Ultime recensioni

giovedì 30 novembre 2017

[Recensione] VERSO LA BASE di Kate Stewart

Oggi la nostra Xania ci parlerà di VERSO LA BASE, 1° capitolo della serie Sport Romance "Balls in play" di Kate Stewart edito dalla Triskell Edizioni.

Genere: Sport RomanceRomance Contemporaneo
Casa editrice: Triskell Edizioni
Data di Uscita: 25 Settembre 2017
Prezzo: € 10.98 - Ebook € 4.99


Sinossi: Alice Boyd si è trasferita a Charleston per diventare un’istruttrice di volo, pensando di trovarsi a vivere un’esperienza alla Top Gun, ma scoprirà molto presto che la realtà è ben diversa. 

Nonostante tutto, è determinata a fare di ogni giorno il migliore della sua vita, soprattutto dopo essere finalmente riuscita a sottrarsi al controllo della madre, un po’ troppo opprimente.
Vuole sperimentare tutto ciò che la nuova città ha da offrire, inclusa la squadra di baseball e il suo lanciatore di punta, Rafe Hembrey.



Rafe non è pronto per i sentimenti che Alice risveglia in lui. È ancora in attesa della convocazione nella Major League, e quella in corso dovrebbe essere la sua stagione decisiva. Eppure scopre che c’è qualcos’altro nella sua vita che può renderlo felice…

Serie "Balls in play"
#1. VERSO LA BASE
#2. Major Love

VERSO LA BASE è il primo volume della serie dal titolo Balls in play. Ergo, ho scelto di leggere questo romanzo perché è uno sport romance, perché mi manca da morire leggere romanzi con protagonisti sportivi, ma il motivo principale è che sono in grave astinenza da un’autrice, per me fantastica, come Jaci Burton. Conclusione: continuo ad essere in astinenza.

Rafe è il nostro campione di baseball, carriera altalenante, il successo sembra avvicinarsi, poi si allontana e poi e poi e poi. È bello, è un dongiovanni che all’improvviso mette la testa a posto. Alice è la protagonista femminile. Mai nome fu più adatto a questa donna che sembra aver iniziato a vivere da quando si è trasferita, da quando si è allontanata da una madre superoppressiva. Insomma, sta vivendo in un mondo di meraviglie come se non sapesse cosa significasse essere donna, essere un’umana che ha vita propria, libera ed indipendente. Ecco, questo stile di vita non avrebbe niente di negativo se solo non fosse associato ad una donna che è un pilota. Cioè, stiamo parlando di un mestiere che è quasi solo ed esclusivamente maschile, indi per cui dovremmo avere davanti a noi una donna ‘superaccessoriata’ che sa cavarsela con un solo movimento del sopracciglio. Invece, Alice è accompagnata nel giorno più bello della sua vita ogniqualvolta le accade qualcosa di femminile, di vivo. Non so come spiegarlo. Sembrano essere due lati di una medaglia, fatta di due parti completamente distinte e separate. Ho fatto fatica a starle dietro a volte.

Rafe è un personaggio un po’ anonimo per me. Non mi ha rapito, non ho apprezzato i suoi bei bicipiti, neanche quando fa il romanticone tutto cuori e fiori. Insomma, sin dalle prime pagine sono stata prevenuta e mi sono portata dietro questa sensazione.
L’amico di baseball, la parente ‘tifosa’, l’innamorata cronica sono i personaggi secondari che fanno da contorno ai nostri protagonisti ma non fanno la differenza. Ci sono, ma se non ci fossero, la trama non perderebbe contenuti.

Non leggo fervore o passione tra le righe del romanzo. Una trama alquanto piatta come se stessimo leggendo non una storia che deve appassionarci ma la descrizione della vita di due persone che si sono incontrate, si sono piaciute, ecc.

Non conoscevo Kate Stewart e questo battesimo non è stato soddisfacente. La storia mi è sembrata troppo semplice, troppo ‘già letto, già sentito’, troppo surreale in alcuni punti. In breve, non mi è piaciuto né lo consiglierei calorosamente.


mercoledì 29 novembre 2017

[Segnalazione] BACIAMI SOTTO LA NEVE DI NEW YORK di Catherine Rider

Esce domani, per la Newton Compton, una storia d'amore tutta natalizia: BACIAMI SOTTO LA NEVE DI NEW YORK di Catherine Rider.

Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Newton Compton
Data di Uscita: 30 Novembre 2017
Prezzo: € 10.00 - Ebook € 4.99

Sinossi: È la vigilia di Natale all’aeroporto JFK di New York. Charlotte è una studentessa inglese, in attesa del suo volo verso casa. Ha passato il peggior semestre della sua vita e non vede l’ora di lasciare a terra il malumore. Anthony è un newyorkese DOC e sta aspettando la sua ragazza per farle una sorpresa. Quello che non sa è che sta per essere lasciato, proprio in mezzo alla folla. Quando il volo di Charlotte viene cancellato a causa di una bufera, la ragazza si rassegna a trascorrere la notte in giro, in compagnia di Dimentica il tuo ex in dieci semplici step, il libro che ha appena acquistato al duty free, e di Anthony, che proprio non se la sente di tornare a casa. I due trascorreranno insieme la notte, chiacchierando e cercando di riprendersi dalle loro sconfitte sentimentali. Pian piano, grazie all’incanto della neve e alle luci magiche della città, la sofferenza lascerà il posto a qualcosa di nuovo nei loro cuori. Ma una corsa in metropolitana potrebbe impedire loro di rivelare quello che provano davvero: riusciranno a ritrovarsi prima che il volo di Charlotte parta per sempre?

