Ultime recensioni

mercoledì 3 febbraio 2016

[Recensione] LA SORPRESA DI ALEX - Chris McHart


M/M - Fantasy - Paranormal: ho fatto indigestione. Mi sa che è un po' troppa roba insieme!

Genere: M/M - Fantasy - Paranormal
Casa editrice: Rawmance Publishing/Selfpublished
Data di Uscita: 25 gennaio 2016
Prezzo: €2.99

Sinossi: Alex vuole soltanto una calda notte di passione con Gerome, ma ottiene molto di più. La sua vita cambierà per sempre quando scoprirà di essere rimasto incinto in un mondo in cui si finisce in prigione per questo.
Il suo miglior amico, Sam, si comporta in modo strano da quando ha incontrato l’uomo con cui Alex ha condiviso l’avventura di una notte, ma adesso lui ha bisogno di aiuto per nascondersi e Sam è la sua unica speranza.

Serie SURPRISE:
#1. La sorpresa di Alex;
# 2. Saving Alex


Racconto ben scritto. Questa è l’unica cosa che mi ha colpito di ‘La sorpresa di Alex’ di Chris McHart. È una storia incompiuta perché si prevede che ci sarà una seconda parte. Sono una lettrice abituale di gay romance ma a dire il vero questo racconto non l’ho capito, o per meglio dire, non ho capito il messaggio.

I personaggi sono tre: Alex, Sam e Gerome. Alex e Gerome combinano il fattaccio ma Sam sarà il salvagente di Alex, che rimasto da solo avrà l’appoggio vero e sentito del suo miglior amico. Ho letto quindi una storia dove ci sono vari ingredienti – l’amore, la paura, la rabbia, il divertimento – ma sembra un racconto asettico. Forse ciò è dovuto anche dalla ‘stranezza’ del contenuto del racconto che converge verso il fantasy mischiandosi al genere M/M.

In maniera un po’ insolita il racconto rappresenta un elogio alla famiglia. Alex ha perso i suoi genitori in un incidente e ora che ha la possibilità di formarne una sua non vuole perdere l’opportunità, sebbene il momento non sia quello giusto. Anche la figura del futuro padre è un cliché un po’ abusato, ossia, se ne vuole lavare le mani anche se il suo supporto finanziario ed informativo sono a disposizione di Alex.

Sono un po’ a corto di parole perché non sono stata colpita dalla storia. Forse se fossimo rimasti al semplice genere M/M il racconto sarebbe stato più verosimile, ma la storia del vampiro e della gravidanza mi hanno lasciato alquanto basita. Chi mi conosce sa che di fantasia ne ho da vendere, ma questa avventura non rientra nelle mie corde.


Nessun commento:

Posta un commento