Ultime recensioni

venerdì 10 giugno 2016

[BlogTour] LA FINESTRA SUL MARE - Sabrina Grementieri


Buongiorno e buon venerdì!
Siamo arrivati all’ultima tappa di questo bellissimo BlogTour dedicato all’uscita dell’ultimo romanzo di Sabrina Grementieri, in uscita per la Sperling & Kupfer il 14 Giugno 2016.
Nelle tappe precedenti avete letto l’incipit del romanzo, degli estratti che spero vi abbiano stuzzicato l’appetito, conosciuto i personaggi e letto una bellissima intervista.
Oggi vi presentiamo la nostra recensione in anteprima.
Prima però, ecco a voi la scheda del libro…

Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Sperling & Kupfer
Data di Uscita: 14 Giugno 2016
Prezzo: € 17.90 - Ebook € 9.99

Sinossi: Sono le sei del mattino quando lo squillo del telefono irrompe nel silenzio, denso di sonno, che avvolge la casa.
Una voce femminile stridula, all'altro capo dell'apparecchio, annuncia tra le lacrime: «Nonna Adele è morta».
È il primo giorno di aprile e la vita di Viola da quel momento non sarà più la stessa.
Nonna Adele le ha lasciato in eredità l'antica masseria di famiglia nel Salento.
Dell'antico splendore, però, è rimasto ben poco.
La facciata, un tempo bianca e ben curata, è ormai grigia e scrostata, erba e sterpaglie crescono indisturbate ovunque e la buganvillea che incorniciava rigogliosa la porta principale ha visto di certo giorni migliori.
Solo il vecchio, grande ulivo al centro della corte sembra sopravvivere, imperturbabile, a quella desolazione.
Viola non sa che farsene della masseria. Per di più, i ricordi racchiusi tra quelle mura sono troppo dolorosi da sopportare. Ma a casa non ha niente da perdere, e così, nonostante la contrarietà dei genitori, decide di restare.
Non è certa che sia la scelta giusta. Di sicuro non è la più semplice.
E qualcuno sembra peraltro non gradire il suo arrivo.
Ma tra distese di ulivi, mandorli, campi di papaveri e un mare azzurro come il cielo, dopo tanti ostacoli, Viola ritroverà finalmente la perduta strada di casa, e dell'amore.

Nella suggestiva cornice del Salento, un'intensa storia d'amore, di famiglia e di rinascita.
Un romanzo delicato e romantico che porta con sé tutto il sapore e la magia del Sud.

Non so cosa ne pensate voi però a me già la trama mi aveva conquistata per non parlare poi della copertina, veramente romantica.

Ma non perdiamoci in inutile chiacchiere e passiamo subito al punto del giorno ;) 

Nemmeno il mare avrebbe potuto lenire le sue ferite come stava facendo lei, e ancora una volta la consapevolezza che non sarebbe mai stata sua lo devastò.

LA FINESTRA SUL MARE è un romanzo che parla di amore, amicizia, famiglia, sacrificio, scelte di vita ma anche della nostra bellissima Italia, in particolare della terra del Salento, dove è ambientata questa storia.
Inizia tutto con Viola, una ragazza che ha perso il gusto della vita dopo esser stata licenziata e aver trovato il fidanzato a letto con un’altra. Quando ormai pensa di non poter star peggio ecco che arriva una telefonata che l’avvisa che Adele, la nonna materna, è venuta a mancare. Ora Viola deve prendere una decisione per niente facile perché Adele le ha lasciato la masseria in eredità specificando, nel testamento, la volontà che la nipote la riporti al vecchio splendore. Scegliere di trasferirsi lontana dalla famiglia e dagli amici, in una terra sconosciuta, ed intraprendere un investimento non indifferente, per ristrutturare l’immobile ed avviare la nuova attività, non è facile ma la fiducia nella nonna è molta e la ragazza accetta la sfida. Viola dovrà rimboccarsi le maniche ed affrontare più di una difficoltà, anche solo per iniziare i lavori di ristrutturazione, ma ben presto riscoprirà l’amore per quel luogo, la forza che le trasmetterà il mare nelle sue lunghe camminate lungo la scogliera, i ricordi che le riportavano alla mente il grande ulivo al centro della corte ma sopra ogni cosa, era due occhi grigi ad averla ancorata a quel posto. Aveva subito avuto bisogno di un tuttofare e così alla masseria era arrivato Aris ma, se da un lato Viola ne rimase subito affascinata, lui era estremamente freddo e distaccato. Ma si sa, in Italia i tempi burocratici sono lunghissimi ed i permessi sono lenti ad arrivare ma lei non si lascerà buttar giù da niente e da nessuno e, grazie anche all’aiuto delle persone che conoscerà nella nuova terra, supererà pian piano ogni ostacolo, anche se non senza fatica o rischi.