La Grande Mela riuscirà a riparare due cuori infranti?
Una storia romantica per chi sa scovare la magia nei fiocchi di neve

«Ho amato ogni minuto speso in questa lettura. L’alchimia tra Charlotte e Anthony è adorabile.»

«Adoro le storie romantiche ambientate a New York, 
le descrizioni delle luci e delle strade sono meravigliose.»

«Mi sono immedesimata subito nei protagonisti 
e mi ha scaldato il cuore seguire le loro vicende a spasso per la Grande Mela.»


[BlogTour] LE FRAGILITÀ DEL CUORE di Susan Elizabeth Phillips - 3^ TAPPA: Approfondimento personaggi


Buongiorno e benvenuti alla 3^ tappa del BlogTour dedicato all'ultimo romanzo della bravissima Susan Elizabeth Phillips, ploclamata da molte lettrici come la Regina del Romance.

Oggi noi Impetineti avremo il piacere di presentarvi meglio i personaggi di LE FRAGILITÀ DEL CUORE. ♥


Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Leggereditore
Data di Uscita: 16 Novembre 2017
Prezzo: € 16.00 - Ebook € 4.99

Sinossi: Annie Hewitt è un’attrice con poca fortuna, arrivata a Peregrine Island nel bel mezzo di una violenta tempesta di neve. Avvilita e al verde dopo aver speso tutti i risparmi per esaudire gli ultimi desideri della madre malata, non le rimane altro che una fastidiosa polmonite, due valigie rosse piene di burattini e un vecchio cottage, dove si nasconde una misteriosa eredità che potrebbe risollevare le sue finanze. Ma le giornate a Peregrine saranno tutt’altro che semplici per lei: destreggiandosi tra una vedova solitaria,

una bambina muta e degli isolani ficcanaso, Annie scoprirà di essere impreparata ad affrontare la vita su quell’isola così fredda, selvaggia e inospitale. A complicare il tutto, l’inaspettato incontro con Theo Harp, l’uomo che le aveva spezzato il cuore quando entrambi erano solo adolescenti, diventato oggi uno scrittore solitario di romanzi horror. Ma quell’uomo sarà ancora temibile come lei ricorda o sarà una persona nuova? Intrappolati insieme in un’isola innevata al largo della costa del Maine, Annie non potrà più scappare dal passato e dovrà decidere se dare ascolto alla sua testa oppure al suo cuore...



Ironia, passione e mistero per una storia emozionante e ricca di sorprese.


Per parlare dei personaggi di un libro credo sia fondamentale provare a dargli un volto, quindi partirò con il presentarvi il MIO Theo Harp. Si, inizio dal personaggio maschile perché, diciamoci la verità, è sempre il nostro preferito nei romance, l'oggetto delle nostre fantasie, l'uomo su carta che incarna le caratteristiche di quello che vorremmo fosse il nostro ideale e che tanto fatichiamo a trovarlo nella vita reale. Per quanto riguarda Theo, il protagonista di questo romanzo, ho avuto un flash mentre leggevo. Fa la sua prima apparizione sulla scala del suo "castello", la sua tenuta, con indosso un panciotto grigio perla, un foulard da collo bianco come la neve e dei pantaloni scuri infilati in un paio di stivali da equitazione in pelle nera aderenti sui polpacci... ed io ho avuto una visione: lui!





Non mi chiedete perché in un romance contemporaneo il protagonista appaia vestito così, non vi svelerò nulla. Se siete curiose dovrete scoprirlo da sole leggendo questo bellissimo romance. Non sono cattiva, ve lo assicuro, mi ringrazierete ! ;) 
Ma veniamo a noi...

THEO HARP

34 anni, capelli nero corvino, occhi di un blu pallido e regale, il viso cesellato e solenne, Theo Harp è un uomo che di certo non passa inosservato. 
Unico erede della florida azienda di famiglia e beneficiario di un fondo fiduciario notevole, Theo ha scelto di intraprendere la corriera di scrittore di romanzi horror. Si è trasferito a Villa Harp a Peregrine Island, un'isola sperduta del Maine, dopo aver perso la moglie e per scrivere il seguito di Il manicomio, suo primo pubblicato, diventato un best seller.
Alto, slanciato ed elegante Theo ha un fascino oscuro e un atteggiamento un po' burbero. Il suo modo di fare è una forma di protezione dal mondo. Segnato da molte perdite, la vita di Theo non è stata facile o rosea ma ritroveremo in lui una grandissima voglia di vivere e di amare.

ANTOINETTE HEWITT

Annie è una ragazza di 33 anni. Alta, magra, con grandi occhi nocciola e una chioma scompigliata castano chiaro che si arricciava a suo piacimento. Laureata in arti drammatiche, si è trascinata per i primi 10 anni dopo la laurea da un'audizione all'altra, nella speranza di poter diventare un giorno una grande attrice. Avendo però ricevuto negli anni solo piccole parti in spettacoli secondari, finisce per lavorare come ventriloqua in spettacoli educativi per bambini.
Si trasferisce a Moonraker Cottage su Peregrine Island, unica eredità lasciata dalla famiglia, dopo essere rimasta senza lavoro e sobbarcata da debiti in seguito alla lunga malattia della madre. Annie è una sognatrice, una donna che vede il buono in ogni persona, ma decisa a trovare il suo posto nel mondo. 


