Ultime recensioni

sabato 30 aprile 2016

[Recensione] IL GIOCO DELL'INGANNO - Adele Vieri Castellano




Genere: Romance Storico
Casa editrice: Leggereditore
Data di Uscita: 31 ottobre 2013
Prezzo: € 8.50 - Ebook € 4.99

Sinossi: Venezia, 1796. Lorenza, la giovane figlia del barone Marianin, sa che la attende un matrimonio senza amore e vuole concedersi un'ultima giornata di libertà tra le calli invase dalla folla colorata e festante del Carnevale. Bellissima e spavalda, non sa che la frenesia e la confusione nascondono grandi pericoli per una ragazza sola e sta per essere vittima della violenza di due uomini mascherati. Ma in suo soccorso arriva la più fosca e sinistra delle maschere: la baùta. Chiunque si nasconda dietro quel volto di cartapesta, ha negli occhi e nella voce il fascino della notte che è insieme rifugio dei briganti e covo delle stelle. Aristocratico o spia, la baùta non vuole rivelare il suo nome, trincerandosi dietro la sua fermezza elegante e decisa. Lorenza sa che non riuscirà a dimenticarlo, senza immaginare che poco tempo la separa dall'incontrarlo di nuovo… L'uomo misterioso è un'ombra tra le ombre che si muovono nella fitta rete di inganni della politica veneziana, in cui Lorenza sarà presto coinvolta in un crescendo di rivelazioni fatali e infuocata passione.


Un nuovo, indimenticabile romanzo di Adele Vieri Castellano, in cui la Storia e il romance si fondono in un affresco affascinante.


Ho deciso di leggere questo romanzo dopo che Karin durante una cena me ne ha parlato tanto e bene. Così appena sono tornata a casa, l’ho acquistato e iniziato e la devo ringraziare per lo splendido consiglio.

La copertina ingannevole fa sembrare il romanzo un erotico. Invece “Il gioco dell’inganno” è un romanzo storico a tutti gli effetti, scritto molto bene, scorrevole e accattivante. La scrittura dell’autrice è fluida e le descrizioni molto particolareggiate ti fanno entrare ancora di più nella storia, anche se ho trovato la trama un po’ troppo estesa.

La narrazione è sviluppata attraverso i diversi punti di vista dei tanti personaggi che incontriamo durante la storia e questa cosa mi è piaciuta molto perché ti fa capire bene i pensieri e i sentimenti di tutti.

Il romanzo è ambientato nella Venezia di fine Settecento durante il periodo Napoleonico e la storia narra le vicende di Lorenza Marianin giovane donna veneziana, bellissima e coraggiosa. Lorenza è intraprendente e testarda e proprio per questo si mette spesso nei guai. Durante una delle sue innumerevoli avventure incontra il conte Jacopo Barbieri che, nascosto sotto la maschera della baùta, la salverà da una violenza.

Jacopo è un personaggio molto interessante e intenso che non si può non amare. Il suo corpo e la sua anima sono segnati dalle tante battaglie combattute per salvaguardare la serenità della Serenissima e la sua sofferenza fa si che il lettore si affezioni ancora di più al suo personaggio.

 La storia tra Lorenza e Jacopo è passionale e molto travagliata e soltanto alla fine, dopo che i due avranno dovuto fare i conti con gelosia, tradimenti e inganni, avranno il loro lieto fine. Ho amato entrambi i personaggi di Lorenza e Jacopo che con i loro caratteri forti hanno dato vita a una storia avvincente.

Il romanzo non racconta soltanto la tormentata storia d’amore tra i due protagonisti, ma ci parla anche d’intrighi politici e spionaggio e ci fa un quadro completo del periodo storico in cui tutta la storia è ambientata.

Mi sono piaciuti tantissimo anche i personaggi secondari come la cameriera Marietta, Jean-Jacques e Corrado Trevisan, il migliore amico di Jacopo che hanno reso la storia ancora più coinvolgente e dettagliata.

Unica nota dolente per me è stata il finale. Dopo una storia tormentata e piena di sofferenza come quella tra Jacopo e Lorenza mi aspettavo qualcosa di più dall’epilogo che invece ho trovato molto scarno. Avrei preferito sapere di più sulla loro vita e il loro amore dopo che finalmente sono riusciti a stare insieme.
Complimenti comunque ad Adele Vieri Castellano che con questo bellissimo libro, pieno di passione e storia, mi ha conquistata.


