Ultime recensioni

mercoledì 2 settembre 2015

[Segnalazione] ALTA MAREA A CAPE LOVE di Viviana Giorgi VINCE il concorso “Che fisico!”

Durante La Vie en Rose 2015, tenutasi a Firenze, era stato presentato il concorso “Che fisico!” ed erano stati annunciati in anteprima i 10 titoli scelti per partecipare al concorso. Oggi finalmente abbiamo il nome della vincitrice!

Sono molto contenta per Viviana, questo è un bel traguardo e credo sia per lei una bellissima soddisfazione a livello personale e professionale. Le ho già fatto personalmente i complimenti ma credo che non guasti se le dico:
"COMPLIMENTI VIV! SONO CONTENTISSIMA PER TE!" :)


Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Mondolibri, Mondadori
Data di Uscita: 1 Settembre 2015
Prezzo: € 18.50 – Prezzo Club € 14.80

Sinossi: Gioia, milanese, illustratrice di libri per bambini, è invitata nel piccolo villaggio di Cape Love, sulla costa dorata del Maine, dalla folle e adorata zia Arianna, che la vuole come damigella d´onore alle sue (quinte!) nozze. Anche se zia Ari è sinonimo di guai, Gioia accetta senza sapere che, dopo le strampalate nozze della zia, rimarrà bloccata a Cape Love e dovrà occuparsi dei due cani di zietta (una terranova e un bassotto scatenati), del bookshop di famiglia e del piccolo Jimmy, il figlio del suo nuovo vicino di casa, Sean, uno che farebbe girare la testa anche a una santa. Peccato che Sean abbia già una fidanzata, Grace, tanto bella e famosa quanto detestabile. Se solo zia Ari fosse così gentile da tornarsene a casa sua (che, per la cronaca, è uno stupendo faro sulla scogliera), Gioia potrebbe ripartire per Milano e dimenticare una volta per tutte la notte bollente trascorsa insieme a Sean. O no? Una commedia brillante dove romanticismo e sensualità si combinano dando vita a un mix imprevedibile e piacevolissimo.

 Romanzo vincitore del concorso indetto da Mondolibri ed Emma Books per la scoperta e valorizzazione di un nuovo romanzo femminile

Proclamato il romanzo vincitore del concorso “Che fisico!” indetto da Mondolibri e Emma Books.

La vincitrice è Viviana Giorgi con il suo romanzo
ALTA MAREA A CAPE LOVE


la vincitrice del concorso indetto da Mondolibri ed Emma Books per la scoperta e la valorizzazione di un nuovo romanzo femminile è Viviana Giorgi, giornalista milanese appassionata di commedie sentimentali. La giuria di esperti ha scelto il suo romanzo all’interno di una shortlist di titoli editi esclusivamente in formato elettronico nel catalogo di Emma Book, editore digitale specializzato in narrativa femminile.

L’emozionata vincitrice ha ottenuto un contratto per pubblicare il proprio romanzo in edizione cartacea con Mondolibri, la direzione del gruppo Mondadori dedicata al Book-club.

La premiazione avverrà giovedì 24 settembre nell’ambito del Women’s Fiction Festival di Matera.

Viviana Giorgi presenterà il suo romanzo al pubblico a Bari venerdì 25 settembre 2015 ore 17,30 presso la libreria Mondolibri di via Melo, 186/A.

Alta marea a Cape Love è in vendita nelle librerie Mondolibri e nelle librerie Mondadori con il corner club, sui cataloghi di Euroclub e Circolo Letterario e on line sul sito www.mondolibri.it


Lascio ora la parola a Viviana Giorgi, la vincitrice di questo concorso "Che fisico!" che ci ha gentilmente fatto l'onore di raccontarci la sua reazione alla notizia ed i suoi primi pensieri in merito. Buona lettura!