Non perdete le altre tappe del BlogTour! 

27/11 Focus-on - l'autrice e i suoi libri imperdibili → Il Colore dei Libri
28/11 Citazioni & Teaser → Leggereromanticamente
29/11 Approfondimento personaggi → Le lettrici impertinenti
30/11 Recensione → Le recensioni della libraia
01/12 Playlist & Test → Il Salotto del Gatto Libraio


martedì 28 novembre 2017

[Segnalazione] DREAM. DESIDERIO D'AMORE di Karina Halle

Esce oggi DREAM. DESIDERIO D'AMORE, 6° libro della serie Contemporary Romance "Dream" di Karina Halle

Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Newton Compton
Data di Uscita: 28 Novembre 2017
Prezzo: Ebook € 0.99


Sinossi: Lachlan McGregor e Kayla Moore hanno combattuto così duramente per il loro lieto fine, che un Natale perfetto dovrebbe essere scontato. E invece, nonostante Edimburgo sia meravigliosa sotto le feste, i problemi stanno per arrivare. Non che a Lachlan e Kayla manchino le scintille: la loro passione è così ardente da far sciogliere persino la neve. Ma lei sente la mancanza di sua madre a San Francisco e lui continua a essere tormentato dai suoi demoni (che con il punch natalizio sono anche parecchio su di giri). Quelle che si preannunciano saranno vacanze molto movimentate… Ma la magia del Natale ha sempre qualche asso nella manica.

Una cosa è certa: sarà un Natale indimenticabile

Serie "Dream"
#1. Patto d'amore
#2. Offerta d'amore
#3. Gioco d'amore
#4. Bugie d'amore
#5. Debito d'amore
#6. DESIDERIO D'AMORE

 . . . . .

[Segnalazione] IL DIAVOLO IN PRIMAVERA - Lisa Kleypas

Esce oggi IL DIAVOLO IN PRIMAVERA, il 3° libro della serie Historical Romance "The Ravenels" di Lisa Kleypas

Genere: Romance Storico
Casa editrice: Mondadori
Data di Uscita: 28 Novembre 2017
Prezzo: € 13.00





Sinossi: 
Londra, 1876. 
A differenza di tutte le debuttanti londinesi, la bellissima Lady Pandora Ravenel non sogna di frequentare balli e trovarsi un marito. Preferisce di gran lunga dedicarsi ai suoi affari. Ma la sua strada si incrocia con quella di Gabriel, Lord St. Vincent, impenitente libertino, altrettanto determinato a non essere ingabbiato in un matrimonio. E per entrambi sarà la scoperta di un brivido fino allora sconosciuto...


Serie "The Ravenels"
#1. Il libertino dal cuore di ghiaccio
#2. Una moglie per Winterbourne
#3. IL DIAVOLO IN PRIMAVERA
#4. Hello Stranger

 . .

lunedì 27 novembre 2017

[Anteprima] SO TUTTO DI TE di Clare Mackintosh

Arriverà il 23 Gennaio SO TUTTO DI TE, il nuovo Thriller di Clare Mackintosh: serrato, appassionante e carico di tensione, è stato per settimane in testa alle classifiche inglesi, confermando Claire Mackintosh come una delle voci più efficaci del thriller psicologico al femminile.

Genere: Thriller Psicologico
Casa editrice: De Agostini
Data di Uscita: 23 Gennaio 2018
Prezzo: € 17.00

Sinossi: Quando la sera torni da lavoro. Quando, passo dopo passo, percorri la strada di sempre. È allora che diventi la sua preda.
E se un giorno come tanti, tornando a casa in metropolitana, vedessi la tua foto sul giornale? È quello che accade a Zoe Walker, mamma quarantenne e divorziata di due figli adolescenti. Quando riconosce se stessa nello scatto pubblicato nella sezione annunci personali della Free Press della sua città, Zoe avverte un brivido alla schiena. Cosa ci fa su quelle pagine l’immagine rubata e fuori fuoco del suo volto non più giovane, accompagnata da un misterioso, e inaccessibile, indirizzo web? Ma le brutte sorprese, per Zoe, sono appena cominciate. Qualche tempo dopo, infatti, sullo stesso giornale appare la foto di un’altra donna, corredata dalla solita scritta: quellachestaicercando.com. Pochi giorni e la stessa donna viene ritrovata morta alla periferia di Londra, strangolata da un killer senza nome. Adesso Zoe ne è certa: qualcosa di molto sinistro si nasconde dietro le foto e il sito web che le fa pubblicare. Per il suo compagno e per la polizia si tratta di coincidenze, opinabili somiglianze senza significato; ma mentre il conto delle vittime sale inesorabilmente, l’idea che quella di Zoe possa non essere soltanto paranoia si fa strada nella mente dell’agente Swift, impulsiva e abile detective in cerca di riscatto. 