               

martedì 26 aprile 2016

[Recensione] WOLF - Ryan Graudin


Genere:Young Adult
Casa editrice: De Agostini
Data di Uscita: 12 Aprile 2016
Prezzo: € 14,90 (cartaceo)

Sinossi:È il 1956 e l’alleanza tra le armate naziste del Terzo Reich e l’impero giapponese governa gran parte del mondo. Ogni anno, per celebrare la Grande Vittoria, le forze al potere organizzano il Tour dell’Asse, una spericolata e avvincente corsa motociclistica che attraversa i continenti collegando le due capitali, Germania e Tokyo. Il premio in palio? Un incontro con il supersorvegliato Führer, al Ballo del Vincitore. Yael, una ragazza sopravvissuta al campo di concentramento, ha visto troppa sofferenza per rimanere ancora ferma a guardare, e i cinque
lupi tatuati sulla sua pelle le ricordano ogni giorno le persone che ha amato e che le sono state strappate via. Ora la Resistenza le ha dato un’occasione unica: vincere la gara, avvicinare Hitler… e ucciderlo davanti a milioni di spettatori. Una missione apparentemente impossibile che solo Yael può portare a termine. Perché, grazie ai crudeli esperimenti a cui è stata sottoposta, è in grado di assumere le sembianze di chiunque voglia. Anche quelle di Adele Wolfe, la Vincitrice dell’anno precedente. Le cose però si complicano quando alla gara si uniscono Felix, il sospettoso gemello di Adele, e Luka, un avversario dal fascino irresistibile…
Acclamato dalla stampa, premiato dalla critica, un romanzo feroce e magnifico. Il primo capitolo di una nuova straordinaria serie dal ritmo adrenalinico e dall’indimenticabile protagonista femminile. Un’eroina forte e coraggiosa che rimane nel cuore del lettore per molto, molto tempo.


“Avrebbe attraversato il mondo per cambiarlo, o sarebbe morta provandoci”.
Questo è il leitmotiv dell’intero romanzo. Quando ho cominciato a leggere Wolf, non sapevo cosa aspettarmi esattamente. Di sicuro un romanzo che parlava della guerra, una delle più atroci mai vissute dall’umanità. Di certo un romanzo che parlava di una ragazza caparbia e determinata e, in effetti, ho trovato tutto questo. Ma ho trovato anche una realtà alternativa raggelante. Una realtà in cui Hitler ha vinto. Una realtà in cui il dominio nazista si è esteso lungo il tempo e i territori del mondo. Una realtà in cui i buoni pagano ancora un prezzo troppo alto.
Siamo davanti a un distopico ambientato nella Germania nazista, dove la nazione, non è più solo una nazione, ma una vera e propria identità, con le idee di antisemitismo radicate fin nelle viscere della propria terra. Yael è una ragazzina quando viene portata in un campo di concentramento insieme alla sua famiglia. La baracca 7 diventerà la sua casa e la condividerà con la madre e altre disperate senza più individualità: solo numeri tatuati su un braccio.
Yael viene scelta dall’Angelo della Morte, il dottore del campo, per essere soggetto di esperimenti molto particolari che le daranno un potere eccezionale. L’obiettivo è farle cambiare pelle, tramutarla in una perfetta ariana: occhi azzurri, capelli biondi, delicatezza dei tratti. Ma succede di più. A un certo punto Yael si renderà conto di poter cambiare più volte pelle e di poter assumere l’aspetto di chiunque altro, a patto che sia donna. Diventa una mutaforma. Si considera un mostro, ma questa sua mostruosità sarà anche la sua salvezza e, dopo aver perso tutto, cercherà di riprendersi la sua vita. Non la sua identità. Quella è persa nel momento in cui ha cambiato pelle la prima volta e non è mai più tornata la Yael di prima.
Fuori dal campo incontrerà persone in grado di aiutarla, persone che la faranno sentire utile, soprattutto per il potere speciale di cui dispone, che le permetterà di partecipare a una gara che attraversa diversi paesi, da Germinia a Tokyo, con l’aspetto di un’altra persona, la Vincitrice Adele Wolfe, alla fine della quale, dovrebbe uccidere Hitler. Nella gara l’accompagneranno Felix e Luka, rispettivamente fratello gemello e rivale di Adele.
Non sarà un percorso facile. Sarà pieno di imprevisti che tengono con il fiato sospeso, descritti in modo dettagliato e con una poesia che ho trovato appassionante. I voli pindarici che fa l’autrice sono eccezionali.
Il romanzo scorre veloce, senza intoppi, con una scrittura forte e delicata allo stesso tempo. Descrive emozioni turbolente che scaturiscono da situazioni davvero vissute da molti, purtroppo. Una finzione dietro la quale si cela una realtà che il mondo ha conosciuto e che non è poi così lontana da noi. Se fosse accaduto tutto quello che viene descritto nel libro, come sarebbe il mondo, ora?
Un quesito a cui nessuno risponderà, per nostra fortuna.
4.5 bacchette!

