Ultime recensioni

sabato 3 febbraio 2018

[Recensione] VORREI AVERTI QUI PER SEMPRE - Katie Ashley


Biker sì, Biker no, questo è il dilemma!

Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Newton Compton Editori
Data di Uscita: 9 ottobre 2017
Prezzo: € 5.99 ebook

Sinossi: 
Dall’autrice bestseller del New York Times e USA Today
Da quando suo padre è stato assassinato in servizio, l'agente Samantha Vargas è determinata a sconfiggere i criminali della droga. Quando il suo partner accetta il caso degli Hells Raiders, Samantha accetta di andare sotto copertura con lui fingendosi la sua donna, ma si ritrova ad essere attratta dall'uomo su cui sta indagando.
Benjamin "Vescovo" Malloy ha lavorato duramente per costruirsi una posizione sia dentro che fuori dal mondo dei biker. Di giorno lavora come meccanico, e trascorre le notti a ricostruire motociclette con la speranza di possedere un giorno un'officina tutta sua. Dopo aver preso sotto la sua ala uno dei nuovi membri del club, il Vescovo si scopre sempre più attratto dalla sua ragazza.
Anche se ha deciso di abbattere i Raiders, Samantha scopre che il loro mondo non è l'inferno che pensava. E quando la posta in gioco si alza, rischia di perdere molto di più del suo cuore.

Katie Ashley è autrice bestseller di New York Times, USA Today e Amazon. Vive vicino Atlanta, Georgia, con sua figlia Olivia e due cani molto viziati. Ha insegnato inglese per anni e ha smesso nel 2012 per dedicarsi alla scrittura.

Vicious Cycle Series: 
#1. L'amore ha i tuoi occhi  

#2. L'amore ha il tuo sorriso 

#3. Vorrei averti qui per sempre


Titubo forte su questo romanzo. VORREI AVERTI QUI PER SEMPRE di Katie Ashley è un vero yo-yo: ci sono passaggi che leggi tranquillamente e altri invece che sobbalzi come quando prendi una buca sull’asfalto in macchina.

Partiamo dal fatto che il mondo dei biker è un mondo a parte, separato con una gestione interna, per me, alquanto incomprensibile. Ma questa è la storia e va bene, accetto di leggerla. Mi manca, però, a volte la connessione tra gli eventi, diciamo pure la plausibilità di alcune azioni che sembra forzata nel nome della trama. Romanzo rocambolesco in alcuni punti ma alla fine piacevole.

La storia è quella dell’agente Samantha che si infiltra in una banda di biker che vuole iniziare ad agire in modo ‘pulito’ e, se dapprima ha il compito di trovare indizi che potessero accusare i membri della banda di agire in maniera illegale, alla fine si ritrova a cercare elementi che difendano la stessa banda. Tutto nel nome di Reverendo – i suoi fratelli si fanno chiamare Vescovo e Diacono, non vorrei dire, eh – membro della famiglia a capo del clan che fa perdere la testa a Sam. Tante bugie vengono raccontate, mischiate ad altrettante verità, scene di sesso ma anche di sparatorie, insulti, etc… fino a quando non si realizza il romance.

Samantha è un bel personaggio, anche se a volte è al di sotto delle sue possibilità. Donna forte, coraggiosa, intraprendente ma a volte ingenua e semplice, tratti che cozzano con la sua grande femminilità. Sa adeguarsi ai vari contesti e ha decisamente gli attributi. Benjamin, o Reverendo che si voglia dire, è il biker con un sogno, è il latin lover che trova in Samantha la donna che gli impone fedeltà e amore così che anche lui possa aspirare a farsi una bella famiglia come i fratelli. Diciamola tutta però, il ragazzino ha preso poche sberle da bambino perché in alcuni punti il suo comportamento è puerile e sembra essere il piccolino di famiglia che viene viziato fino agli eccessi. Per i miei gusti, è out!

Alla storia romance, piena di tutte le sfumature possibili, si apre poi lo scenario suspense che a volte ci sta, altre volte sembra inappropriato perché, almeno così è successo a me, la scena dell’imboscata era prevedibile e non stonava nella trama, ma la reazione che hanno avuto i personaggi è stata inopportuna. Della serie, non mi puoi cadere dal pero se poi fino a qualche ora prima sapevi benissimo che poteva succedere una catastrofe. Mah, alcune volte non capisco le scrittrici: se sono prima loro che hanno bisogno di una pausa per non fare passi falsi o siamo noi lettori che abbiamo bisogno di cambiare genere ogni tot libri per poter poi apprezzare quello che leggiamo.

I personaggi secondari sono variegati e appartenenti a tutte le diverse possibili varietà umane, anche se i biker tendono ad essere fatti con lo stampino – ho lo sguardo assassino, ma il cuore d’oro.

Romanzo a tre bacchette, ci poteva essere qualcosa di buono tra di noi, ma la scintilla non è scoccata!



Nessun commento:

Posta un commento