Serrato, appassionante e carico di tensione, So tutto di te è stato per settimane in testa alle classifiche inglesi, confermando Claire Mackintosh come una delle voci più efficaci del thriller psicologico al femminile.

[Anteprima] AL MOMENTO GIUSTO, NEL POSTO SBAGLIATO - Elle Casey

Dopo il successo di L'UOMO GIUSTO, AL NUMERO SBAGLIATO (qui la nostra recensione), il 5 Dicembre tornerà Elle Casey con AL MOMENTO GIUSTO, NEL POSTO SBAGLIATO, 2° libro della serie Contemporary Romance "The Bourbon Street Boys".

Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Amazon Crossing
Data di Uscita: 5 Dicembre 2017
Prezzo: € 9.99 - Ebook € 3.99

Sinossi: La vita di Jenny è tutto fuorché eccitante, tra giornate passate incollata al computer a scrivere programmi informatici e serate trascorse spiaggiata sul divano a guardare ore e ore di documentari sugli animali. Del resto per una madre single con tre marmocchi l’avventura e il romanticismo sono un vago ricordo e un lontano miraggio. Quando perciò sua sorella le propone una consulenza per la Bourbon Street Boys, l’agenzia di sicurezza privata per cui lavora da due mesi, Jenny pensa che May sia impazzita. Già le sembra assurdo che la sua sorellina debba dare la caccia a dei criminali, come può immaginare di mettere in pericolo anche la propria vita? Peccato che nella squadra ci sia Dev, un energumeno con un fisico da sballo e una fossetta che sembra essere stata messa lì solo per invogliarla a gettare ogni cautela al vento. Sarà il momento giusto per correre qualche rischio?

Serie "The Bourbon Street Boys"
#2. AL MOMENTO GIUSTO, NEL POSTO SBAGLIATO
#3. Wrong Question, Right Answer
#4. Wrong Turn, Right Direction  

L'autrice
Elle Casey è una prolifica autrice americana di bestseller. Vive nel sud della Francia con il marito, tre figli e molti amici a quattro zampe.

 .

sabato 25 novembre 2017

[Recensione] SCEGLI ME - Valentina Ferraro

Buongiorno Impertinenti, oggi vi parlo di un romanzo di cui mi sono letteralmente innamorata. SCEGLI ME di Valentina Ferraro, primo libro della trilogia "Matching Scars", uscito con la casa editrice Les Flâneurs!

Genere: New Adult
Casa editrice: Les Flâneurs Edizioni
Data di Uscita: Luglio 2016
Prezzo: Ebook € 0.99

Sinossi: Caterina fa parte della Roma “bene”: guida una macchina da snob, frequenta l’università privata più prestigiosa della sua città, il suo ragazzo è un nobile ed è circondata da una realtà frivola che le calza a pennello. O almeno è quello che ha sempre pensato, finché il padre non la convince a trasferirsi a Orlando per frequentare il secondo anno di università alla UCF dove sarà costretta a fare i conti con la sua vera natura. La sua vita verrà stravolta in meno di 24 ore senza che abbia nemmeno il tempo di smaltire il jet-lag. Le basterà posare gli occhi sul bel vicino di casa per rimettere in discussione la sua vita troppo perfetta e già programmata. «Lui è proprio il tipo di ragazzo dal quale devi stare alla larga», l’ammonisce suo padre non appena scendono dal taxi. Già, perché Benjamin Carter ha tutta l’aria del ragazzaccio che fa fare cose stupide alle ragazze intelligenti.

Tutti credono che sia abituato a ottenere quello che vuole: le donne gli cadono letteralmente ai piedi, è il miglior studente del suo corso, ha fondato e canta in un gruppo rock che sta diventando sempre più popolare a Orlando. Cosa potrebbe mai volere di più dalla vita? Eppure manca qualcosa. Manca qualcuno capace di fargli accettare che nella vita non è sempre per forza o tutto bianco o tutto nero, che gli tenga testa, che faccia cadere la maschera dietro la quale si nasconde da tutta la vita, perché è più facile così. E, a quanto pare, quel qualcuno ha due occhi gialli da gatta selvatica e un accento sexy da perdere la testa. Riuscirà a mettere da parte il suo carattere irruente per conquistare la bella straniera che lo tiene a debita distanza e che sembra essere caduta dal cielo proprio nel momento in cui aveva più bisogno di lei?

Serie "Matching Scars"
#1. SCEGLI ME
#1,5. The Other Side - Quello Che Non Vedi
#2. Quanto dura per sempre?
#2,5. Solo una volta
#3. Fino alla fine del mondo


Dopo mesi in cui iniziavo a leggere un libro senza mai riuscire a finirlo, per un motivo o per l’altro, ho trovato un romanzo che non solo mi ha tenuta sveglia la notte, ma mi ha anche lasciato così tante sensazioni che ho gli occhi umidicci, il cuore che batte forte e una voglia insana di urlare al mondo di leggerlo!