sabato 23 aprile 2016

[Recensione] OVUNQUE CON TE - Katie McGarry



Amo la HarperCollins, ci sta viziando con tantissime uscite spettacolari e appena mi è arrivato il nuovo romanzo di Katie McGarry, ho quasi pianto per la felicità!


Genere: Young Adult
Casa editrice: HarperCollins Italia
Data di Uscita: 14 Aprile 2016
Prezzo: € 16.00

Sinossi: Emily ha diciassette anni ed è felice della propria vita così com'è: genitori amorevoli, buoni amici e un'ottima scuola, in un quartiere tranquillo. Certo, non può negare di essere curiosa riguardo al suo padre biologico, quello che ha preferito unirsi a un club di motociclisti - il Regno del Terrore - piuttosto che essere genitore; questo non significa, però, che lei vorrebbe far parte di quel mondo. Quando però una timida visita si trasforma in una lunga vacanza estiva tra parenti che non sapeva di avere, una cosa le è chiara: niente è come sembra. Il club, suo padre, e nemmeno Oz, un ragazzo che ti ipnotizza con i suoi occhi blu e che può aiutarla a capire quella vita.
Oz desidera una cosa sola: unirsi al Regno del Terrore. Loro sono quelli buoni. Proteggono la gente. Loro sono... una famiglia. Mentre Emily è in città, Oz glielo dimostrerà. Così, quando il padre di lei gli chiede di tenerla al sicuro da una banda rivale con un conto da regolare, per Oz è un sogno che diventa realtà. quello che non sa è che Emily potrebbe infrangerlo, quel sogno.



“Ovunque con te” è uno Young Adult. Chi conosce l’autrice sa benissimo che è bravissima a scrivere degli amori giovanili, è capace di farci entrare nelle menti degli adolescenti con una facilità disarmante a trasportarci tra le pagine.

Emily è una normale ragazza di diciassette anni che viene improvvisamente catapultata nel mondo del suo padre biologico, un mondo in un club di motociclisti, dove è il capo indiscusso. Un padre che vedeva una volta all’anno e di cui sa pochissimo perché la madre evita come la peste di raccontarle il passato. Il padre adottivo ne sa ancora meno di lei.
Quando è costretta ad andare per l’estate da lui, si ritrova in questo mondo sconosciuto e incomprensibile, con una nonna malata di cancro, ma con una forza vitale forte e una lingua tagliente. Circondata da tanti uomini con un gilet di pelle nero, moto dall’aspetto pericoloso, un ragazzo che deve tenerla costantemente sotto controllo, bello come il sole, e tanti misteri dietro alla sua nascita.

Seguiamo le vicende passando da Emily a Oz, l’aspirante membro del Club. Veniamo catapultati nella loro storia, in questa famiglia allargata particolare, dove tutti sanno tutto e nel quale i problemi si affrontano insieme, dove la lealtà è alla base delle loro vite e il volersi bene è essenziale.

È un mondo che Emily pian piano riuscirà a comprendere, conoscere, apprezzare e la cambierà profondamente. Perfino il lettore riesce ad affezionarsi e a voler entrare a far parte di questa famiglia enorme.

Oltre a questo, la storia d’amore tra i due ragazzi è stupenda, profonda, dolce e appassionante. Il primo amore visto dagli occhi dei due ragazzi è qualcosa che va oltre all’immaginazione, riusciamo a percepire ogni battito del cuore dei protagonista e ci innamoriamo anche noi di loro.

