Ultime recensioni

giovedì 30 luglio 2015

[Recensione] IL SEGRETO - GEORGE E HARVEY LIBRO I - Ashley John

Dice di se l’autore Ashley John McLoughlin: ha una passione per i sonnellini pomeridiani. Bene! L’attività a cui dedicarti già ce l’hai. Non ti distrarre dalle tue priorità! (p.s.- senza rancore!)

Genere: M/M
Casa editrice: Self Publishing
Data di Uscita: 7 Luglio 2015
Prezzo: € 1.99


Sinossi: Quando l’autore George Lewis, trentaduenne sposato, vede il diciannovenne Harvey Jasper leggere uno dei suoi libri in una libreria locale, non può fare a meno di sentirsi attratto da lui. Dopo avergli dato il suo numero di cellulare, riceve ben presto una chiamata dal ragazzo, il quale gli chiede se può fargli da stagista. Pur non del tutto convinto, George accetta e si impegna a farlo lavorare con lui, in casa sua, per un mese intero.

Man mano che passano del tempo insieme, Harvey condivide la sua vita problematica con George, che apre gli occhi su un mondo nuovo ricco di emozioni. George scopre qualcosa che non pensava di trovare in un altro uomo… l’amore. 

Attenzione: Questo è il primo romanzo della serie “George & Harvey” e avendo un finale aperto, non può essere letto come autoconclusivo poiché conduce direttamente al secondo libro, “La verità”. Il romanzo racconta una storia d’amore tra due adulti consenzienti, di cui uno sposato, e tra i quali c’è una differenza di età di tredici anni.

Serie “George & Harvey”
#1. Il segreto
#3. La lotta



Ringrazio vivamente la cara amica che mi ha suggerito di leggere questo romanzo e sappia che cercherò di renderle il favore con tanto di interessi!!!

Fatta questa dedica di apertura inizio a dire che il romanzo non mi è piaciuto. Approssimativo, generico, non mi ha coinvolto nelle vicende dei due protagonisti. La storia dell’uomo più grande, un pezzo d’uomo che farebbe gola a molte donne con il suo fisico asciutto e dall'aspetto piacente che gioca a fare il Salvatore con il giovanotto pieno di problemi non mi ha convinto.

Lo struggimento di George per quello che sta facendo dura un istante eppure con la sua scelta sta mettendo in gioco tutto. Harvey non ha molto da perdere visto che si trova ai margini della sopravvivenza e con un fratello che ha più del delinquente che del fratello maggiore premuroso e preoccupato. I sentimenti tipo la preoccupazione, la rabbia e l’amore sono trattati marginalmente, per questo poco coinvolgenti.

Non parliamo poi della festa per 300 persone circa organizzata senza l’aiuto di nessuno. Un po’ di spesa dal macellaio e George riesce a fare tutto da solo… cuoco, intrattenitore, party organizer.. gradirei sapere come si fa perché veramente mi sa di miracoloso!

E tutto questo succede mentre la moglie di George, con la quale il matrimonio non funziona bene, è lontano per problemi personali. Neanche una telefonata di saluti o per sapere se la casa è andata a fuoco?

Non va bene. La trama è forzata, paradossale in alcuni punti. Mi chiedo: se un uomo si trova a considerare l’idea di essere omosessuale non dovrebbe vivere una specie di rivelazione, non dovrebbe farsi delle domande del tipo… come mai fino ad ora non me ne sono accorto?  Basta uno sguardo per capire le proprie inclinazioni?

Ne ho letti di romanzi MM e questo non rientra a pieni voti nella categoria citata. Non sono sicura che leggerò anche le restanti due parti della serie se il metodo di scrittura è lo stesso.

Con l’augurio che Mr. Ashley John trovi dei lettori più compiacenti della sottoscritta.

Dimenticavo. Una cosa bella c’è: la copertina! Basta.

2 commenti:

  1. Metto il titolo nella lista "MAI".

    RispondiElimina
  2. Xania non lascia scampo.
    La sua idea mi sembra chiarissima però mi piacerebbe sapere le opinioni di altri che lo hanno letto.

    RispondiElimina