Ultime recensioni

martedì 18 ottobre 2016

[BlogTour] Recensione: FANGIRL - Rainbow Rowell



Finalmente è arrivato in Italia un romanzo Young Adult che ha stregato tutto il mondo! Fangirl di Rainbow Rowell è in libreria grazie alla Piemme!!!!!



Genere: Young Adult
Casa editrice: Piemme
Data di Uscita: 18 Ottobre 2016
Prezzo: € 17.00

Sinossi: Approdata all'università, dove la sua gemella Wren vuole solo divertirsi tra party, alcool e ragazzi, la timidissima Cath si trova sola per la prima volta e si rinchiude nella sua stanza a scrivere la fan fiction di cui migliaia di fan attendono il seguito. Ma una compagna di stanza scontrosa con un ragazzo carino che le sta sempre intorno, una professoressa di scrittura creativa che pensa che le fan fiction siano solo un plagio e un compagno bellissimo che vuole lavorare con lei, obbligheranno Cath ad affrontare la sua nuova vita.

Una ragazza timida che scrive storie d'amore lo saprà riconoscere quando se lo troverà davanti?





Lessi anni fa il libro in lingua originale. Qualsiasi lettrice inglese ne parlava, su goodreads era un tormentone, la cover  dai colori pastello era così dolce che riusciva ogni volta a farmelo desiderare! Le mie impressioni all’epoca erano state ottime: una lettura velocissima , dolcissima, credibile e con tanti riferimenti al mondo libresco e potteriano <3

Ora, grazie alla Piemme, ho potuto rileggerlo in italiano a distanza di parecchi anni…. E sapete cosa? Mi è forse piaciuto più di prima! È un romanzo così originale che inevitabilmente incuriosisce e coinvolge. 


Cath è la nostra protagonista: un po’ asociale, scorbutica, non amante della folla che ha una passione snodata per la scrittura e in particolare per i libri di Simon Snow (una sorta di Harry Potter nel mondo del libro). Sono anni che scrive fan fiction sul mondo magico di Simon: è il suo rifugio, l’unico modo per fuggire dalla sua vita e godersi il mondo di qualcun altro. E' anche diventata così brava da seguire un corso di narrativa al college. Ma ecco il problema: lei odia i cambiamenti. Trasferirsi al college per lei è scioccante: come potete immaginare si deve diventare adulti, allontanarsi dal nido e obbligatoriamente conoscere gente nuova. Ci siamo passati tutti in fin dei conti. Però Cath è fortunata perché ha una sorella gemella, Wren, l’opposto di lei, ma pur sempre la sua migliore amica, che ha scelto la stessa università. Peccato che l’unica certezza che la nostra protagonista aveva, cioè sua sorella, inizia a volersi allontanare da lei, desiderosa di diventare indipendente. Quindi niente camera condivisa, niente corsi insieme. Wren inizierà a passare più tempo alle feste delle confraternite, con nuove amiche e fidanzati…  E Cath si chiude in se stessa. Da qui ha inizio un romanzo sulla crescita personale, sull’imprevedibilità della vita, l’amore, l’amicizia, la pazzia, la scrittura. Cath inaspettatamente farà nuove amicizie, imparerà a lasciarsi andare e avrà un nuovo amore <3


Cath è ognuna di noi. Personalmente sono riuscita ad immedesimarmi in lei perché in fin dei conti mi somiglia tantissimo. Le sue paure, insicurezze e ossessioni sono un po’ anche le mie. Riuscivo davvero a capirla nel profondo. L’autrice le fa affrontare tutte quelle domande e dubbi che un adolescente si fa in quel periodo di vita. Mi piace che la protagonista non sia una figona pazzesca, ma semplice, un po’ nerd e una fan girl in piena regola! Mi piace che il suo interesse amoroso sia un semplice contadinotto, figo sì, ma che conquista col carattere, più che col fisico. Il loro amore nasce un po’ per caso, con una naturalezza disarmante. Mi piace che la sua nuova amica/compagna di stanza sia una ragazza scorbutica e cocciuta, senza freni sulla lingua, ma che fa divertire, dimostra di tenerci e le dà consigli intelligenti. Mi è piaciuta un po’ meno Wren perché all’inizio è davvero insopportabile, ma alla fine anche lei ha i suoi motivi per essere com’è. Credo che l’autrice sia riuscita a creare dei personaggi memorabili per la loro credibilità e onestà. 


Il romanzo è lunghissimo (parliamo di 500 pagine), ma non so come si riesca a leggerlo alla supervelocità senza mai annoiarsi. Sul serio, la trama è molto basica, non ci sono colpi di scena particolari. Forse è proprio perché si avvicina molto alla quotidianità, alla realtà della vita.

Alla fine di ogni capitolo possiamo leggere stralci dei libri di Simon, della fan fiction che Cath sta scrivendo e altre curiosità di questa fantomatica saga. È una cosa davvero simpatica e per gli amanti di Harry Potter i riferimenti saranno sicuramente divertenti  ;)

Lo stile della Rowell è fluido, semplice, pieno zeppo di emozioni. Dialoghi brillanti, spiritosi, un ritmo veloce. Sicuramente lo YA è il suo genere!


Non mi resta che concludere, consigliandovi questo romanzo. È davvero adatto a tutte noi amanti della lettura che amiamo nasconderci tra le pagine di un libro per riposarci dalla vita vera <3





Il calendario di tutti il blogtour:




3 commenti:

  1. Sono molto curiosa. Ero indecisa se leggerlo o meno però con la recensione mi hai convinta! Avevo paura fosse infantile e invece direi di no!

    RispondiElimina
  2. Anche la mia sensazione era di avere di fronte un libro un pochino adolescenziale, invece a quanto pare mi sbagliavo di grosso!!

    RispondiElimina
  3. Infantile no, adolescenziale sì! Parliamo di un passaggio che abbiamo dovuto fare tutte nella vita cioé dal liceo all'età adulta. I protagonisti hanno appena 18 anni :)

    RispondiElimina