L’autrice inserisce la ricerca della verità sul passato, mescolandola a momenti di suspense e momenti d’azione. La lettura è una montagna russa dove non si vuole mai scendere.

È un romanzo che regala tantissime emozioni e sensazioni al lettore. È impossibile smettere di leggere perché ci si affezione e ci si innamora di ogni singolo personaggio, ci si sente parte di qualcosa di più grande.
Non vedo davvero l’ora di leggere i seguiti che tratteranno su alcuni dei personaggi secondari!

La McGarry con il suo stile fresco e giovane colpisce ancora dritto al cuore. Si viene trascinati immediatamente all’epilogo senza rendercene conto, e parliamo di parecchie pagine!

È un romanzo YA perfetto, con diversi temi trattati, con dei personaggi indimenticabili, una storia d’amore toccante, una trama ricca e avvincente e tutto condito dai uno stile semplice ed immediato.

9ª tappa blogtour “Dylan Magon” – Intervista parte2.


Buongiorno Cari! Oggi vogliamo intervistare per voi Dylan Magon, cantante emergente italiano che ci ha fatto innamorare subito del suo singolo "Atomi e Molecole"! 
Partecipando a questo BlogTour potrete vincere TANTISSIMI PREMI che vi elencherò in fondo al post u.u 

Ecco tutte le tappe: 

Com'è cambiata la tua vita da quando hai partecipato a The Voice? 
A livello personale non è cambiato nulla, a parte l’arrivo della mia splendida bambina. Sotto il punto di vista della musica e lavorativo è cambiato tanto. Tutto ciò che mi accade gira intorno alla mia musica, oramai. Lavoro ai miei brani assieme a validi professionisti e metto molto più impegno in ciò che scrivo e canto. 

C'è qualcosa che rimpiangi di non aver fatto? 
Ad oggi no a dire la verità. Ho sempre fatto tutto ciò che mi sono sentito, fin da piccolo, e credo che sia per questo che oggi riesco a lavorare alla mia musica in maniera professionale assieme a persone valide e qualificate.

Se non ti fosse andata bene la via del canto, che lavoro avresti desiderato fare? 
Da piccolo desideravo fare il dottore perché dentro me pensavo che salvare la vita delle persone avrebbe, a sua volta, ogni giorno salvato la mia. Poi mi accorsi che con la scuola “non andavo d’accordo” e lasciai perdere ahahaha. Alle superiori avevo una grande passione per il marketing e a dirla tutta ero anche bravo. Se non dovesse andarmi bene con la musica, opportunità permettendo, cercherò sicuramente di essere un imprenditore di successo. Magari nel campo della moda, nello specifico delle sneaker, essendo io un appassionato quasi malato ahahaha.

In tutte le interviste che hai fatto, c'è mai stata una domanda che avresti sempre voluto farti fare? Se sì, qual è? E come risponderesti? 
No. Avrei voluto togliermi qualche sassolino dalle scarpe sicuramente, ma nelle interviste non è mai "politicamente corretto" farlo. Preferisco parlare con i fatti e con la musica.

Se potessi essere un componente di una band famosa, chi saresti? 
Mi piacerebbe essere Justin Timberlake negli NSync o Michael Jackson nei Jackson Five.

Come passi le tue giornate? Hai qualche Hobby? 
Le mie giornate girano intorno alla mia famiglia e la musica. Non ho tanti hobby, perché la musica in sé è un lavoro ed un hobby e non mi stanco mai di farla ed ascoltarla. Anche se in realtà a volte mi lascio andare a qualche partita di poker texas holdem tra amici.

Dove ti piacerebbe fare un concerto nel futuro?
Il mio sogno più grande sarebbe poter cantare a San Siro davanti 80.000 persone, anche se so che sarà davvero difficile.  

Qual è stata finora la tua esperienza lavorativa più interessante?
Ad’oggi è stata l’esperienza lavorativa fatta con RBM Salute (L’assicurazione sulla salute più grande d’Italia). Mi sono trovato molto bene con loro e ho scoperto un mondo affascinante, quello dei jingle radiofonici.

Colori preferiti? Nero, Bianco e Rosso

Piatto preferito? Lasagna della nonna

Film preferito? Scarface

Se tra i colori dovessi sceglierne solo uno? NERO




Compilare il form sottostante in tutti i suoi campi.

