venerdì 13 aprile 2018

[Recensione] FELICITÀ - Eva Polanski

Care Impertinenti, 
oggi Marty ci parla di FELICITÀ di Eva Polanski, un romanzo uscito a novembre per Edizioni Piemme
Ecco a voi la recensione!

Genere: Narrativa
Casa editrice: Piemme
Data di Uscita: Novembre 2017
Prezzo: € 18.50

Sinossi: L'ingrediente speciale di un matrimonio felice è... un gatto. Anzi, due. Se, dopo molti alti e bassi, Eva ha sposato il suo amore Jeremy è anche merito dell'influenza magica e positiva di Luna e Chopin, i suoi adorati gatti. Adesso le cose in Maremma, dove vivono, vanno a gonfie vele, Eva si occupa del ristorante che gestisce con la sua amica Ingrid, Jeremy dei suoi vigneti, e insieme si prendono cura della loro bambina di quattro anni, Viola.
Ma perfino l'amore che sa resistere alle grandi tempeste può entrare in crisi per le burrasche quotidiane. E contro lo scompiglio portato da una ragazzina in piena crisi adolescenziale, anche i poteri rasserenanti di Luna e Chopin sembrano crollare. La quindicenne è Olimpia, nipote di Eva, venuta a stare dagli zii per un anno, mentre i genitori sono in America. La sua presenza ingombrante porta alla luce le incomprensioni sopite della coppia e fa salire la tensione.
Eppure, come spesso succede ai giovani, sotto la maschera di scontrosità e indifferenza di Olimpia, si nasconde un animo sensibile, intelligente e desideroso d'amore. Non è un'impresa facile, però, farlo sbocciare, e sono molti i guai e gli equivoci che la ragazza provoca.
Sull'orlo di una crisi matrimoniale, Eva si rivolge ancora una volta alle presenze rassicuranti dei suoi maestri zen: Luna, Chopin e un nuovo cucciolo, per ora senza nome, che cercherà di mettere pace nel cuore turbolento di Olimpia e di riportare così la famiglia sulla strada della felicità.




Quando ho iniziato a leggere il libro mi aspettavo il classico romanzo leggero e invece mi sono imbattuta in qualcosa di speciale. E’ la storia di Eva e Jeremy una coppia normale, sposata da sette anni. Hanno una figlia di cinque anni Viola, un vulcano di energia come le bimbe di quell’età. Lei ha un ristorante e lui si occupa della vigna in Maremma e della cascina e spesso è in viaggio per lavoro.



Credevo di leggere la solita storia e il solito libro ma dall’inizio alla fine ho respirato normalità, quotidianità… Ci sono i problemi di tutti i giorni, ci sono i litigi, le differenze caratteriali, l’abitudine che dopo tanti anni può subentrare e come accade in tutti i matrimoni ci sono le crisi che vanno affrontate senza nascondere la testa nella sabbia come gli struzzi.

Il tutto contornato da un entourage di personaggi folli e reali che ho amato alla follia: le amiche Paola, Marta, Elena e Ingrid, mogli e madri anche loro e alle prese con la vita di tutti i giorni. C’è Gina che dispensa consigli a destra e a manca sulla vita e soprattutto sul matrimonio e sul valore che esso ha. Lorenzo, il veterinario del paese e follemente innamorato di Eva. Silvano il tuttofare e il braccio destro di Jeremy. Abbiamo Fungo il suocero ed Elvira la moglie di trent’anni più giovane ed ex di Jeremy. Luna il gatto bianco di Eva che ha con lei un rapporto speciale…ho amato alla follia i dialoghi fra le due. C’è anche Chopin, il gatto adorato di Jeremy.

E come se tutto ciò non bastasse nella vita della coppia, irrompe anche Olimpia la nipote quindicenne di Eva che rende la loro già difficile vita ancora più caotica e frenetica. Perché loro due non sono ancora pronti a questa adolescente problematica e difficile che ha solo bisogno dell’amore e delle attenzioni che la sua famiglia non le ha mai dato. Lei è il ricordo di quella parte della nostra vita che spesso ci dimentichiamo, quello dei dubbi, della scoperta della propria identità, dei litigi per avere la propria autonomia. E proprio Eva sarà l’aiuto alla coppia, insieme ad un piccolo micio che mostrerà alla famiglia che la felicità sta nelle piccole cose, che non esiste la vita perfetta, la coppia perfetta, e il matrimonio perfetto. Ma esiste quella cosa che si chiama vita che va vissuta fino in fondo, con i suoi alti e i suoi bassi e quando si incontra qualcuno che la rende meno imperfetta, beh, allora bisogna davvero tenerselo stretto.

Ho amato ogni singola pagina, ogni singolo momento di questo libro. L’ho amato per la sua verità, la sua realtà. Perché racconta di una coppia normale, di una vita normale. Mi sono immedesimata nel personaggio di Eva che affronta tutte le paure tipiche di una madre e di una moglie e che si sente inadeguata al ruolo. Ho ammirato Jeremy per la sua forza e il suo carattere e per l’amore che prova per lei. Consiglio questo libro a tutti coloro che vogliono leggere finalmente qualcosa di vero e reale non i soliti romanzi rosa stereotipati dove l’amore è solo fiori cuore ed amore.



Nessun commento:

Posta un commento