Ultime recensioni

mercoledì 13 gennaio 2016

[Recensione] ENDORA. UOMINI SOTTOMESSI - Fernanda Romani

Oggi voglio parlarvi di un’autrice italiana, Fernanda Romani, che ha saputo conquistarmi da subito grazie al suo ENDORA. UOMINI SOTTOMESSI, 1° libro di una serie Fantasy da tenere d’occhio.

Genere: Fantasy
Casa editrice: Self Publishing
Data di Uscita: 14 Luglio 2014
Prezzo: Ebook € 0.99

Sinossi: Il Regno di Endora è una società matriarcale dove gli uomini vivono in condizioni di sottomissione, penalizzati in ogni aspetto della loro vita. Quelli più attraenti vengono avviati alla prostituzione fin da ragazzi diventando così “liberi amanti”, gli unici individui di sesso maschile che hanno la possibilità di diventare ricchi.
Killiar era uno di loro; ambito e ricchissimo, si è innamorato e ha ceduto al matrimonio con una militare di carriera, Izrhad. È stata un’unione felice ma, alla morte della moglie, in guerra, ha perso tutto.
A Endora gli uomini non hanno diritti ereditari.
Naydeia, ufficiale dell’Armata, Comandante del reggimento “Giglio”, era la migliore amica di Izrhad, la moglie di Killiar, ed è innamorata di lui da prima che loro si conoscessero. Ha sempre vissuto il proprio amore come una condanna; si è allontanata dalla sua amica, incapace di vederla felice assieme all’uomo che anche lei avrebbe voluto, ma gli Dei o il destino hanno deciso di darle un’altra occasione…
Daigo è un Aldair, uno straniero che a Endora può solo fare il mercenario sessuale per le donne dell’esercito che, per evitare di rimanere incinte, usano per il proprio piacere solo uomini di etnie incompatibili con loro. Costretto a prostituirsi per motivi religiosi, Daigo è un guerriero, figlio di un capo tribù. Incontrerà Naydeia e Killiar sulla propria strada e questo potrebbe cambiare il suo destino.
Mentre questi tre personaggi intrecciano le loro vite e i loro sentimenti nel corso di una campagna militare piena di insidie contro i temibili Qanaki, nella capitale, Omira, si dipanano intrighi dove la magia ha un ruolo fondamentale. Yadosh, l’unico uomo di tutto il regno dotato di potere politico, sta cercando una pericolosa verità, nascosta nelle pieghe della Storia. È un individuo senza scrupoli, disposto a tutto pur di migliorare le condizioni sociali degli uomini di Endora, ma dovrà misurarsi con avversarie feroci, ben decise a impedire qualsiasi cambiamento.

Serie “Endora”
#0,5. Indegno
#1. Uomini sottomessi
#2. Donne d'ombra e di spada


Endora è un romanzo, anche se la sua brevità potrebbe far pensare ad un racconto lungo, che ha tutte le carte in regola per emergere nel panorama Fantasy italiano.
In poche pagine l’autrice riesce a presentare un mondo matriarcale dove il ruolo dell’uomo è solo quello di “appagare” la donna ed ogni suo desiderio. Ma capiamoci bene, qui non parliamo di un erotico e, anche se ci sono alcune scene di sesso, lo stile chiaro e pulito della Romani non lascia dubbi sul genere a cui appartiene il suo lavoro.

Ci troviamo ad Endora, un luogo in cui la donna governa, gestisce e protegge il mondo. Si perché le donne hanno il pieno controllo di tutto, e con tutto intendo anche il controllo sugli uomini.
Immaginate una società composta da donne talmente forti, belle e valorose da poter affiancare l’dea delle nostre Amazzoni, donne che combattono guerre in difesa del proprio regno e che, una volta tornate all’accampamento, scelgono un uomo con cui passare qualche ora come i “nostri uomini” facevano (e fanno tutt’ora) in un qualsiasi bordello. Gli uomini in questioni sono gli Aldair, costretti dalla legge a “servire” le guerriere sul campo per 10 anni prima di tornare al loro villaggio e continuare la propria vita. Daigo è uno di loro. Un uomo fiero, bello e indomabile che scoprirà come il desiderio per una donna possa sconvolgere la sua vita. Ma lui non è il protagonista di questa storia, o meglio, non è l’unico protagonista.

La storia si apre presentandoci Killiar, un libero amante che ha appena perso TUTTO. A differenza degli Aldair, gli uomini di bell’aspetto che vivono nelle città  possono decidere di affinare le proprie arti seduttive per diventare liberi amanti  e, soddisfacendo le proprie clienti come solo una prostituta di alto borgo potrebbe fare, vivere una vita dignitosa. I liberi amanti infatti sono gli unici uomini in grado di accumulare una propria ricchezza e per questo vengono rispettati dalle donne e invidiati dagli altri uomini. Questi uomini così belli possono scegliere di abbandonare la professione e sposarsi ma, se la propria moglie dovesse morire e loro restare vedovi, perderebbero anche i soldi accumulati con il lavoro prima del matrimonio, per non parlare di casa e figli, per tornare a vivere sulle strade.  Ed è qui che inizia la storia di UOMINI SOTTOMESSI.


Anche se fino ad ora potrà sembrare che io abbia scritto molto, vi assicuro che non ho raccontato niente che possa rovinarvi la lettura perché quest’opera vi porterà dentro le vita di questi due uomini ma soprattutto all’interno di quella di Naydeia, una comandante guerriera che si troverà ad ospitare, per motivi differenti, Daigo e Killiar all’interno del suo accampamento.

In poche pagine l’autrice getta le basi per una serie Fantasy molto originale e ben scritta. I personaggi sono tutti caratterizzati molto bene anche se, considerando la brevità del volume, immagino che scopriremo molto altro di loro nei prossimi capitoli. La lettura scorre veloce e fluida, merito dello stile unico della Romani che non cade mai nella banalità. La storia risulta avvincente grazie anche ad una sotto-trama che getta le basi per qualcosa che potrebbe cambiare le regole di questa società che sembrerebbe, ad un primo sguardo, non avere falle. Un abile intrigo viene presentato al lettore che però resterà all’oscuro della sua natura anche dopo la chiusura di questo primo libro.

Una lettura che consiglio a chiunque ami il genere Fantasy e voglia conoscere un mondo nuovo, nato dalla penna di un’autrice che colora di rosa questa serie grazie ad un dolce-amaro intreccio amoroso.
Se con le mie parole sono riuscita un pochino ad incuriosirvi è solo perché ENDORA mi ha catturata, la sua storia mi ha incuriosita ed i suoi protagonisti mi hanno aperto il loro cuore. Tutto questo grazie a Fernanda Romani e alla sua bravura come scrittrice.

   

1 commento:

  1. Grazie, Karin! Sono molto felice che ti sia piaciuto! Vorrei aggiungere la notizia che ora è disponibile un volume cartaceo che riunisce entrambi gli episodi usciti finora in digitale.
    Fernanda Romani

    RispondiElimina