Le regole obbligatorie:

1. ACQUISTARE ATOMI E MOLECOLE (su qualsiasi store) e inviare la ricevuta d'acquisto/foto/screenshot ed inviare tutto all'indirizzo mail dylanmagonblogtour@libero.it
Parliamo di 1,29€, per vincere premi che superano di gran lunga la cifra spesa!

2. Mettere "Mi piace" alla pagina facebook di Dylan Magon.

Il resto sono punti extra. Questo vuol dire più possibilità di vittoria!




I PREMI:

1° - WEEK-END per due persone presso l'Agriresort LE PORCINE sul lago di Bolsena (http://www.agriresortleporcine.it/) + il nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento + cartolina autografata da Dylan Magon.
2° - Partecipazione al Back Stage del prossimo video per due persone + 2 T-Shirt dell'evento + il nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento + cartolina autografata da Dylan Magon.
3° - Buono Amazon da 25 euro + T-shirt dell'evento + il nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento + cartolina autografata da Dylan Magon.
4 - Buono Amazon da 25euro + nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento e cartolina autografata D.M.
5 - buono Amazon da 15euro + nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento e cartolina autografata DM.
6° - 14° premio: Copie cartacee autografate dagli autori con dedica personalizzata dei romanzi partecipanti al blogtour:
IMPURO di MJ Heron
THERE di Leonardo Patrignani
ALBION di Bianca Marconero
CERCAMI NEL VENTO di Silvia Montemurro
MEET YOU ON THE OTHER SIDE di Anna Giraldo
ANATOMIA DI UN CUORE INNAMORATO di Sara Mengo
BALLANDO COL FUOCO di Edy Tassi
NON CHIAMARMI DI LUNEDI' di Daniela Volontè
IL BACIO DI JUDE di Davide Roma
+ cartolina autografata da Dylan magon e segnalibro dell'evento
15° - IL GRAFFIO DEL VENTO (eBook) di Mayra Scott MJ Heron
16° - IL CAMMEO DI OSSIDIANA (eBook) di Virginia de Winter
17° - buono Amazon da 10 euro + nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento e card autografata da D.M.
18° e 19° premio la T-Shirt dell'evento + nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro e card autografata da D.M.
20° - 35° premio la Tazza dell'evento + cartolina autografata da D.M. e segnalibro.
36° - 40° premio - Il nuovo singolo di Dylan il giorno dell'uscita
41° - 50° premio Card Autografata da Dylan Magon e segnalibro dell'evento

50 VINCITORI!!! Che aspettate?? PARTECIPATE ;)
In bocca al lupoooooooo!!!!

Tutta la grafica dell'evento è stata realizzata da Catnip Design





venerdì 22 aprile 2016

[Recensione] COME SALTANO I PESCI - Simone Riccioni e Jonathan Arpetti

Libri&Cinema: la ricetta perfetta di questo romanzo tutto made in Italy!!!


Genere: Narrativa Contemporanea
Casa editrice: Leone Editore
Data di Uscita: 26 Marzo 2016
Prezzo: 10,90 € copertina flessibile

Sinossi:Matteo è in procinto di sostenere un colloquio alla Ferrari di Maranello, dove sogna da sempre di lavorare, quando scopre all'improvviso che la sua vera madre, Anna, è morta in un incidente stradale. Il ragazzo, cui la verità sulle sue origini era sempre stata nascosta dai genitori, decide di partire verso la casa di Anna nelle Marche, e non si accorge che sul suo furgone si è nascosta la sorella minore Giulia, affetta da sindrome di Down. Nel corso del viaggio Matteo conosce l'affascinante ma problematica Angela, che si unisce ai due ragazzi, per arrivare infine a Porto San Giorgio, dove scoprirà di avere un fratellastro. Matteo verrà infine raggiunto dal padre Italo, e riuscirà a fare luce sulla sua complessa vicenda familiare.