Viola era entusiasmo, dolcezza, intelligenza, allegri. Tutto ciò che lui non avrebbe mai potuto avere. Ogni giorno, ogni istante accanto a lei era una lotta continua tra abbandonarsi alla spensieratezza e difendere la propria roccaforte. Ma Aris non aveva scelta.

Conoscerà tante persone interessanti nel Salento, come ad esempio Carmela e Vito, la coppia che ha sempre abitato nella masseria e che aiutava Adele a mandarla avanti. Adesso anche Viola potrà contare sul loro aiuto ma il loro rapporto diventerà ben presto più profondo di quello tra proprietario ed aiutanti. Carmela sarà per Viola come una zia e la ragazza si affezionerà molto a lei e soprattutto a Nico, il loro bellissimo nipote. Nico è un personaggio molto importante; affetto dalla sindrome di Asperger, entrerà come un uragano nella quotidianità di Viola riempiendo i suoi vuoti in ogni senso. Un piccolo folletto curioso che ha sì bisogno di tanta attenzione ma che, come tutti i bambini, restituisce più affetto e amore di quanto si aspetti di ricevere.
Ma se con Viola viviamo ed affrontiamo molto profondamente i problemi e le sofferenze di una vita di sacrifici dovuti alla sua scelta di prendersi cura della masseria, con Aris affrontiamo dei temi diversi. Lui ha scelto un percorso di vita che, anche se non lo rende felice, gli è impossibile abbandonare. È cresciuto in una famiglia in cui un padre autoritario lasciava poco spazio ad una madre troppo remissiva; questo esempio, unito ad un forte senso di colpa, lo imprigiona in un rapporto che lo costringe al fianco di una donna che non ama.

Provenivano da due mondi molti diversi e spesso lo scetticismo e la durezza di Aris si scontrava con la positività e l’ingenuità di Viola. Discutevano spesso, anche per sciocchezze e questo, invece di allontanarli, li univa ancor di più.
Erano perfettamente consapevoli delle rispettive strade da percorrere, ma non riuscivano a fare a meno di saltare sullo stesso binario e proseguire insieme.

Il destino dei due ragazzi però è quello di incrociarsi e di darsi forza a vicenda.  Insieme riusciranno ad affrontare i problemi quotidiani e vedere uno spiraglio di sole anche in quelle giornate dove apparentemente non ce n’è.
L’attrazione tra i due non sarà sufficiente però a far sì che i pezzi del puzzle trovino la giusta collocazione ma, grazie alla loro forza di volontà, l’affetto delle persone che li circondano – come i loro amici Ezio e Laura - e tanto lavoro le cose prendono la giusta direzione.

«Sentiti libera di mandarmi via in qualsiasi momento, perché io non lo farò da solo.»
Poi la baciò. Fu un bacio dolce e affamato, rude e disperato. La lasciò bruscamente, e scomparve quasi di corsa.
Viola si portò una mano alle labbra, bollenti e salate di lacrime, con la sensazione di aver condannato il suo cuore a un’infinita agonia.

