Ultime recensioni

lunedì 5 ottobre 2015

[Recensione] LA CANZONE CHE CI HA FATTO INCONTRARE - Ryan Winfield



Dopo aver letto il romanzo ‘La canzone che ci ha fatto incontrare’ di Ryan Winfield,

Xania-guerriera dice: Accidenti, mi è partito l’ormone!!!!! Mr. Winfield è proprio proprio appetibile;

Xania-donna  dice: un romanzo d’amore scritto da un uomo.. veramente bello! Grande sensibilità!


Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Sperling & Kupfer
Data di Uscita: 15 settembre 2015
Prezzo: € 17.90
Traduttore: Marco Zonetti


Sinossi: Quali confini attraverseresti per il vero amore?
Disperata per la perdita della figlia, la quarantenne Jane accoglie un musicista che le sembra un amico della ragazza, l’unico in grado di farle capire e accettare le ragioni di quella vita spezzata. Ma con il passare dei giorni Jane si rende conto di essere attratta dal giovane uomo che ospita, e capisce che si sta innamorando di lui. Forse per lei è troppo tardi; o forse, invece, il vero amore non conosce limiti. Una storia di passione e rinascita, quella di una donna che ha vissuto lottando da sola per anni e alla quale il destino decide di regalare una nuova vita. Romantico e sexy, un romanzo ricco di sfumature.





Questo è il classico romanzo che ho scelto dal titolo e dalla copertina. La sinossi in seguito ha confermato che era un libro che doveva cadere nelle mie grinfie. Anche io in fondo ho un lato romantico e come succede per Rhage (vedi ‘La confraternita del pugnale nero’) la mia bestia si è ammansita leggendo questo romanzo.

Lei ha 40 anni, lui ne ha 25. Bella differenza di età che però non impedisce ad un sentimento vero di sbocciare. Sebbene all’inizio lei abbia aiutato lui perché pensava potesse fornirle delle informazioni utili sulla figlia, sebbene lui abbia cercato un modo per uscire dalla vita di strada, alla fine i veri sentimenti sbocciano e l’età non conta più.

Di questo romanzo mi è piaciuto come l’amore sia il protagonista. Caleb è giovane, non ha niente da perdere, ma è onesto. E’ un bravo ragazzo e prova per Jane dei sentimenti sinceri.  Jane, invece, è provata dai sensi di colpa per la figlia e per la differenza di età. Diciamo che se qualche anno fa mi fossi trovata anche io in una situazione del genere, mi sarei comportata esattamente come Jane. Vivere quella frustrazione di tarpare le ali all’aquilotto più giovane ti toglie il sonno ma solo quando una persona, donna o uomo che sia, capisce che l’amore non ha età, in barba alle convenzioni sociali e ai pettegolezzi!!!  La vita è breve e deve essere vissuta fino in fondo, senza rimpianti, accidenti!

Toccante è la storia di amicizia - se vogliamo dirla in altre parole, un altro tipo di amore - tra Jane e Grace. Due amiche vere, due amiche che si dovranno separare per sempre ma con l’augurio di Grace che farà finalmente compiere a Jane la scelta definitiva. Le parole del romanzo sono veramente commoventi “Fai solo tutto ciò che faresti se non avessi paura. Vivi come avrei vissuto io se l’avessi capito prima. Vivi la vita che io non posso più vivere, Jane. Una vita senza paura”. E queste parole le ha scritte un uomo??? Voglio conoscerlo di persona.. Ryan, come to Italy asap!!!!

E l’amore materno visto da due generazioni? La mamma di Jane mi altera giusto un po’ il sistema nervoso ma alla fine merita la redenzione. Jane, invece, deve fare sempre i conti con la sua coscienza e con il suo essere stata mamma single, forse poco presente con la figlia, forse incapace di instaurare un dialogo con lei. Questo è un tipo di amore eterno ma come è difficile superare gli ostacoli che si incontrano nella crescita dei figli!!!!!

Insomma, questa donna mi piace. Ha sofferto certo, ma prima o poi la vita gira nel senso giusto e quel famoso treno che passa una solta volta nella vita, è vero che non dobbiamo perderlo. Ma come fa Jane, se ce lo lasciamo sfuggire, corriamo a prenderne un altro!!! La destinazione è sempre la stessa, non importa come ci si arriva. Se abbiamo trovato la persona giusta, deve rimanere con noi perché da lì in poi esisterà una sola forma di insieme, solo noi due, per sempre!!




Momento serietà finito. Ryan.. remember… Italians do it better… non c’entra niente.. ma fa tanto impertinente!!! :D :D :D










2 commenti:

  1. Sembra davvero un bel libro! :) Io devo essere sincera, leggendo solo la trama non mi aveva incuriosita molto, però dalla recensione forse dovrei ricredermi un pò e dargli una possibilità :D

    RispondiElimina
  2. "Dear Ryan, come to Italy to conoscere Lettrici Impertinenti! They are very gnokke!!!"
    :D :D :D :D :D

    RispondiElimina