Care lettrici impertinenti, il libro di cui vi parlo oggi è totalmente diverso dal genere che sono solita leggere ed esce completamente fuori dagli schemi, per me, abituali! Ma nonostante questo mi sono dedicata con molto piacere alla lettura spinta anche dalla curiosità dopo aver visto il trailer del film ispirato a questo romanzo, uscito nelle nostre sale il 30 Marzo. Personalmente non conoscevo gli autori del libro né tanto meno gli attori del film, ma curiosando un po’ in rete ho scovato notizie davvero interessanti. Di solito è il libro che ispira un film,è questa la prassi, qui invece è successo tutto il contrario! Uno degli autori del romanzo, Simone Riccioni è niente meno che il protagonista della pellicola ed insieme al suo amico scrittore Jonathan Arpetti hanno avuto l’idea di scrivere a quattro mani il libro quasi in contemporanea con le riprese del film, per- cito le parole di un’intervista che ho letto- “entrare nell’intimità dei personaggi  rivelando sfaccettature che per ovvie ragioni nel film non compaiono”. 

Dunque abbandonate per un po’ il mondo degli erotici e simili e immergetevi con me in una commedia tutta italiana che vi conquisterà con la sua freschezza e semplicità!

Tanti sono i personaggi che si avvicendano in questo racconto. Dapprima entità separate ma manmano che ci addentriamo nella lettura scopriamo che le loro storie sono tutte collegate. Il protagonista principale potremmo dire che è Matteo, un giovane di 26 anni,un ragazzo come tanti, appassionato di motori tanto che il suo sogno è quello di lavorare per la Ferrari. La sua è la classica famiglia italiana, la mamma Mariella e il papà Italo e la sua adorata sorellina Giulia, una bimba un po’ speciale, affetta da sindrome di Down ma con un cuore enorme e profondamente affezionata al suo fratellone. La vita di Matteo scorre tranquilla fino a che un giorno una telefonata inaspettata la cambierà per sempre: Anna, la sua madre biologica, di cui non conosceva l’esistenza, è morte in un incidente stradale. Tutte le certezze che Matteo aveva fino a quel momento cadono all’improvviso e arrabbiato con i suoi per avergli sempre raccontato bugie decide di partire per il paese in cui Anna è nata e vedere almeno una volta la sua vera mamma. Nel suo furgone salta su anche Giulia, che all’insaputa di Matteo si intrufola per seguirlo terrorizzata all’idea che possa abbandonarla per andare a Maranello.
Durante il viaggio i due fratelli incontrano Angela, una ragazza particolare, bella e indipendente che curiosa dell’avventura in cui si sono imbattuti i due ragazzi decide di accompagnarli. Una volta giunto a Porto San Giorgio, il piccolo trio appena formato, fa la conoscenza di Luca, niente meno che il fratellastro di Matteo, di ritorno da un lavoro su un peschereccio, anche lui sconvolto per l’improvvisa morte della mamma. I due ragazzi ovviamente non si sono mai incontrati ma Luca era a conoscenza dell’esistenza del fratello maggiore, quel bimbo che Anna non aveva mai dimenticato e che mai aveva smesso di amare. A questo punto facciamo la conoscenza anche di Sandro, fratello di Italo e marito della defunta Anna, colpevole di avergli rubato la donna e averlo così costretto a lasciarla portandosi via il figlio. I nostri personaggi diventano così legati loro malgrado da un dolore che li accomuna, che li porta a fare i conti con gli sbagli del passato, con i sentimenti troppo a lungo nascosti e con la consapevolezza che la famiglia per quanto incasinata possa essere, ed è, la cosa più preziosa che si possa avere.

Mi sono documentata un bel po’ prima di leggere questo libro, districandomi tra interviste e dichiarazioni degli scrittori e una frase mi è rimasta particolarmente impressa, che riassume in poche parole l’anima del racconto: “il romanzo-così come il film-parla di sentimenti: amore, tradimento, perdono”.
Sono infatti queste le tappe che si avvicendano nello scritto. L’amore innanzitutto, l’amore di Matteo per i suoi genitori e la sorellina, l’amore di Giulia per il fratello,il suo eroe, l’amore di due uomini per la stessa donna e l’amore di una mamma per il figlio perduto ma mai dimenticato. Nel mezzo c’è il tradimento, che separa le persone, che ha allontanato due fratelli,che ha strappato una mamma dal suo bimbo e che rischia di distruggere un’intera famiglia. Per fortuna però arriva il perdono, il sentimento più difficile da accettare, ma che viene naturale quando si fanno i conti con un dolore così grande come la perdita di una persona cara e quando si realizza che l’odio e il risentimento non hanno reso la vita migliore, vuota semmai e di sicuro non possono restituirci i nostri affetti.
‘Come saltano i pesci’ è un viaggio on-the-road fatto di luoghi, profumi e sensazioni, una piccola avventura assieme a dei personaggi che nella loro semplicità risultano straordinari, il tutto scandito da una scrittura fluida e lineare, con dialoghi veloci e diretti come se stessimo davvero leggendo il copione del film e la mia sensazione è stata proprio quella di far parte della scena. Le emozioni arrivano al cuore del lettore, le situazioni appassionano e quel pizzico di humor,sapientemente inserito nei momenti giusti, alleggerisce la lettura. I temi trattati sono profondi e anche delicati, non è sempre facile affrontare il discorso morte in una racconto ma la storia di Matteo e della sua famiglia è così intensa, e allo stesso tempo quotidiana, da risultare interessante e per niente scontata.
Che dire…questo libro è stata una vera sorpresa! E’ stata una lettura piacevole, divertente, coinvolgente . Ho amato tutti i protagonisti dal primo all’ultimo, che rappresentano questo scorcio di una tipica famiglia italiana, con problemi e litigi, tradimenti e amore, una famiglia come potrebbe essere la nostra, imperfetta sì, ma semplicemente straordinaria nella sua imperfezione!
La mia prossima meta rimane quindi la sala cinematografica perché non vedo l’ora di dare un volto a questi personaggi eccezionali che mi sono entrati nel cuore!





giovedì 21 aprile 2016

[Prima tappa BlogTour] TI HO INCONTRATO QUASI PER CASO - Patrisha Mar


Abbiamo l'onore di aprire questo fantastico BlogTour dedicato al romanzo di un'autrice che seguiamo da anni: PATRISHA MAR.
Ci ha fatto innamorare con "La mia eccezione sei tu" e oggi è disponibile in e-book il seguito, "Ti ho incontrato quasi per caso"! 
Daniel e Sara sono TORNATIIIIIIIIII!!!!!


Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Newton Compton
Data di Uscita: 28 Aprile 2016 (cartaceo)
Prezzo: € 9.90

Sinossi: Daniel e Sara sono in campagna, per trascorrere la vigilia di Natale. Il clima è sereno, la coppia sembra perfetta, tanto che si comincia a parlare di nozze. Almeno fino al momento in cui Daniel non riceve dal suo agente un copione da leggere: lo vogliono come attore in una produzione americana. All’inizio tergiversa, non vorrebbe allontanarsi da Sara, ma l’occasione è troppo ghiotta, non può essere rifiutata. Vorrebbe parlarne con lei, ma gli manca il coraggio di farlo. Finché Sara non lo scopre da sola, per caso… Eppure l’uragano in arrivo tra i due non sarà certo causato da un film, ma da qualcuno che un giorno, inaspettatamente, bussa alla porta di Daniel… Allora sì che potranno arrivare i veri guai.


Una coppia che sembrava perfetta
Un incontro inaspettato
Un uragano di emozioni



INCIPIT: 

