCHÉ LA NOTTE APPARTIENE A NOI sembra quasi una favola dove ogni più piccolo dettaglio, l’ambientazione, i personaggi e lo stile narrativo così suggestivo, si incastra alla perfezione creando un puzzle magnifico.

Pronte a venire in Alaska?? Si, avete capito bene. Precisamente a Noweetna, un paesino di appena trecento abitanti, dove tutti conoscono tutti, dove la neve è praticamente perenne, il ghiaccio è spesso e duro, il buio nero e totalizzante.

Qui farete la conoscenza di Kade, burbero, maleducato, sboccato, capelli lunghi, e gli occhi di due colori diversi, che scappa da un passato oscuro e che si trova costretto a vivere in questo ambiente difficile.
Mira Kendell è nata qui, sogna il principe azzurro dei romanzi che legge segretamente dalla madre, colleziona fiocchi di neve (si avete capito bene), ha una madre malata e un padre che è scappato abbandonandole.
Si incontrano, si conoscono, si desiderano, ma non vogliono e non possono stare insieme, negano entrambi i loro sentimenti.
Come può una principessa delle nevi essere attratta dall’orco cattivo? Iniziano una storia che è solo sesso, ma sapete anche voi come sia difficile scindere le due cose.

Kade è in realtà un’anima fragile, che davanti ai suoi sentimenti si trasforma in un piccolo cucciolo. Mira sembra vulnerabile, piccola e ingenua, ma che ha la forza di un lupo e il coraggio di un leone.

Il passato tornerà inevitabilmente a bussare e chiedere il conto: che cosa succederà?? Per scoprirlo non vi basta che leggerlo.

Amabile ha scritto davvero una magnifica favola, creando qualcosa di magico che mi ha risucchiata. La scelta dell’ambientazione è stata la chiave di volta di questo romanzo: l’Alaska con la sua immensità, il freddo, il ghiaccio, mi ha stregata, l’aurora boreale credo sia uno dei più spettacolari doni che la natura abbia da offrirci e spero un giorno di avere l’onore di poterla osservare dal vivo.

È una storia d’amore, ricca di pathos e sensualitá, di pericolo, di legami con la propria terra e con il passato… leggetela, leggetela e ancora leggetela e vi assicuro che non ve ne pentirete! Finisco ringraziando l’autrice sperando non sia ancora troppo arrabbiata con me per la precedente recensione. ♥


Nessun commento:

Posta un commento