Non ci credevo! Quando Maria Paola Romeo, Responsabile Editoriale di Emma Books, mi ha telefonato e mi ha detto “Hai vinto tu”, mi sono domandata se per caso avessi comprato qualche biglietto a una lotteria di beneficenza o se avessi partecipato al give away di un blog. Così, facendo la figura del salame, me ne sono rimasta zitta, interrogandomi sull’efficienza dei miei neuroni superstiti e ripensando all’unico premio mai vinto in vita mia: un pesce giallastro più che rosso, vinto da bambina al luna park (e finito male dopo Natale per il troppo panettone).
Alta Marea a Cape Love ha vinto il concorso indetto con Mondolibri, “Che fisico!”: non sei contenta?” ha dovuto spiegarmi con pazienza Maria Paola.
E lì, ho finalmente capito che non avevo partecipato a una lotteria di beneficenza e neppure a qualche give away, ma che il mio romanzo era stato scelto per essere pubblicato in edizione cartacea da Mondolibri.
Fra gli otto romanzi selezionati di Emma Books, tutti molto belli e tutti di ottime autrici e amiche (che saluto con affetto e sportività), il mio, proprio il mio, quello di Viviana Giorgi, moi, insomma, era stato il prescelto. Giuro che, anche se la frase può sembrare scontata e se so benissimo che vincere è molto meglio che partecipare e basta, avevo già fatto salti di gioia quando mi era stato comunicato che Alta Marea a Cape Love era fra i romanzi selezionati per il concorso. Ma allora avevo dei seri dubbi che potesse vincere, una commedia romantica che più rosa non si può, senza tragedie in agguato, che pare di questi tempi vadano per la maggiore (non che il mio romanzo non affronti temi seri, ma lo fa sempre rimanendo sui toni leggeri, a volte ironici e divertenti, che mi sono più congeniali).
E ora stringo tra le mani il mio romanzo, per il quale non ringrazierò mai abbastanza Emma Books e Mondolibri. Il mio primo cartaceo, insomma. E ha una copertina così bella che anche Nicholas Sparks me la invidierebbe. E c’è il mio nome scritto in alto, e ben più grande del titolo, come fossi famosa quanto Nicholas Sparks, se non di più.
Per questa bellissima copertina e per questa perfetta edizione del romanzo, devo ringraziare Mondolibri, la Responsabile Editoriale Marcella Meciani e la Planner Editoriale Francesca Campanozzi. Mi hanno accolta, insieme a tutta la redazione di Mondolibri, come fossi da sempre una di famiglia e, con un po’ di incoscienza, hanno voluto che proprio Alta Marea a Cape Love fosse il libro del mese di settembre del Club degli Editori.
Nonostante la preoccupazione per una tale responsabilità, oggi sono molto più che semplicemente lusingata, sono una donna felice. Anche perché la motivazione della giuria, riportata sulla quarta di copertina, è importante e descrive alla perfezione ciò che io cerco di fare con i miei libri: Alta Marea a Cape Love è un romanzo feel good scritto con maestria. Nonostante la motivazione prosegua con tante altre belle parole, vorrei soffermarmi su feel good (avendo più tempo mi soffermerei anche su scritto con maestria. Scherzo! :-) ). Feel good, ovvero la mia semplice e forse banale filosofia di scrittrice romance: far star bene chi mi legge, fargli (farle) spuntare un bel sorriso sulle labbra e far sì che lì rimanga sino alla parola fine. Ambizione enorme, lo ammetto, perché sono convinta che far (sor)ridere sia molto più difficile che far piangere.
Infine, un’ultima osservazione, rivolta soprattutto a chi pensa ancora che il digitale sia per un autore una scelta di ripiego. Pubblico con Emma Books, casa editrice digitale e femminile, dal febbraio del 2012, credo con reciproca soddisfazione. Condivido la filosofia di Emma con naturalezza perché, nel mio mondo, l’indipendenza, il rispetto umano, la solidarietà (femminile) e la qualità professionale hanno molto più valore di una pubblicazione cartacea a ogni costo. Credo che questi valori siano oggi perfettamente rappresentati anche dal sodalizio tra Emma Books e Mondolibri.
Scrivere Alta Marea a Cape Love è stato molto feel good anche per me. Ho amato i luoghi, i personaggi e la storia che, curiosamente, contiene anche una parentesi dedicata proprio al rapporto tra editoria tradizionale e digitale. Non ci avevo mai pensato prima, ma, alla luce della collaborazione Emma Books/Mondolibri, questa piccola parentesi sembra all’improvviso assumere un significato diverso. Perché, come capita nel romanzo, digitale e cartaceo possono convivere benissimo, non da nemici, ma da alleati.

2 commenti:

  1. Carissime, se tutti fossero impertinenti come voi! :)
    Grazie mille per questa splendida presentazione. Avete contribuito a rendere ancora più indimenticabile questa giornata.
    Grazie Karin.
    Un abbraccio
    Viviana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te cara Viviana per aver condiviso con noi le tue emozioni.
      Un po' è stato come riviverle insieme a te!
      Grazie di cuore

      Elimina