Ed è qui che Viola inizia a vedere la masseria che le ha lasciato la nonna non più solo come una semplice eredità ma come una possibilità, una promessa per un futuro migliore e felice.
Questo ci ha regalato l’autrice, la speranza. Un romanzo che non è una dolce favoletta ma che tratta di temi attuali e reali, che fa vivere al lettore situazioni veritiere. Io stessa mi sono immedesimata in Viola, avendo dovuto affrontare una situazione simile. Ho aperto da poco una nuova attività e so cosa vuol dire non dormire la notte domandandomi se ho fatto la scelta giusta, e capisco lo sconforto causato dalle lunghissime attese degli uffici comunali. Purtroppo, però, non avevo al mio fianco un uomo magnifico come Aris.
Lo stile dell’autrice è fluido ed ho molto apprezzato sia la narrazione in terza persona, che permette la conoscenza più profonda di ogni aspetto dei personaggi e delle situazioni, sia la scelta dei capitoli ridotti che aiutano lo scorrere della storia.
I personaggi sono tutti ben caratterizzati e delineati sia a livello fisico che caratteriale.
L’ambientazione marittima è da sogno e fa venire voglia di preparare le valige e partire. Apprezzo molto le autrici nostrane che scelgono di ambientare i loro romanzi qui in Italia. Come noi lettori non dobbiamo cercare lontano per trovare buoni libri, così le autrici non devono cercare oltreoceano per trovare ambientazioni spettacolari.



Passiamo ora alle regole per partecipare al Giveaway.
In palio 1 COPIA CARTACEA del libro!

Partecipare è molto semplice ed avete tempo fino al 14 Giugno, giorno dell’uscita ufficiale.
Di seguito le semplice regole da seguire:

REGOLE OBBLIGATORIE
- Diventare lettori fissi dei blog che partecipano al blogtour
Farlo è semplicissimo. Basta cliccare sul tasto Unisciti a questo sito che trovate in alto a destra.
- Commentare almeno 3 tappe
- Mettere "Mi piace" alla pagina Facebook dell'autrice
- Condividere questo evento sul vostro profilo Facebook taggando 3 amici
Assicuratevi di avere la privacy del profilo pubblica in modo da poter controllare la condivisione.


Vi ricordiamo tutte le tappe del BlogTour e vi diamo appuntamento al 14 Giugno per scoprire il vincitore della copia cartacea di questo meraviglioso romanzo.
In bocca al lupo a tutti!



14 commenti:

  1. Non avevo dubbi sulla recensione di questo libro!!! Appena l'ho visto ho pensato che sarebbe stata una bella lettura... ed eccoci giunti alla fine del blogtour. ;)

    RispondiElimina
  2. C'era da aspettarselo,pur non avendolo ancora letto sento che mi piace *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Link condivisione https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=966107746839106&id=100003196684014

      Elimina
  3. Dopo aver letto questa bella recensione ho avuto la conferma che sarà un libro stupendo, non vedo l'ora di leggerlo :)

    RispondiElimina
  4. Bellissima recensione, già dalla trama si capisce che sarà un libro appassionante. Non vedo l'ora di leggerlo!

    RispondiElimina
  5. una recensione entusiasta che mi ha fatto venire ancora più voglia di leggerlo!

    RispondiElimina
  6. Ottima recensione, mi aspetto proprio di trovare in questo libro una favolosa e originale lettura

    RispondiElimina
  7. Ottima recensione, mi aspetto proprio di trovare in questo libro una favolosa e originale lettura

    RispondiElimina
  8. Una recensione davvero interessante!sempre più curiosa di leggere questo libro, di cui adoro trama, cover e la figura di Viola

    RispondiElimina
  9. Karin ha fatto un ottimo lavoro con la recensione! Fatemi sapere se il libro piacerà anche a voi! Vi aspetto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabrina :)
      tutto merito di un buon libro

      Elimina
  10. Arrivate alla fine del tour, incrocio le dita :)

    RispondiElimina
  11. Bella recensione, degno completamento di quello che è stato detto nelle altre tappe del blogtour.

    RispondiElimina