La colpa di questa lettura la devo a due amiche, blogger presso Il rumore dei libri. Vanessa e Tiziana come delle vere fangirl della serie hanno cominciato a raccontarmi la trama, a spiegarmi perché la Ferraro ha conquistato i loro cuori e a minacciarmi di leggerlo altrimenti mi spoileravano il finale. Devo dire che riuscirebbero a vendere ghiaccio agli eschimesi... l’acquisto è stato immediato e la sera stessa ho iniziato "Scegli me".
Premessa per chi “odia” le serie o ha paura della lunghezza dei libri: i tre romanzi hanno gli stessi protagonisti, presi però in momenti diversi della loro vita. Non ho ancora avuto modo di iniziare il seguito, ma anche solo leggendo Scegli me #1 non si rimane con la bocca asciutta e non c'è un cliffhanger epico. 


"Scegli me" è la storia di Caterina, ragazza della Roma bene, figlia di un chirurgo plastico, orfana di madre, che si trasferisce per un anno di studio in Florida. Affitta una camera in uno splendido appartamento che condividerà con due coinquiline, Jess e Erika. Quello che non si aspetta è di trovarsi due vicini di casa che le sconvolgeranno il mondo. Mark e Ben sono fratelli, il primo solare e sempre pronto allo scherzo, l’altro più tenebroso e chiuso. Cat è subito attratta da Ben che sembra odiarla ed entra in sintonia con Mark. Entrambi suonano in una band che pian piano sta avendo successo. Insomma belli, simpatici, tenebrosi e pure musicisti… i guai sembrano davvero dietro l’angolo. Il problema qual è? Cat ha uno splendido fidanzato che l’aspetta a Roma, Leo, figlio di un conte, a cui è legata da ben cinque anni.

L’avventura di Cat sul suolo americano inizia così e più il tempo passa e conosce i suoi nuovi amici, più la voglia di restare è tanta. Ma come può mandare all'aria una relazione di cinque anni? Come può abbandonare il padre a Roma?

Le pagine sono tante, ma la storia non annoia mai. L’amore, l'amicizia, i litigi, i momenti felici si alternano così bene che non ci si rende davvero conto di aver letto per ore. È una storia che sa di vero, nonostante situazioni improbabili. La carica sessuale, l’attrazione esplosiva tra Cat e Ben che man mano cresce è quello che fa muovere il lettore e lo tiene incollato. Non so voi, ma io quando leggo romanzi di questo genere mi tengo con gli occhi fissi sulle pagine finché finalmente i due protagonisti si mettono insieme. Qui dobbiamo davvero resistere a lungo, ma è la cosa che mi è piaciuta di più: l’ansia, l’attesa, il nervoso. Volevo urlare a entrambi: MA SIETE SCEMI?! AMATEVI!

Valentina Ferraro è stata perfida, ma nel senso buono. Senza esagerare ha creato una storia dove i due protagonisti tengono davvero le carte in mano e il lettore non può che appassionarsi al loro gioco.

I personaggi secondari non giocano un ruolo di secondo piano ma diventano una vera famiglia, sono parte della storia, perché Cat e Ben non sarebbero loro senza gli amici. Mark diventerà il migliore amico di Cat e il loro rapporto è qualcosa di assolutamente speciale, probabilmente tutti lo sogniamo.

L’ambientazione americana mi è piaciuta moltissimo, il doppio point of view è stato perfetto. La testa di Cat rimane comunque molto più divertente! La adoro, adoro la sua confusione, la sua ironia, la sua sensibilità. Mi sono davvero sentita vicina a lei. Ben rimane più distante, ma è l’uomo che tutte vorrebbero.

Insomma questo romanzo mi è davvero piaciuto. Lo stile della Ferraro è super, praticamente leggi lei o leggi una americana tradotta e non ti rendi conto della differenza. Di solito le italiane esagerano, inseriscono un linguaggio semplice per poi mettere una parola che stona o usare troppe subordinate. Invece no, qui la Ferraro è stata perfetta, niente da invidiare alle straniere. Brava, brava e ancora brava.

Ora, come dicevo: il primo romanzo ha una fine. Ho pronto il secondo… ma non mi sento ancora psicologicamente preparata. Non perché non voglia, ma perché le emozioni del primo e il suo finale sono state così intense e magnifiche che ricominciare alla “sofferenza” del cuore non mi ispira al momento. Forse è un controsenso, ma vedetela così: voglio far stare ancora un po’ sereni e innamorati Ben e Cat!!!!

Non vi rimane che iniziare il romanzo e mi raccomando: ascoltate su Spotify la playlist fatta dall’autrice! È una combinazione che vi fa vivere la storia ancora di più!!

Detto questo, leggete immediatamente Valentina Ferraro perché VE LO DICO IO! È un ordine! 


 . . . .

venerdì 24 novembre 2017

[5 Cose Che...] i 5 autori di cui ho più libri

Benvenuti al nuovo appuntamento con la rubrica "5 Cose Che..."
Oggi vorrei parlarvi dei 5 autori di cui ho più libri!

Questa deliziosa rubrica è stata ideata dal blog Twins Books Lovers


Confesso: oggi l'argomento della rubrica sarebbe dovuto essere "5 libri in cui i personaggi hanno nomi strani o impronunciabili" ma io sono un casino con i nomi, non li ricordo mai e quando ne trovo uno strano o impronunciabile finisco per ribattezzarlo. :P
Ho deciso quindi di recuperare un vecchio argomento, 5 autori, o meglio autrici, che sono più presenti nella mia libreria.
Per libreria solitamente si intende quella fisica, elencherò gli autori di cui ho comprato più cartacei ma non è detto che non ci siano altri titoli nel mio lettore e-reader... la situazione alla fine si è fatta difficile ma ecco a voi la mia lista!

