Ultime recensioni

mercoledì 7 ottobre 2015

[Recensione] AMAMI PER UN'ESTATE - Katie Cotugno

Continuate a leggere a vostro rischio e pericolo.... perché sto per distruggere un romanzo :P 

Genere: Young Adult
Casa editrice: Sperling & Kupfer
Data di Uscita: Giugno 2015
Prezzo:€ 16.90


Sinossi: Dopo aver trascorso l’ultimo anno di scuola lontano da casa, Molly Barlow è di nuovo in città per l’estate. E per lei sarà come scontare una condanna. A Star Lake, infatti, nessuno ha dimenticato quel che è successo: la sua migliore amica le parla a stento, e i suoi amici la evitano, senza contare Julia Donnelly, la sorella dei due ragazzi a cui Molly ha spezzato il cuore. Per fortuna mancano solo 99 giorni alla partenza per il college. 99 giorni in cui Molly dovrà però affrontare le conseguenze dei suoi errori. E scoprire sulla propria pelle che ci sono dolori difficili da superare e scelte impossibili da fare. Perché Star Lake è troppo piccola per non imbattersi ancora una volta nei fratelli Donnelly…

ATTENZIONE potrebbe contenere piccoli Spoiler!




Non ci siamo. ‘Amami per un’estate’ è uno Young Adult che mi ha fatto arricciare ogni pelo del corpo! 

Molly torna a casa per le vacanze estive e la separano 99 giorni dall’inizio del college. Tornare a Star Lake è una tortura perché l’ultima volta in cui era lì, era fuggita a gambe levate da tutti i problemi che aveva creato.
Tradire il proprio ragazzo è un errore che purtroppo si commette. Mentirgli per più di un anno è una conseguenza dura, ma a volte necessaria. Farlo con suo fratello è una dannata atrocità! Se poi la verità viene a galla per colpa di tua madre, affermata autrice di romanzi, che utilizza i tuoi drammi per scrivere un bestseller…. Beh siamo proprio alla frutta!
Già la trama dovrebbe mettervi l’allarme in testa “Allontanarsi da questo romanzo” se siete come me irritabili nei confronti dei triangoli amorosi. Molly mi è antipatica da subito, dal primo capitolo e l’odio prosegue fino alla fine per via di tutti i suoi comportamenti autodistruttivi: tradisci, lo fai col fratello, menti a tutti per più di un anno, scappi senza affrontare nessuno, lasci tutti (migliore amica compresa), fai la vittima, subisci senza combattere…. Molly, sei pessima!
Se da una parte odio Molly per le sue decisioni, dall’altra mi fa quasi pena per avere una madre così orrenda. Ma come diamine si fa a scrivere un libro utilizzando i segreti di tua figlia?! Ma che madre sei?!?! Come fai ancora a parlarle?!
Se Molly e la madre sono due personaggi ultra negativi, la peggiore di tutti è la sorella dei due spasimanti. Un’arpia che fa bullismo alla protagonista in modo esagerato e quasi inspiegabile perché, diciamocelo, se non sono arrabbiati i tuoi fratelli, tu che cavolo c’entri?!?! Parliamo di scene tipo rigarle la macchina e aizzarle contro tutte le sue amiche e darle della poco di buono tutti i giorni! Su via, puoi essere arrabbiata ma fino ad un certo punto.

I due personaggi maschili che si contendono la ragazza sono insignificanti. Uno è troppo felice e spensierato, (cavolo! Hai tradito tuo fratello andando a letto con la sua storica fidanzata…. Ma vergognarti, no? ). L’altro, un maniaco del controllo, ha sempre esercitato una forte influenza su Molly, stile “io sono l’imperatore e tu la mia suddita e si fa come dico io o vattene al diavolo e non ti parlo più”. Insomma per certi versi capisco pure il motivo del tradimento, ma chi lo vorrebbe uno così?!?!
Molly è l’indecisione fatta persona e l’immaturità che spero di non aver MAI avuto nella mia vita. Fare una volta questo errore fa schifo e ci posso passare sopra, ma farlo due volte? Hai un problema cara mia. Secondo me è proprio un personaggio dal quale “non bisogna mai prendere esempio”. Una protagonista negativa che non può insegnarti NULLA. Anzi ti insegna a fare sempre TUTTO il CONTRARIO.
Il finale che lascia l’amaro in bocca, ma anche l’unico possibile. Alla fine mi ha fatto arrivare al culmine di sopportazione.
Una scrittura non particolarmente coinvolgente e molto ripetitiva, soprattutto per i sentimenti di Molly. Un susseguirsi “amo lui, ma amo pure l’altro… Non amo lui, non amo l’altro… Ma se sto con lui non penso all’altro… Ma se sto con l’altro non penso a lui”. Giuro, così all’infinito.
Insomma tutto questo per dirvi che dovete tenervi alla larga da questo romanzo perché poi avreste istinti omicidi contro i personaggi e l’autrice.
 

 

2 commenti:

  1. Oddio, sento parlare male di questo romanzo praticamente ovunque, ma ogni volta che leggo una recensione negativa divento sempre più curiosa. So già che prima o poi lo prenderò e poi mi pentirò di averlo preso! ;)

    RispondiElimina
  2. Ahhhaha no Franciiii non farloooooo

    RispondiElimina