domenica 15 aprile 2018

[Recensione] MAGNIFICO ASSEDIO - Emily Pigozzi

Forse forse avrei scelto un’altra copertina!

Genere: Contemporary Romance
Casa editrice: Self Publishing
Data di Uscita: 15 Gennaio 2018
Prezzo: € 8.56 - Ebook € 1.99

Sinossi: Con lui ho capito cosa significa il termine passione, il godimento più puro, che è ancora più speciale perché si fonde con qualcosa a cui non sono ancora riuscita a dare un nome. Forse è l’amore, ma chi l’aveva mai provato davvero? Nei ragazzi che ho conosciuto finora non c’era niente del mare di forza, di dolore e di vita bruciante che Fabrizio porta con sé. E l’incredibile è che lui non se ne accorge nemmeno. Non si accorge che con lui sto cambiando il mio modo di essere, e la cosa mi esalta e mi terrorizza. Siamo chiusi in questo assedio, ancor più mentale che fisico, a testare i nostri limiti, a sfidarci, a imparare a comprendere la nostra capacità di amare…
Per Fabrizio Brandi, ex parà della Folgore e ora ispettore di polizia della Criminalpol, il lavoro è la cosa più importante e lo basa totalmente sull’ istinto: lui è la carta pazza, quella che sconvolge tutto e va oltre le regole senza farsi domande. Almeno finché il suo nuovo incarico non lo mette alla prova: Nina Orlando, giovane e bellissima, è la figlia di un importante uomo d’affari divenuto collaboratore di giustizia, e Fabrizio viene assegnato alla scorta che dovrà accompagnarla al sicuro in una località sconosciuta. Nina è viziata, ribelle, abituata ad avere tutto ciò che desidera, ma anche terribilmente sensuale. Lontani dai loro mondi e costretti a stare insieme i due non potranno che fare scintille, in un crescendo di attrazione impossibile da controllare…





MAGNIFICO ASSEDIO di Emily Pigozzi è un romanzo self che narra la storia, abbastanza movimentata, di una ricca ragazza destinata a un servizio di protezione da eventuali minacce mafiose e di un poliziotto testamatta che deve farle da scorta. Due personalità forti appartenenti a due mondi diversi: quello di Nina che è tutto lusso, soldi e frivolezze e quello di Fabrizio che è arrabbiato e si sfoga con chiunque non gli chiede di mettere in gioco i suoi sentimenti. Il romanzo è narrato a pov alternati che lega benissimo i punti di vista dei protagonisti.

Nella fredda Germania i due ragazzi si incontreranno a metà strada. Il romanzo racconta di diverse provocazioni, alterchi perché entrambi sono costretti a vivere una vita che non vogliono, senza una spalla a cui appoggiarsi. Poco alla volta però l’intolleranza e la rabbia scemeranno e un sentimento più chiaro, più umano, unisce i due ragazzi. Contravvenendo alle regole del suo ruolo, Fabrizio riconosce che, al di là dell’apparenza di ragazzina viziata, Nina è una brava persona, spaventata dalla nuova situazione che l’ha colta impreparata e che la spinge a comportarsi in maniera aggressiva. Fabrizio è molto paziente, sebbene non sia un tipo facile e malleabile.

“L’amore non è che ti avverte. Non è mai giusto o sbagliato… capita e basta” dice Irene, una delle poche amiche di Fabrizio. Ed è vero. In questo romanzo quando i due protagonisti svelano ciò che provano per l’altro diventano come due calamite che si attraggono. Anche quando sono lontani per l’evolversi della storia, non c’è un momento in cui i loro pensieri non si rincorrono, non si cercano per potersi poi trovare. Nina e Fabrizio sono diventati l’uno l’àncora dell’altro e sono pronti per iniziare un futuro insieme.


MAGNIFICO ASSEDIO è un romanzo che mi è piaciuto, ma con moderazione. Applaudo però la descrizione di questa comunione di sensi che spoglia i protagonisti dei loro personaggi alquanto stereotipati per far emergere due persone che si sono realmente conosciute quando hanno iniziato a sentire liberamente i loro sentimenti, a dichiararli e a curarli per poterli far diventare il faro della loro vita futura. Essere ottimisti è sempre una piacevole fonte di piacere, nella vita reale che in quella romanzata! Buona lettura.


Nessun commento:

Posta un commento