- 1 - 
LAURELL K. HAMILTON

La cara e dolce Laurell Kaye Hamilton è senza ombra di dubbio l'autrice di cui ho acquistato il maggior numero di libri. Con le sue due serie Paranormal Romance (la serie di Anita Blake e la serie di Meredith Gentry) sono arrivata ad avere un totale di 23 cartacei e 7 ebook.... e non sono serie concluse (povere le mie tasche)!


- 2 -
J.R. WARD / JESSICA BIRD

Zia Ward si aggiudica il 2° posto con 18 cartacei (tutti della serie La confraternita del pugnale nero e la sua serie spin-off Gli eredi della confraternita del pugnale nero) e 7 ebook (i contemporanei firmati come Jessica Bird). Anche per La confraternita del pugnale nero parliamo di una serie non conclusa che, a differenza della Hamilton, continuerò a comprare rigorosamente in cartaceo e in edizione Mondolibri (non riesco ad aspettare l'uscita dell'edizione Rizzoli, anche se ammetto di essere rimasta a The King, quindi tutta questa fretta non dovrebbe esserci). :P 


- 3 -
COLLEEN GLEASON

Al 3° posto c'è la mia adorata Colleen Gleason, con 15 cartacei e 2 ebook. Questa autrice ha creato una delle serie Paranormal Romance che più amo, L'eredità dei Gardella, pubblicata dalla Newton Compton. Da qualche anno ha iniziato ad autopubblicarsi in Italia per permettere alle sue lettrici, anche alle "capre" come me che in inglese fanno pena e misericordia, di continuare a leggere i suoi bellissimi romanzi. :P
Questa autrice è molto prolifica e ha creato tantissime serie favolose che purtroppo ancora non abbiamo avuto il piacere di avere qui in Italia. Continua però la pubblicazione in Self della serie spin-off La saga dei Gardella: Macey e di una serie Distopica e Paranormal molto bella dal titolo I diari delle tenebre, iniziata sempre con la Newton Compton con lo pseudonimo di  Joss Ware.


- 4 - 
SHERRILYN KENYON & KRESLEY COLE

Al 4° posto, a pari merito, ci sono Sherrilyn Kenyon, con la serie The Dark-Hunter e la serie spin-off Chronicles of Nick, e Kresley Cole, con la serie Gli immortali/The Immortals after Dark, con un totale di 14 cartacei. 
Entrambe sono serie Paranormal Romance pubblicate con la Leggereditore e purtroppo interrotte. 


- 5 - 
LARA ADRIAN & JEANIENE FROST

Sempre a pari merito, al 5° posto ci sono Lara Adrian, con la serie La Stirpe di Mezzanotte, e Jeaniene Frost, con la serie Night Huntress e la serie spin-off Night Prince, con un totale di 13 cartacei. 
Anche per queste due autrici, le cui serie sono state pubblicate qui in Italia dalla Leggereditore e dalla Fanucci, purtroppo troviamo il muro delle serie interrotte. (sigh)


Menzione d'onore
CHARLAINE HARRIS

Per la menzione d'onore non potevo evitare di citare Charlaine Harris, che si difende benissimo con i suoi 12 cartacei + 2 ebook per la serie che mi ha fatto innamorare del genere Paranormal Romance: il Ciclo di Sookie Stackhouse, da cui è tratta la serie TV True Blood con Anna Paquin, Alexander Skarsgård, Stephen Moyer e Joe Manganiello. ♥




Quali sono gli autori più presenti nelle vostre librerie?

L'appuntamento con la rubrica "5 Cose Che..." è per il prossimo venerdì.

A presto!

[Lucca Comics&Games 2017] LICIA TROISI E LE SIGLE DEI CARTONI ANIMATI + INTERVISTA

Amici Impertinenti, 
durante il Lucca Comics&Games di quest'anno la Mondadori ci ha dato la possibilità di incontrare l'amatissima Licia Troisi, da poco in libreria con il secondo capitolo della saga del dominio: Il fuoco di Acrab. Ma noi impertinenti insieme alle nostre amiche de  Il bello di esser letti potevamo davvero limitarci a farle qualche domanda?! Ecco che, rimanendo in tema fiera del fumetto, abbiamo sfidato Licia a suon di sigle dei cartoni animati! 
Come sarà andata? Scopritelo da voi!



ORA, ditemi che non siamo le sole a volere un #duets tra Licia e Cristina!
Veniamo ora all'intervista (quella vera!).
Prima una rinfrescatina sulla saga del dominio:

