Ultime recensioni

mercoledì 16 maggio 2018

[Recensione] NEI MIEI OCCHI IL TUO CIELO - Danielle Younge-Ullman

Buongiorno Impertinenti, 
ecco a voi la recensione di NEI MIEI OCCHI IL TUO CIELO, romanzo Young Adult di Danielle Younge-Ullman edito Piemme, scritta dalla nostra new entry Paola!

Genere: Young Adult
Casa editrice: Piemme
Data di Uscita: Febbraio 2018
Prezzo: € 17.00

Sinossi: Ingrid ha trascorso l'infanzia viaggiando in Europa al seguito della mamma, una promettente cantante lirica. Ma quando il sipario cala sulla carriera materna, Ingrid si ritrova di colpo incastrata in una modesta, soffocante quotidianità, sempre sull'orlo del collasso economico ed emotivo. Un giorno, Ingrid scopre che la musica, che aveva sempre considerato solo il contrappunto alla vita di sua madre, è vitale anche per lei. Per poter perseguire i propri sogni, Ingrid dovrà dimostrare di essere abbastanza forte da reggere la pressione e per farlo dovrà trascorrere tre settimane in un campo estivo ai limiti della sopravvivenza, fisica e mentale.







Come mi succede sempre, ho scelto questo libro per il titolo e, come spesso accade, non mi sono pentita, anzi, NEI MIEI OCCHI IL TUO CIELO è stata una piacevole scoperta.

La storia diversa dalle solite lette e rilette, affronta sentimenti ed emozioni forti. Una madre e una figlia conoscono il successo e il declino. La figlia impara a vivere in punta di piedi per non turbare mai il precario equilibrio della madre, una bellissima cantante d'opera che nel momento in cui raggiunge le vette del successo a causa di una malattia è costretta a lasciare le scene. Con la malattia della mamma, Ingrid vede cambiare la sua vita e si ritrova a diventare grande. 

Il romanzo va avanti per flashback, Ingrid ricorda la sua infanzia felice sotto i riflettori e la sua adolescenza triste fatta di momenti di forte depressione della mamma. 
Mentre Ingrid ricorda e scrive il suo diario, la madre decide di spedirla con altri ragazzi per il campeggio Peak Wilderness. I partecipanti si trovano davanti delle prove da affrontare in condizioni psicofisiche difficili. 
Con il passare dei giorni Ingrid imparerà a convivere in particolari situazioni e soprattutto ad essere una persona indipendente, senza condizionamenti, uscendo dall'ombra della madre. Inizia a vivere di luce propria senza sensi di colpa.

I personaggi sono ben descritti, sono reali, tutti con una proprio personalità ed un ruolo ben definito all'interno della storia, ognuno di loro è utile e necessario alla vicenda. Attraverso di loro si toccano temi molto delicati e profondi della nostra attuale società, disagi che riguardano sempre più spesso i giovani. 

Non è un romanzo che ho amato da subito, me ne sono innamorata pagina dopo pagina. Inizialmente c’erano troppe situazioni lasciate in sospeso, ma poi il racconto attraverso i flashback ha il potere di catturare l'attenzione e di rapirti all'interno della storia. 
Piano piano tutti i tasselli tornato al loro posto e la storia si lascia amare nella sua profondità.


1 commento: