Ultime recensioni

domenica 10 gennaio 2016

[Recensione] L'ABBANDONO - June Gray

Serie 'Disarm': con questo romanzo si conclude la bella storia d’amore di Elsy e Henry. Si sogna, si piange, si spera, ma soprattutto si cresce.

Genere: Erotic Romance
Casa editrice: Newton Compton Editori
Data di Uscita: 2 febbraio 2015
Prezzo: € 4.99

Sinossi: Per Elsie e Henry sposarsi e comprare una casa è solo l’inizio di una nuova e appassionante avventura. Elsie ha ingranato bene col suo lavoro, mentre Henry sta facendo carriera come agente di polizia. Tutto, a quanto pare, è finalmente tornato al posto giusto. Ma proprio quando le cose sembrano andare a gonfie vele, i cambiamenti mettono a dura prova la stabilità del loro rapporto. Henry, con il lavoro che fa, è in costante pericolo di vita, e Elsie lo osserva impotente, mentre scivola di nuovo nelle proprie equivoche, vecchie abitudini. E sa che deve trovare un modo, a qualsiasi costo, per evitare che il passato si ripeta. Con il rischio continuo di sprofondare nelle sabbie mobili, Elsie e Henry devono capire come rafforzare la loro unione, prima che finiscano per perdere ciò che conta di più...





La storia di Elsie e Henry è bellissima. Si piange, si ride, si riflette. ‘L’abbandono’ è il secondo episodio della serie ‘Disarm’. Il primo volume, ‘La conquista’, è stato bellissimo e di solito i primi volumi delle serie lo sono per poi perdersi nei successivi. Questa volta, invece, June Gray, è stata proprio brava a continuare una storia che non ha nulla di ripetitivo o di noioso.

Henry è un uomo fatto e cresciuto ma molto fragile psicologicamente perché si porta dietro un retaggio del suo periodo nell’aeronautica che lo ha segnato per sempre. Quello che non riesce a superare è il fatto che non è un supereroe: non può essere l’unico le cui spalle devono sorreggere i mali del mondo e soprattutto della donna che ama sin dalla sua giovane età. Henri è l’uomo che ogni donna vorrebbe al suo fianco perché per lei è disposto a fare di tutto ma se si esagera il fallimento è scontato. Però quella fase depressiva che vive attira gli schiaffi come le mosche sul miele!!!

Elsie è una bella donna, forte e coraggiosa. Il suo amore per Henri, che ha radici nel passato, è talmente forte, talmente radicato che niente e nessuno la allontana dal suo uomo. Anche lei ha dei momenti di debolezza - e chi non ne ha??? - ma recupera subito e combatte anche per Henri quando lui decide di gettare la spugna. Il suo personaggio soffre tanto, forse pure di più di Henri perché ha i suoi problemi di donna da affrontare e cerca disperatamente di aiutare anche il suo uomo adorato.

Quello che ammiro è la forza e l’amore che mantiene unita questa coppia anche se i problemi incombono uno dopo l’altro. Ed è proprio questo tipo di tensione che mi piace leggere. In questo romanzo non c’è noia, non c’è pausa per riflettere su quello che è accaduto che subito qualcos’altro scombussola la vita di questa coppia innamorata.
June Gray sa scrivere ma soprattutto sa coinvolgere i lettori nelle storie narrate. Si avvertono i cambiamenti di umore, la tristezza, la gioia dei protagonisti come se la vivessimo noi. Non parliamo poi delle scene di grande intimità che alternano forza e desiderio a dolcezza e sentimento struggente.

Mi è piaciuto anche il passaggio di punto di vista nell’ultimo capitolo. Henri descrive gli ultimi avvenimenti, quelli più importanti per la sua famiglia. Sembra essere tornato il sereno e le sue parole ci danno un senso di sollievo e ci fanno sorridere. Il temporale è passato anche se qualche nuvola rimane nel suo cielo ma ora si lotta per qualcosa in più e ne vale la pena.

Il bello di questa storia è che non si prendono posizioni: non si sta dalla parte di Elsie o di Henri. Si sta dalla loro parte. Si parteggia per la coppia e si sostiene il loro amore. Combattiamo su due fronti perché se loro sono felici, lo siamo anche noi.

Struggente storia d'amore che piace perché tocca abbraccia molte situazioni tipiche di una coppia. Se non lo apprezzate, non saprei proprio cosa possa piacervi!





Nessun commento:

Posta un commento