Le lame di Myra. La saga del Dominio. 1

Sinossi: Dopo l'apocalisse dei Cento Giorni d'Ombra, il Dominio è stato quasi interamente ricoperto di ghiacci e nevi. Solo le terre più a Sud rimangono temperate e rigogliose, mentre a Nord si muovono popoli in costante lotta per la sopravvivenza, spesso in guerra tra loro. La grande federazione di clan agli ordini di Acrab ha però un sogno molto più grande che la conquista di un pezzo di terra. Lui non vuole solo trovarsi uno spazio all'interno del Dominio, ma vuole rovesciarlo, distruggendo il potere dei maghi detti Camminanti. La loro magia, infatti, sfrutta la sofferenza degli Elementali, che i Camminanti hanno ridotto in schiavitù, mentre Acrab immagina un regno dove umani ed Elementali convivano. La strada per arrivarvi, però, passa attraverso la conquista dei numerosi regni che compongono il Dominio, una cruenta battaglia dopo l'altra. In prima fila nell'esercito di Acrab vi è Myra, che il comandante ha salvato dall'arena degli schiavi e cresciuto come una figlia. La sua abilità con i walud, le spade a forma di mezzaluna, ha assicurato all'esercito di Acrab la vittoria in più di un'occasione. Ora, però, Myra ha un'altra e più personale battaglia da combattere. A differenza di quanto ha sempre creduto, ha scoperto infatti che la sua famiglia non è stata uccisa per una disputa sulla terra, ma per un segreto che porta alla morte chiunque ne venga a conoscenza. Myra parte così alla ricerca della verità...



Il fuoco di Acrab. La saga del Dominio. 2

Sinossi: Myra ha creduto al sogno di Acrab, il condottiero che sta abbattendo uno dopo l'altro i regni del Dominio delle Lacrime. Ha creduto alla possibilità di un mondo senza schiavi, senza regnanti crudeli e maghi spietati, dove esseri umani ed elementali potessero vivere liberi e in pace. Per questo è diventata la guerriera più abile dell'esercito ribelle, per questo le sue lame a forma di mezzaluna hanno falciato nemici e sparso sangue, per questo ha rinunciato a tutto quello che non fosse guerra, combattimento e morte. Adesso, però, Myra ha capito che Acrab le ha mentito. Che è stato lui a uccidere suo padre e che l'ha salvata dall'arena e cresciuta come una figlia solo per usare il suo potere di Liberatrice. Dopo aver incontrato l'elementale che protegge la spada sacra di Phylaitek, Myra ha infatti scoperto di essere l'eroina destinata a cambiare il mondo, esattamente quello che Acrab vuole. Aiutata dai suoi nuovi compagni di viaggio, il mago Puro Kyllen e la giovane schiava Marjane, Myra intraprende così un nuovo viaggio attraverso il Dominio delle Lacrime alla ricerca del proprio destino, spazzando via guerrieri e mostri che cercano di sbarrarle la strada. Ma se riuscirà ad arrivare ad Acrab superando le sue difese, sarà in grado di uccidere l'uomo di cui è segretamente innamorata?



Come fai a destreggiarti tra tutti i personaggi che hai inventato? Ti capita mai di confonderti o dimenticare il loro aspetto?
Sì… mi capita tantissime volte di fare confusione sugli aspetti fisici dei miei personaggi, soprattutto quelli che non sono i protagonisti principali. Il problema è che non prendo mai appunti e certe volte devo andare a ricercarmi il colore degli occhi o quello dei capelli. A periodi arrivo perfino a pensare di trovare qualcuno che faccia questo lavoro -divertentissimo…!- di spulciarsi tutti i miei libri e farne delle microschede dei personaggi: colore degli occhi, quello dei capelli, altezza, corporatura…

E come decidi le loro caratteristiche fisiche? 
Mi ispiro tanto agli attori. Per esempio, il tizio sulla copertina di Acrab è un attore - invecchiato - che si chiama Tom Riley e faceva Leonardo Da Vinci nella serie tv Da Vinci’s Demons. Sia l'attore che la serie tv mi hanno ispirato tantissimo nella creazione della Saga del Dominio e di Acrab stesso. 
Proprio per questo, quando mi hanno chiesto delle indicazioni per la creazione della copertina del secondo volume, ho proposto una foto di Tom Riley.
L’illustratore è stato molto bravo a rappresentarlo e a rendere lo sguardo così intenso… E c’è una cosa divertente: se si prova a mettere vicino questa copertina a quella del primo volume in cui è rappresentata Myra... gli sguardi sono puntati l'uno sull'altro. In pratica sembra che si guardino in cagnesco. 

I tuoi personaggi sono complessi, ma lo sono altrettanto i tuoi mondi. Ti capita di confonderti tra un mondo e l'altro? 
A differenza del lavoro che svolgo sui personaggi, sui “mondi” sono molto metodica. Ad esempio, per la Saga del Dominio ho un compendio di circa trecentosessanta pagine in cui ho scritto tutto. Ho analizzato ogni terra, ogni regno, con le rispettive caratteristiche della flora, della fauna, della popolazione, della religione e della lingua. Ho anche il dizionario con le parole inventate che uso nel libro con relativa traduzione. È stato un lavoro grande, ma ogni volta che serve posso accedervi e avere tutto sotto controllo.

Quanto tempo ci hai impiegato a scrivere il compendio? 
Più o meno tre-quattro mesi. Poi ovviamente l’ho pensato su un arco di tempo un po’ più lungo, man mano che mi venivano le idee me le appuntavo. Tutto sommato il Dominio è il mondo più complicato che ho fatto finora. 
Quando ho cominciato a scrivere le Cronache ero divorata dalla voglia e dall'urgenza di scrivere, e questa cosa me la sono tirata dietro anche per tutte le altre cose venute dopo. Col Dominio mi sono invece abbandonata al piacere di perdermi anch'io nel mondo.