"Non riusciva a smettere di canticchiare, era più forte di lei. Jingle bells jingle bells jingle all the way! Un motivetto piacevole che le aveva messo addosso un incredibile ottimismo. Cosa poteva andare storto in una giornata iniziata così bene?
Era un martedì speciale, perché era il primo della sua vita in cui all’anulare sinistro brillava il solitario che le aveva regalato Daniel. Sarebbe diventata la signora Gant.
Appena Sara De Michele aveva aperto gli occhi nel suo letto, senza il tepore del suo fidanzato a scaldarla, aveva sorriso e rimirato il pegno d’amore con la gioia di una bimba pronta a scartare un regalo.
Regalo… Natale…
Ecco che all’improvviso tutte le cose che doveva fare quel giorno avevano affollato la sua testa. Era ora di alzarsi.
Iniziò mettendosi ai fornelli per preparare i biscotti per la vicina di casa impicciona, quella che apriva sempre il portone del condominio a tutti, solo per il gusto di carpire qualche segreto, o di vivere la vita altrui. Ma la signora Gina le faceva tenerezza: avrebbe passato un altro Natale da sola e triste, e a Natale nessuno dovrebbe essere triste.
Quando finalmente Virginia si fu alzata, Sara si mise a sistemare la valigia. Lei e Daniel avrebbero raggiunto la sua famiglia a Gubbio solo due giorni dopo, ma era un tipo previdente, doveva avere tutto sotto controllo, quindi meglio organizzarsi in anticipo.
Mentre Virginia borbottava che anche lei doveva fare la valigia, ma non ne aveva alcuna voglia, e gironzolava vicino al forno, dove i biscotti, quasi pronti, invadevano di un profumo invitante il bilocale, Sara chiudeva la cerniera del suo trolley con grande soddisfazione.
Continuando a canticchiare Jingle Bells, sotto lo sguardo truce della sorella che non esitò a sparare i Linking Park a tutto volume per smorzare un eccessivo spirito natalizio di prima mattina, Sara ordinò i biscotti su un bel vassoio decorato. Si preparò a passare un’oretta con Gina che di sicuro l’avrebbe riempita di domande sul suo fidanzato. Lo aveva messo in conto e andava bene così.
La mattinata volò via, come l’unico giro turistico che le avevano affidato quel pomeriggio, ma i suoi impegni non erano finiti. Con un pacchetto infiocchettato alla perfezione, suonò al campanello di Lia, la sua più cara amica, che viveva al sesto piano di un elegante condominio dei Parioli. Prima di partire le voleva lasciare il regalo da mettere sotto l’albero.
Presero una tisana insieme, chiacchierando piacevolmente, mentre i colori del tramonto avvolgevano la città infreddolita. Ma la parte migliore della giornata doveva ancora arrivare: Daniel. Lo avrebbe raggiunto per tante coccole, sesso e amore. Quale modo migliore per concludere la serata?
Salutò Lia, promettendole che si sarebbero sentite a Natale e poi uscì sul pianerottolo. Poco prima che le porte dell’ascensore si aprissero, fu raggiunta da un nauseabondo odore di fumo. Sgranò gli occhi, ruotando leggermente il capo con fare circospetto. Dall’appartamento accanto a quello di Lia era uscito un signore sulla cinquantina: indossava un giubbotto scuro con alcune macchie biancastre, in una mano teneva un secchio di tintura, nell’altra una borsa da cui spuntavano arnesi da muratore. Sara istintivamente gli sorrise, doveva aver passato una giornata faticosa.
«Buonasera!», gli disse in tono allegro, mentre entrava in ascensore. L’uomo la seguì, rispondendole con voce rauca. Il fumo fa male, pensò Sara mentre le porte dell’ascensore si richiudevano e schiacciava il pulsante del piano terra.
Daniel, arrivo…
Si morse il labbro immaginando il suo fantastico modello personale che la aspettava a braccia aperte. Già le saliva la temperatura corporea.
Poi uno scossone interruppe la sua fantasia erotica, stava quasi per sfilargli i boxer…
L’ascensore si era bloccato e tutto si era fatto buio."




Partecipate a tutte le tappe: 


22/04 Estratti. Letti da Patty e caricati su yt.
http://ilrumoredeilibri.blogspot.it/
23/04 Playlist + Fancast
http://coffeeandbooksgirl.blogspot.it/
24/04 Intervista a Daniel e Sara
http://starlightfeelings.blogspot.it/
25/04 Extra.
http://stellenelliperuranio.blogspot.it/
26/04 Le ricette di Nonna Glicine
http://www.romanticamentefantasy.it/
27/04 l'intervista di Patty
PARTECIPANDO AL BLOGTOUR avrete la possibilità di VINCERE ben DUE COPIE CARTACEE del romanzo!!!!!!!!! 

Il giveaway terminerà il 28/04 alle 23:59.
Nella giornata del 29 estrarremo i due vincitori!

Dopo aver effettuato l’accesso su Rafflecopter, compilate il form.
Di seguito le regole obbligatorie da seguire per partecipare.
1) Diventate LETTORI FISSI di tutti i blog partecipanti:
2) Condividere il blogtour su un qualsiasi social.  
(Potrete farlo tutti i giorni, per una volta al giorno).
Assicuratevi di avere la privacy del profilo pubblica in modo da poter controllare le condivisioni.
3) Commentate tutte le tappe del BlogTour.
4) Mettete “Mi piace” alla pagina Facebook della Newton Compton.
5) Mettere "Mi piace" alla pagina Facebook di Patrisha Mar.


IN BOCCA AL LUPO <3 

Un enorme GRAZIE a Lorena del blog: Petrichor che ha realizzato i banner del BT <3