Ultime recensioni

martedì 15 dicembre 2015

[Recensione] NELLA TANA DEL LUPO - Nora Noir

Primo romanzo di Nora Noir letto e promosso a pieni voti. 
Dico solo che odio la neve, il freddo ma leggendo il romanzo ho rivalutato un po' i paesaggi montani ed innevati, le temperature sottozero e mi è nato un certo interesse per la fauna locale!! Ahahahaha

Genere: Erotico
Casa editrice: Rizzoli
Collana: Youfeel
Data di Uscita: 23 Marzo 2015
Prezzo: Ebook € 2.49

Sinossi: Quando si accende la passione anche il ghiaccio diventa rovente

Noemi è una ricercatrice italiana di Scienze naturali. La sua vita scorre ordinaria e tranquilla tra il lavoro all’università e l’amore non corrisposto per un collega, fino a quando il professore che affianca negli studi le chiede di prendere il suo posto in un progetto di ricerca in Canada: dovrà seguire gli spostamenti dei lupi e studiarne le dinamiche sociali. Noemi, tra mille dubbi e paure, lascia il tepore della famiglia e parte per lo Yukon. Trova ad attenderla Jeff, un rude etologo italoinglese che si rivela un rassicurante ed esperto compagno di avventura. Gli appostamenti nella neve, i lunghi momenti in attesa del branco e le chiacchierate davanti al caminetto abbattono ogni barriera tra Noemi e Jeff, e scocca una scintilla che nessuno dei due aveva previsto. La natura intorno a loro li aiuterà a liberarsi da qualsiasi convenzione, svelando le loro passioni più intime e selvagge. Ma il passato di Jeff non resterà a lungo sepolto sotto la neve…


Sensuale, intrigante, proibito, dopo “Ciliegio in fiore” un altro elegante erotico che vi sedurrà.




E brava Nora Noir!! Mi sei piaciuta e soprattutto mi è piaciuto il tuo romanzo breve ‘Nella tana del lupo’. Bella la storia, bella la scenografia da ’bianco Natale’ perenne. Un po’ inverosimile la storia della modella Vip, tutta unghie laccate e messa in piega che non si sposa con la vita da campo alquanto spartana, ma per il finale che le è destinato la posso anche sopportare.

Il romanzo ha tante frasi brevi, quasi ad effetto. Un concentrato di emozioni che viviamo con la protagonista, in diretta con lei, e la supportiamo incitandola a non mollare. E anche questo mi piace.

Il titolo si rivolge sì al protagonista ma molti sono i riferimenti che in seguito vengono fatti tra la specie umana e quella animale, quasi a voler sottolineare che in noi l’istinto animale non si è sopito nonostante l’evoluzione. Anche la natura descritta mostra il suo lato aspro e indomito perché l’uomo e la civiltà in questi luoghi devono adeguarsi all’ambiente che li circonda. Forse è questo che rende i due protagonisti così carnali. Vorrei sottolineare che questo concetto sulla natura animale dell’uomo è trattato con molto tatto e non mi dispiace, anzi.

Mi piace la caratterizzazione di Jeff e di Noemi: Jeff nel suo ruolo di pigmalione, di scienziato burbero tendente alla vita ‘lupesca’ e Noemi che affronta una nuova esperienza uscendone vincitrice e in veste di donna più matura. Insomma, la brava ragazza cresce ed è così fortunata da trovare un bel lupacchiotto tutto per lei. Meglio il lupo di quel volpino del suo collega Federico, alquanto viscido e ‘rosicone’.

Se il titolo è appropriato come al solito la copertina lascia il tempo che trova. Insomma una scrittrice Youfeel molto brava. Attendo il prossimo animaletto ‘da addomesticare’. Buona lettura a tutti!

Nessun commento:

Posta un commento