Ultime recensioni

giovedì 20 agosto 2015

[Segnalazione] ANCHE LE COMMESSE SOGNANO - Sara J. Del Console

Vorrei presentarvi un romance contemporaneo che già dalla trama sembra promettere emozioni e divertimento.

Venite a leggere, in anteprima, un estratto del primo capitolo del romanzo ANCHE LE COMMESSE SOGNANO di Sara J. Del Console.


Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Self Publishing
Data di Uscita: 26 Luglio 2015
Prezzo: Ebook € 0.99

Sinossi: Mia è una giovane commessa milanese, romantica e sognatrice come tutte le donne in cerca dell'amore.
Tra divertenti uscite con gli amici a base di Cosmopolitan, favolosi eventi di moda e il suo amato/odiato lavoro di commessa, Mia non smette mai di sognare ad occhi aperti e di fantasticare sul principe azzurro finchè un giorno il suo più grande sogno sembra realizzarsi. Diego, un affascinante ragazzo dall'aria misteriosa, arriva a Fashion Heart, il negozio in cui lavora Mia.
Ma sarà davvero lui il grande amore che sogna da sempre?
E' entrato nella sua vita per caso, come la migliore delle occasioni che si presenta puntuale quando meno te l'aspetti e c'è una cosa che Mia sa perfettamente:
nella città delle mille occasioni, solo una stupida può lasciarsene sfuggire una così allettante... e con due occhi così stupendi e un corpo da urlo!

Una storia d'amore, amicizia e glamour da leggere tutta d'un fiato per scoprire che...
in fondo c'è un po' di Mia in ognuna di noi, solo che a volte ce ne dimentichiamo...

1

Puoi farcela. Coraggio, Mia.
Non è poi così difficile nascondere tutti questi tubini neri Dolce & Gabbana nel retro del negozio. D’altro canto, è l’unica soluzione.
Non posso assolutamente permettere che al party di stasera ci sia qualcun’altra con un tubino nero uguale al mio. Ehi, non sono un’imbrogliona, ok?
In qualità di responsabile del reparto abbigliamento donna di Fashion Heart, posso anche decidere di ‘ritirare temporaneamente’ certi vestiti, in presenza di un valido motivo. E in questo caso il motivo è validissimo, non trovate?
Insomma, il punto è che io lo faccio per il bene delle mie clienti. Pensate a cosa succederebbe se per caso una di loro venisse alla festa sfoggiando il famoso tubino e si accorgesse che io ne indosso uno identico: potrebbe venirle un infarto o - ancora peggio - delle rughe precoci causate da stress post-traumatico e io non voglio assolutamente che questo accada!
Ci tengo alle mie clienti. E poi sono sicura che Stefano e Domenico mi perdonerebbero senz’altro se fossero a conoscenza del valido motivo che sta dietro a questo ‘ritiro temporaneo’.
Ecco fatto: i tubini sono al sicuro nascosti sotto ad una montagna di jeans. Perfetto.
Ora però c’è un altro problema. Sarà il caso di nascondere anche lo scialle argentato che ho intenzione di abbinarci?
Sì, e magari faccio un salto al reparto calzature e nascondo anche quelle Manolo che col vestito sarebbero davvero divine…
Oddio, sto diventando paranoica.
Stai calma, respira profondamente e ragiona.
E’ impossibile che qualcuna indossi quello scialle e quelle scarpe perché ci vuole il vestito adatto e - guarda caso - quel vestito lo indosserai soltanto TU!
Visto com’è semplice?
E’ solo questione di non farsi prendere dal panico.
Devo dire che le lezioni di yoga stanno iniziando a dare i loro frutti. Quasi quasi chiamo Barbie e glielo dico.
Barbie è la mia migliore amica.
In realtà si chiama Barbara ma tutti la chiamano Barbie perché è bionda, slanciata e schifosamente bella proprio come la bambola più venduta al mondo. Abitiamo insieme in un meraviglioso attico nel quartiere di Brera, zona extra lusso del centro.
A dire il vero, io non potrei mai permettermi di abitare lì con il mio modestissimo stipendio da commessa, ma Barbie è una famosa PR (e con famosa intendo ben remunerata) perciò abbiamo stretto un accordo: lei paga l’affitto e io contribuisco a pagare le bollette, oltre a farle spesso da consulente personale d’immagine (compito che svolgo sempre volentieri dal momento che Barbie sta d’incanto con addosso qualsiasi cosa).
Madre Natura è stata davvero generosa con lei regalandole chilometri di gambe e un vitino da vespa. E Madre Chirurgia ha fatto il resto con un ritocchino al naso e un prosperoso decolleté che sfida le leggi di gravità.
Come se non bastasse, ha anche un innato fiuto quando si tratta di affari.
Ad esempio la festa di stasera, opera sua. Si tratta dell’inaugurazione di un nuovo locale chic del centro e da come me ne ha parlato sono sicura che sarà il suo ennesimo grande successo.
E il bello di queste feste è che ovviamente io sono sempre invitata.
Ah, già mi immagino quello che succederà stasera: io e Barbie saremo le regine incontrastate della festa, così irresistibili che tutti i ragazzi più carini faranno a gara per invitarci a ballare.
“Oh, vi prego, non c’è bisogno che vi picchiate. Possiamo ballare con tutti quanti. Mettetevi in fila!”, gli ordineremo allora noi assumendo il controllo della situazione.
Dite che sono troppo ottimista?
Ok, forse a volte volo un po’ troppo con la fantasia.
Però è così bello sognare…

Nessun commento:

Posta un commento