Ultime recensioni

mercoledì 14 settembre 2016

[Recensione] LE REGOLE DEL TÈ E DELL’AMORE - Roberta Marasco

La nostra Francesca oggi ci parla del romanzo di Roberta Marasco pubblicato l’8 Settembre 2016 dalla casa editrice TRE60.

Il romanzo non ha convinto pienamente la nostra lettrice ma il risultato finale è comunque la piena sufficienza: LE REGOLE DEL TÈ E DELL’AMORE è stato promosso come “magico”.

Genere: Women’s Fiction
Casa editrice: Tre60
Pagine: 336
Data di Uscita: 8 Settembre 2016
Prezzo: € 16.40

Un amore in crisi da troppo tempo.
Un borgo dimenticato dove si nasconde un segreto.
Un tè misterioso preparato con foglie speciali.

Sinossi: L'amore di Elisa per il tè risale alla sua infanzia. È stata sua madre a insegnarle tutte le regole per preparare questa bevanda e ad associare, come per gioco, ogni persona a una varietà di tè.
Daniele, il suo unico grande amore, è tornato dopo tanto tempo. Ma Elisa ha imparato da sua madre a non fidarsi della felicità, a non lasciarsi andare mai, perché il prezzo da pagare potrebbe essere molto alto. Prima di tutto dovrà trovare se stessa, poi potrà capire se Daniele può renderla felice.
Quando trova per caso una vecchia scatola di tè con un’etichetta che riporta la scritta ROCCAMORI, il nome di un antico borgo umbro, Elisa ne è certa: si tratta del tè proibito della madre, quello che le fece provare solo una volta e che, lei lo sente, nasconde più di un segreto.
Forse proprio lì, in quel borgo antico, Elisa potrà trovare le risposte che cerca e imparare a lasciarsi andare e a fidarsi dell'amore, guidata dall'aroma e dalle regole del tè…


LE REGOLE DEL TÈ E DELL’AMORE è il primo romanzo pubblicato dalla Tre60 per Roberta Marasco, nata come traduttrice di libri, alcuni dei quali ho avuto il piacere di leggere, che ha deciso di passare dall’altra parte. Questo romanzo però non mi ha conquistata. Infatti, anche se ho trovato la trama molto particolare e avendo apprezzato la sua voglia di mettersi in gioco, il suo romanzo non mi ha convinta del tutto.
La scrittura è scorrevole, a volte un tantino troppo ricercata per i miei gusti, e la storia, raccontata in prima persona dai diversi protagonisti, non è riuscita a coinvolgermi fino in fondo.
Ogni capitolo si apre con la descrizione di un tè, del modo in cui si prepara e delle sue caratteristiche ma, se ho trovato la cosa carina all’inizio, dopo un po’ è diventato stancante. Mi è piaciuto, invece, che abbia collegato a ogni tè delle specifiche particolarità che poi ha collegato ai diversi personaggi. Ho apprezzato molto anche la copertina del romanzo con i suoi colori sfumati ed il titolo molto azzeccato.
LE REGOLE DEL TÈ E DELL’AMORE non ci racconta soltanto la storia di Elisa ma anche quella di sua madre Daria trent’un anni prima e dell’antico borgo di Roccamori.
Elisa è una giovane donna, cresciuta soltanto con la mamma e con la zia, che crede che il tè sia la cura per ogni dolore e che pensa che sia un compagno nei momenti di sconforto. Per lei c'è un tè per ogni occasione, che sia essa bella o brutta, e un tè per ogni persona.

«Elisa aveva imparato fin da piccola che ogni tè ha la sua personalità, il suo carattere, i suoi difetti e i suoi pregi, le sue piccole manie e le sue preferenze, proprio come le persone.»

Elisa ha ereditato la passione per il tè da sua madre, morta nove anni prima. Daria è una madre imperfetta, troppo segnata dal dolore e dalla sofferenza da non accorgersi di non dare lo stesso sentimento che ha per il tè a sua figlia. Il loro rapporto è molto complicato ed Elisa è cresciuta pensando di non meritarsi la felicità, altra cosa che ha ereditato da sua madre sempre avara d’affetto nei suoi confronti.
Elisa che ha perso da poco sua zia, l’ultimo famigliare che le restava, ha deciso di mettere in vendita la casa della sua infanzia e, mentre prepara gli scatoloni per il trasloco, trova la scatolina in cui sua madre conservava il suo tè speciale, quello che si poteva bere soltanto in occasioni eccezionali. Sotto la scatolina Elisa trova la scritta Roccamori e, dopo aver scoperto che si tratta di un antico borgo della Toscana, decide di partire e scoprire la connessione del Borgo con il tè e sua madre. Da qui parte il viaggio di Elisa che nel Borgo e nei suoi abitanti scoprirà le sue vere origini e la verità su sua madre. Qui conoscerà diverse persone che le insegneranno ad aprirsi e che le doneranno di nuovo la voglia di essere felice.
La storia d’amore con Daniele, giramondo con l’allergia per i legami, è marginale. Elisa durante gli anni fa di tutto per sabotare la loro relazione e soltanto alla fine riesce a capire che anche lei si merita di essere felice. Sinceramente avrei preferito un approfondimento maggiore sulla loro storia d’amore.

«“No, il cuore non si spezza mai” rispose l’uomo con voce pacata. “Siamo noi che ci spezziamo, lui continua ad amare come se niente fosse, è questo il problema.”»

Nel complesso penso sia un buon romanzo, con delle cose da rivedere ma con grandi potenzialità.

2 commenti:

  1. wow allora ci avevo proprio visto giusto, questo è assolutamente un libro da comprare e leggere al più presto! La tua recensione mi ha fatta capitolare *_*

    RispondiElimina
  2. Anche io l'ho lettoooo!!! Davvero molto carino! Bravissima Fra! Sono d'accordo con te!

    RispondiElimina