Ultime recensioni

lunedì 7 dicembre 2015

[Recensione] BARCELLONA MI AMOR - Melinda Miller

Hola Impertinenti,
¿cómo estáis? Io sono sempre qui, armata di occhiali ed e-reader, pronta a leggere libri da consigliarvi.
Questa volta è il turno di “Barcellona mi amor di Melinda Miller, che ho avuto la possibilità di leggere grazie alla case editrice Tre60. GRAZIE MILLE!!


Genere: Romantic Comedy
Casa editrice: Tre60
Data di Uscita: 10 Settembre 2015
Prezzo: € 13.00 - Ebook € 6.99


Sinossi:
A Barcellona il 23 aprile è il giorno di Sant Jordi, la festa degli innamorati e dei libri. Chi si ama si scambia un regalo: le donne ricevono una rosa, gli uomini un libro.
Proprietaria della libreria Bésame Mucho, Paloma ama quel giorno più di ogni altro, e sa consigliare sempre il libro perfetto da regalare, specialmente se si tratta di un dono che deve «valere» come dichiarazione d’amore. Eppure, lei, l’anima gemella non l’ha ancora incontrata...
Enrique è un uomo affascinante, giornalista affermato con una passione smodata per la buona cucina ed un segreto che custodisce gelosamente. Anche lui si troverà a festeggiare Sant Jordi e, alla ricerca di un regalo per la sua compagna, entrerà nella libreria di Paloma. Ma il destino, un misterioso taccuino vergato a mano e una rosa stuzzicheranno la sua curiosità sino a travolgerlo e fargli conoscere il vero amore...
Con loro, sullo sfondo dell'incantevole capitale catalana, incontrerete personaggi indimenticabili che, tra tapas e sangria, vi contageranno a tal punto da farvi dire: Barcellona mi amor!

Dopo “London in love”, Melinda Miller vola in Spagna
e ci fa innamorare di Barcellona!



Veniamo a noi: il libro in questione ha tutti i requisiti per essere una piacevole commedia romantica e una guida turistica che vi farà innamorare di Barcellona!
Avete presente quando arriva il giorno di San Valentino e voi siete single, ma vorreste comunque ricevere quegli orrendi peluche con scritto “I LOVE YOU” e a vostra volta vorreste avere il problema di cosa regale al vostro partner?! Bene, il 23 aprile, giorno di San Jordi, a Barcellona è la festa dei libri e delle rose: ogni donna regala al proprio uomo un libro e lui ricambia con una rosa ( *_* trovo la cosa dolcissima, devo confessarvelo). Paloma, la protagonista del nostro libro, è una delle ultime romantiche, innamorata dell’amore. Ancora una volta si ritrova senza aver trovato l’uomo giusto  a cui regalare un libro, proprio lei che è la proprietaria della libreria Besame Mucho! Ma quest’anno sembra che il destino le abbia riservato una piccola sorpresa o meglio Enrique, un giornalista/ critico gastronomico poco affascinato dalla magia del giorno degli innamorati. Complice una misteriosa guida turistica dell’amore e l’amore che ci sorprende quando meno ce lo aspettiamo, ecco che per Paloma inizierà quello che, forse, potrà essere un grande amore.
Bene bene bene… la prima cosa a cui ho pensato quando ho iniziato a leggere questo libro è stato:” mi ricorda un film ma non ricordo quale!” In realtà non credo ci sia un film simile ma i due autori ( ebbene sì, ho scoperto che dietro allo pseudonimo di Melinda Miller si celano in realtà due autori italiani) sono riusciti a costruire quella che è a metà tra una piacevole commedia rosa e una commedia degli equivoci.
I due protagonisti sono tra loro agli antipodi. Insicura, dolce, sognatrice forse un po’ troppo, Paloma è una donna che ancora insegue l’amore e ancora spera di trovare un uomo che la ami come i protagonisti dei libri che legge. Per lei l’amore dovrebbe essere così:
"A me piacerebbe una vita come le copertine dei miei libri. Tendenzialmente rosa, con sfumature pastello. Dall'ocra all'azzurro. Come i tramonti di Barcellona."

Enrique, invece, è decisamente un uomo con i piedi per terra: più pratico meno avvezzo all’amore, convinto di amare la donna che ha il suo fianco, ma incapace di ammettere che sente la mancanza di qualcosa sempre in bilico tra chi è veramente e il suo pseudonimo. L’irruzione di Paloma nella sua vita lo porterà a riconsiderare la sua vita. in realtà entrambi daranno una scossa alla vita dell’altro.
Essendo due personaggi, appunto così diversi, la doppia narrazione permette al lettore di entrare a stretto contatto empatico con entrambi. Inoltre lo stile dei due autori risulta fluido e piacevole da leggere che, se come me non sai che si tratta di un romanzo scritto a quattro mani, neanche te ne accorgi.
La cosa che mi è piaciuta tantissimo è stata la guida turistica che porta il lettore nei posti più romantici di Barcellona e che veramente ti fanno venir voglia di visitare la città in coppia (ma anche da soli!!). Inoltre la domanda su chi fosse Diego ha creato tanti siparietti esilaranti che mi hanno molto divertita.
Ben costruiti e veramente utili alla riuscita del romanzo sono stati gli altri personaggi in particolare Antonio, il migliore amico gay di Paloma. Lo voglio anche io un migliore amico così, giuro, cedo tre delle mie amiche in cambio di uno come lui *_*
Tornando seria, devo dire che il libro è veramente una lettura piacevole, non è quel tipo di romanzo che vi rende dipendenti e vi lascia in modalità fan girl ma  si legge veramente bene e mi sento di consigliarvelo, in quanto è perfetto mix di risate e momenti in cui anche se con il sorriso si affrontano momenti importanti. Quindi avete un libro in più da mettere in lista per questi pomeriggi uggiosi e se siete in procinto di partire per una bella vacanza verso Barca, munitevi di post-it e prendete appunti!!
Ho visto che prima di Barcellona c’è stata Londra. Ora, quale sarà la nuova meta? Mi sento di proporre Parigi o Amsterdam. Che si aprano le scommesse!
Alla prossima lettura Impertinenti xo xo

1 commento:

  1. Me gusta :P Anche perchè l'idea di regalare un libro la trovo geniale u.u

    RispondiElimina