Ultime recensioni

martedì 6 ottobre 2015

[Recensione] TUTTA COLPA DELLO YOGA - Laura Schiavini

Avete voglia di tuffarvi in una commedia romantica fresca e ricca di brio?
Allora non potete farvi scappare l’ultimo romanzo di Laura Schiavini, TUTTA COLPA DELLO YOGA edito dalla Newton Compton editori.

Tra una posizione del loto e un saluto al sole, c’è forse spazio per l’amore…

Genere: Romance Contemporaneo - Commedia Romantica
Casa editrice: Newton Compton
Data di Uscita: 2 Luglio 2015
Prezzo: € 9.90 - Ebook € 4.99

Sinossi: Mimì ha trentadue anni, è laureata in psicologia ed è alla disperata ricerca di un lavoro. L’esame per un posto da psicologa non è andato come sperava, e deve adattarsi a fare “l’esattrice” con un contratto a termine di soli tre mesi in un’azienda che concede prestiti: un momento pessimo e senza grandi prospettive per il futuro. Così, per trovare un aiuto, spinta dalla sua amica Franca, che ha capito il periodo di crisi, si iscrive a un corso di yoga. Migliorare se stessa e recuperare l’equilibrio interiore che ora le manca: ecco cosa desidera. Ma galeotto sarà lo yoga… Ben presto infatti la semplice ammirazione per Swami, il suo maestro, si trasforma in qualcosa di ben poco spirituale... A complicare le cose entra in scena un altro uomo: Enrico, il suo capo, il classico tipo bello, griffato e molto, molto antipatico. L’antitesi di Mimì. Ma, come si sa, gli opposti si attraggono, e ben presto Mimì si troverà a dover scegliere: da una parte l’amore che pensa di provare per Swami e dall’altra la passione per Enrico…

Dall'autrice del bestseller “A qualcuno piace dolce”
Una commedia divertente e romantica piena di vita, amore e... yoga. 


Laura Schiavini ci regala un romanzo ricco di emozioni, sentimenti ed ironia. Una commedia romantica contemporanea che finalmente ha come punto di forza la genuinità sia nella trama che nei personaggi.
Iniziamo parlando di Mimì, la protagonista di questo romanzo: giovane donna italiana che, anche se accompagnata da una laurea in psicologia, si trova a dover affrontare i tipici problemi della nostra generazione.
È in cerca di un lavoro che possa in qualche modo stimolarla e che allo stesso tempo le permetta di aiutare il prossimo e sfruttare la sua laurea.
Vive ancora con i genitori che cercano di far quadrare i conti della casa e tirano avanti con la pensione del padre.
Ha appena chiuso una relazione dopo aver realizzato che, in fondo, a parte il sesso, non c’era niente che gettasse le basi per un vero rapporto.
Inizia così a guardarsi intorno con un po’ di paura e malinconia perché le sembra che, a parte lei, tutti abbiano trovato la propria strada.
Per fortuna ha dalla sua parte una famiglia che, anche se un ‘tantinello’ anticonvenzionale, non le fa mancare mai sostegno ed amore. E poi ha Franca, la sua migliore amica, sempre pronta a farle vedere il mondo da una prospettiva diversa. Ed è proprio grazie a lei che Mimì decide di iniziare un corso di Yoga, un modo per cercare di ritrovare se stessa e chissà, magari anche un nuovo punto di partenza per la sua vita.

Tra un susseguirsi di situazioni inaspettate, incontri imprevisti e continui malintesi, l’autrice ci avvolge nella vita di Mimì. Conosceremo Swami, il fascinoso maestro di Yoga che riconoscerà in lei la sua anima gemella, un’unione spirituale così rara da convincere la nostra protagonista che un nuovo inizio è alle porte. Accetta un lavoro che, anche se non era quello che lei sognava, in qualche modo riesce a farla sentire utile ed aiutare i suoi clienti.
A parte il capo incredibilmente maleducato, impertinente e spudoratamente sexy, sembra che tutto proceda per il verso giusto.
Secondo voi, le cose potrebbero andare meglio per la nostra protagonista?

L’autrice riesce, grazie al suo stile pulito e scorrevole, a coinvolgere il lettore in una storia che potrebbe, ad un primo sguardo, sembrare la solita storia trita e ritrita ma che si scoprirà ricco di colpi di scena ed ilarità.
Mimì è una protagonista vera, con i suoi problemi ed i dubbi classici di una trentenne dei giorni nostri ma con una forza interiore ed una voglia di vivere che le permetterà di non vedere mai il bicchiere mezzo vuoto… diciamo quasi mai!
La sua voglia di amare e di essere finalmente capita e contraccambiata nel modo che ha sempre sognato porterà la sua mente ad eseguire incredibili e divertenti voli pindarici tra fantasia e realtà.
I due protagonisti maschili invece sono uno l’opposto dell’altro ma, allo stesso tempo, potrebbero essere, se uniti in un’unica entità, l’uomo perfetto per Mimì. Due uomini che però non hanno nulla di magico o fatato e che riescono a rafforzare la bellezza di questo romanzo arricchendolo di realtà.
Un romanzo che non finirei mai di consigliare e di cui mai mi stancherei di parlare perché è il classico libro che ti regala quelle ore di serenità dopo una giornata di lavoro. Un romanzo che, anche se scritto in modo semplice – o forse proprio grazie a questo -, è riuscito a farmi fare la 2 di notte per scoprire come sarebbe andato a finire.

Credo che l’editoria italiana avrebbe bisogno di più romanzi come questo e ringrazio l’autrice per avermi regalato qualche ora di svago dai problemi della vita quotidiana.


3 commenti:

  1. Grazie mille a Karin per questa bellissima e lusinghiera recensione!

    RispondiElimina
  2. Sembra davvero carino! :D Un bel libro leggero e divertente :)
    Credo proprio che lo aggiungerò in lista, grazie ^.^

    RispondiElimina
  3. Voglio iscrivermi ad un corso di yoga!!!!! *__*

    RispondiElimina