Ultime recensioni

martedì 11 aprile 2017

[Recensione] TI PREGO LASCIATI ODIARE - Anna Premoli

TI PREGO LASCIATI ODIARE è il primo libro pubblicato
da questa talentuosa autrice,
e se COME INCIAMPARE NEL PRINCIPE AZZURRO
mi era piaciuto, questo l’ho proprio adorato. 

Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Newton Compton
Data di Uscita: 2 Gennaio 2014
Prezzo: € 5,90 - Ebook € 0.99

Sinossi: Jennifer e Ian si conoscono da sette anni e gli ultimi cinque li hanno passati a farsi la guerra. A capo di due diverse squadre nella stessa banca d'affari, tra di loro la competizione è altissima e i colpi bassi e le scorrettezze non si contano. Si detestano, non si sopportano, e non fanno altro che mettersi i bastoni fra le ruote. Finché un giorno, per caso, i due sono costretti a lavorare a uno stesso progetto: la gestione dei capitali di un facoltoso e nobile cliente. E così si ritrovano a passare molto del loro tempo insieme, anche oltre l'orario d'ufficio. Ma Ian è lo scapolo più affascinante, ricco e ambito di tutta Londra e le sue accompagnatrici non passano mai inosservate: basta un'innocente serata trascorsa a uno stesso tavolo perché lui e Jennifer finiscano sulle pagine di gossip di un giornale scandalistico. Lei è furiosa: come possono averla associata a un borioso, classista e pallone gonfiato come Ian? Lui è divertito, ma soprattutto sorpreso: le foto con Jenny hanno scoraggiato tutte le sue assillanti corteggiatrici. E allora si lancia in una proposta indecente: le darà carta bianca col facoltoso cliente se lei accetterà di fingersi la sua fidanzata. Sfida accettata e inizio del gioco! Ma ben presto portare avanti quello che per Jenny sembrava un semplice accordo di affari si rivela più complicato del previsto.

Vincitore del Premio Bancarella
Se  un caso editoriale ci sarà un perché
Scelto dai lettori grazie al passaparola

«Il primo vero caso italiano di self-publishing fortunato.»
La Stampa

«Un romanzo rosa pieno di ironia ambientato nella Londra degli affari.»
la Repubblica

«Il bestseller di Anna Premoli conferma una certezza: mai sottovalutare l’odio professionale.»
Corriere della Sera

«Di certo è già un caso. Il genere è luxury romance, tra finanza e castelli di famiglia.»
Panorama

«Il romanzo si muove senza incertezze né sussulti lungo i binari prevedibili della favola.»
Severino Colombo

Questo romanzo ha tutte le caratteristiche che io amo in un romance contemporaneo: lei decisa e testarda, lui tenace ed inarrestabile, un crescendo di emozioni che trascinano il lettore e dialoghi ironici e frizzanti.

Jenny ed Ian lavorano nella stessa azienda ormai da diversi anni ma tutti sono a conoscenza del loro reciproco odio. Entrambi sono degli elementi molto validi per la società e farebbero carte false pur di dimostrare di essere più in gamba dell’altro. Non possono rivolgersi la parola senza attaccarsi o lanciarsi frecciatine che descriverle taglienti sarebbe poco. Tutti, sia i colleghi che il loro capo, sanno che per loro sarebbe impossibile lavorare insieme e la dimostrazione è stata la loro ultima “collaborazione” finita con Jenny che sferra un pugno sul naso di Ian. Questo però non impedisce al loro più importante cliente di pretendere che entrambi lavorino sulla sua pratica e questo spingerà i due a dover trovar un compromesso, a mandar giù più di un boccone amaro.

Ian è il classico bello e perfetto, che esce ogni sera con una donna diversa, che puntualmente sono delle modelle o simili. Ma una volta che ha deciso di “rinfoderare le armi”, conosceremo il vero Ian, quello che non ha paura di esternare le sue emozioni, che non si fa spaventare da una relazione. Questo lato schietto e romantico in un uomo di solito è difficile trovarlo tra le pagine di un romance e l’ho apprezzato molto. Praticamente da subito ho iniziato a tifare per lui anche se era impossibile non immedesimarsi in Jenny e capire le sue paure. Sì perché lei, quando vede che Ian la guarda con occhi diversi ed inizia a provare attrazione per lui, ha paura di essere “usata e poi scartata” e questo le impedisce di aprire il suo cuore e di viversi qualcosa che potrebbe farle perdere la testa. Come darle torto?

Uno dei punti forti di questo romanzo sta nella caratterizzazione dei personaggi. Lui non è il classico stronzo della situazione, non sarà il macho che piano piano perderà strati di cipolla per diventare magicamente il bravo ragazzo. No, Ian è realmente un ragazzo dolce ed affettuoso e, dopo un primo momento in cui lo guarderemo solo attraverso gli occhi di Jenny, capiremo subito che la nostra ragazza forse è un “tantinello” prevenuta verso il suo collega. Lei invece non si può certo descrivere come la povera protagonista indifesa e con la sindrome da crocerossina, anzi. Jenny dimostra subito di avere un carattere forte quanto la sua determinazione e sarà facilissimo per la lettrice immedesimarsi con lei.

Lo stile della Premoli poi rende la narrazione briosa e divertente, grazie ai continui botta e risposta dei protagonisti e ad un ritmo che non annoia mai. Questo non può che essere un altro punto forte di questo romanzo che diventa un mix ben riuscito.
Ancora una volta la Premoli mi ha conquistata con un romanzo dolce e coinvolgente, divertente e romantico. 


2 commenti:

  1. Ciao, ho letto tutti i romanzi della Premoli, e questo è il mio preferito, veramente delizioso :-)

    RispondiElimina
  2. Un libro meraviglioso da leggere e rileggere ^_^

    RispondiElimina