Sofferenza e solitudine sono i due temi centrali della saga del dominio. Ci sono altri sottotemi che potremmo analizzare qui insieme? 
Penso che sia innanzitutto l’opera di destrutturazione della povera Myra. All’inizio del libro è, tutto sommato, un personaggio abbastanza chiuso in sé stesso e completo. Crede di sapere “chi è”, o perlomeno si è “costruita” in un certo modo. Ha trovato il suo posto nel mondo ed è più o meno soddisfatta. 
Però poi intervengono degli elementi che la costringono a rivedersi completamente. Tutta la Saga è sostanzialmente questo: la perdita di tutti i punti di riferimento che ha. 
Inoltre mi interessava raccontare del rapporto “malato” tra due persone che sono strettamente interdipendenti e che hanno costruito la loro vita l’uno sull'altro. Sembra una cosa più evidente in Myra che ha avuto come punto di riferimento per tantissimo tempo Acrab, ma in realtà è vero anche per Acrab. 
Sono entrambi soli. Non riescono a liberarsi di questa dipendenza di cui soffrono e si fanno del male. È una cosa che può verificarsi anche nei rapporti "padre-figlio""madre-figlia". Un pericolo che si può correre quando si è genitori è considerare un figlio come una tua creatura, una porzione di te. Non bisogna mai dimenticare che il compito di un genitore è quello di “assistere” alla crescita di un figlio, allo sviluppo della sua personalità. 
Ovviamente questa cosa non si verifica tra Acrab e Myra dal momento che lui la considera proprio una sua creatura, un suo possesso esclusivo.

...E infatti Myra non riesce a staccarsi da lui neanche nei momenti più cupi. 
Quando tu hai costruito te stessa intorno a una persona, e poi ti rendi conto che le cose non stanno nel modo in cui hai sempre creduto, penso che sia comunque difficilissimo staccarsi. 
Nel caso di Myra ancora più difficile perché lei ha solo lui. 
Mi interessava analizzare questo aspetto della crescita: il momento in cui devi staccarti dai tuoi “maestri”, dai tuoi genitori, e devi trovare la tua strada e costruirti come persona, da sola. Questo è fondamentalmente nel percorso di Myra, e degli altri miei personaggi che l’hanno preceduta. Probabilmente perché i miei libri sono dei romanzi di formazione: raccontano la crescita.

Anche Kyllen è un personaggio che perde i suoi punti di riferimento, ma allo stesso tempo è più veloce di Myra a ritrovare la sua strada. 
Kyllen ha anche una storia meno tragica di quella di Myra quindi è relativamente più facile per lui. 
È indubbiamente un personaggio più “risolto”. Anche lui ha avuto i suoi maestri ma li ha abbandonati molto presto. Paradossalmente, anche grazie alla sua esperienza, è quello che capisce meglio Myra, meglio perfino di Acrab. Kyllen sa dove Myra vuole andare ed è pronto ad accompagnarla e ad aiutarla a compiere la sua missione.

Perché fai sempre soffrire i tuoi personaggi? Sei davvero cattivella con loro. Quando scrivi sei davvero così distaccata o ti lasci coinvolgere dalla storia? 
Sì, è vero. Sono consapevole di essere cattiva con loro. Quando scrivo sono molto distaccata. Se la storia richiede una cosa io vado dritta per la mia strada. 
Poi non so… magari sarò una sadica dentro perché la sofferenza per le morti dei personaggi è in qualche modo gratificante. Soffri, ma è una sofferenza catartica. Mi piace stimolare questa sensazione nel lettore quindi se un personaggio deve morire… muore!

Senza pietà...
(Ride…) Sì! C’è stato un tempo, all’inizio della mia carriera in cui diventavo triste, ad esempio alla morte di Laio. Ma adesso no. Chi deve morire, muore!

L'anno scorso (QUI per leggere l'intervista) ci hai raccontato delle tue serie tv preferite e di come ti influenzano nella scrittura. C'è qualche nuova serie che quest'anno ti ha appassionata? O ti ha ispirato nuove idee? Quali progetti futuri hai in ballo?
Devo finire di scrivere l'ultimo di Pandora e il terzo del Dominio.
Ho altre due cose in ballo che però sono “altre cose” rispetto al mio solito, ma ancora non c’è niente di concreto. Non posso svelarvi niente (Ride).

Devi consigliare a un lettore adulto una delle tue saghe per farti conoscere... quale sceglieresti? A un adolescente? 
All'adulto senza dubbio Il Dominio, perché è l’ultima cosa che ho scritto e sono molto soddisfatta di come è venuta. Secondo me, finora, è la mia saga migliore, perciò consiglierei assolutamente questa, con delle tematiche un po’ più mature.
Per l'adolescente invece Pandora. Mi sono ispirata tantissimo alla mia adolescenza e nel profondo credo di essere ancora adolescente. Trovo giusto, per certe cose, rimanere sempre bambini: nella passione per le storie, nella passione per la vita in generale. 


L'intervista finisce qui. 
Grazie davvero a Licia Troisi per la sua disponibilità e simpatia e un ringraziamento speciale alla casa editrice Mondadori, soprattutto ad Anna 💕

Impertinenti e Il bello di esser letti vi salutano!
Alla prossima ;)